Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Maxis parla di SimCity

Maxis parla di SimCity

SimCity

PC

Gestionale

EA

7 marzo 2013 - 29 Agosto 2013 (Mac)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 11/01/2013
Vi abbiamo parlato qualche giorno fa della tanto discussa decisione di EA e Maxis di richiedere la connessione sempre attiva per giocare al prossimo SimCity. Oggi, Ocean Quigley, creative director del gioco, ha spiegato ulteriormente le motivazioni che hanno portato la software house a questa decisione, rilasciando alcune interessanti dichiarazioni: "se pensate alle vecchie SimCity, erano praticamente tutte racchiuse in loro stesse. Ogni città si preoccupava di fare da sé praticamente ogni cosa. Questo ha portato le città ad un certo livello di omogeneità, e lungo l'arco di gioco andava a finire che tutte quante convergevano nel fare la stessa serie di cose."

"Questa cosa mi ha reso abbastanza triste"
prosegue Quigley, "Se guardate le vere città, si concentrano spesso su cose differenti, ed hanno un'identità fondata proprio su questo. Volevo che le città si differenziassero tra loro, e volevo che trovassero una loro identità che fosse unica. [...] Le cose che fai per gli altri danno senso alla tua vita e alla tua esistenza. Volevo rendere le città più significative e risonanti, ed ho pensato che la loro presenza si sarebbe avvertita di più se avessero fatto qualcosa anche per le altre città."

In vista di SimCity, quindi, tenetevi pronti ad evitare litigi con il sindaco della città attigua alla vostra!