Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Sesso virtuale</b> in Giappone

Sesso virtuale in Giappone

Tech Arts 3D

PC

Avventura grafica

Disponibile

A cura di Alessandro “Alex Overkilll” Mari del 04/10/2011
La nuova perversione sessuale giapponese a sfondo videoludico ha un nome: Onacon. Questo il nome di una periferica della compagnia Tech Arts 3D, venduta in bundle col gioco 3D Custom Girl al prezzo di 120 dollari. La funzione di tale dispositivo? Permettere ai giocatori di simulare un rapporto carnale con le ragazze virtuali del titolo. Onacon, collegabile via presa USB al proprio computer, riproduce infatti le fattezze di una... beh, avete capito, no?