Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
I Celti discendono su Total War: Rome II

I Celti discendono su Total War: Rome II

Total War: Rome II
A cura di Carlo “NeoSquall” Cicalese del 01/02/2013
In queste ore The Creative Assembly ha annunciato la quarta fazione disponibile in Total War: Rome II, prossimo capitolo della pluripremiata serie di strategici a carattere storico, in arrivo il prossimo Ottobre, esclusivamente su PC.

La quarta fazione è quella degli Iceni, una tribù celtica abitante le regioni meridionali della Britannia, ricche di pianure e acquitrini; noti per l'uso di pitture da guerra e di bighe leggere e manovrabili, gli Iceni erano soliti attaccare in movimento i nemici con giavellotti e frombole, per poi scendere e finire il lavoro con spade e scudi ovali.

A differenza delle comuni tribù barbariche, gli Iceni avevano una capitale, Venta Icenorum, centri religiosi, un'economia sofisticata basata sull'agricoltura e addirittura stampavano una propria moneta.

In Total War: Rome II, gli Iceni sono un popolo aggressivo e coraggioso, che si avventa sul nemico invocando la dea Andraste, e la loro econmia si basa sul commercio del ferro e sulla razzia degli insediamenti nemici. In quanto società guerriera, la felicità della popolazione aumenta soprattutto quando vengono dichiarate nuove guerre.

Insomma, non proprio l'ideale per i giocatori votati alla diplomazia.