AMD fa marcia indietro

Richard Huddy, Direttore alle Relazioni con il Pubblico di AMD Radeon, che una settimana fa aveva fortemente criticato DirectX, ha rivisto buona parte delle sue considerazioni. In una nuova intervista ha infatti dichiarato che le sue osservazioni sono state riportate al di fuori dal contesto ed esagerate.

"L'intervista partiva da OpenGL e dal modo in cui le API vengono sviluppate", ha affermato Huddy. "Ovviamente c'è la pressione da parte di Microsoft sui fornitori di hardware per sviluppare DirectX in diversi modi. Spendiamo molto tempo a raccogliere feedback dagli sviluppatori nella prima fase del nostro sviluppo hardware per quei prodotti che sono a due o tre anni di distanza dall'introduzione nel mercato".

Se nella precedente si affermava che gli sviluppatori vorrebbero allontanarsi dalle API per poter creare una grafica davvero incredibile, in questa ultima intervista, Huddy ha detto che solo una manciata di sviluppatori di videogiochi di fascia alta sta effettivamente cercando di bypassare DirectX e codice.

"Si, non è un desiderio della maggior parte degli sviluppatori. Se si mettesse ai voti, gli sviluppatori sceglierebbero DirectX o OpenGL, perché è una grande piattaforma. La stabilità è la ragione per cui non ci si vuole allontanare da Direct X, ma la differenziazione è il motivo per cui potrebbe essere necessario ".

"Abbiamo visto il caos prima che DirectX coalizzasse il settore" ha aggiunto Neal Robison, Senior Director ISV di AMD. "In passato erano tutti gli sviluppatori API a doversi preoccupare".

Più avanti nell'intervista, Huddy ha rivelato che c'è una divisione che inizia palesarsi nel settore dei giochi: quelli che vogliono continuare a utilizzare API e DirectX e coloro che vogliono andare avanti in un'altra direzione. Ha anche fornito un esempio, spiegando come gli sviluppatori di DICE (creatori di Battlefield) si sono perfettamente sintonizzati, creando efficienti prodotti che si basano su DirectX, mentre ci sono gli sviluppatori di Crytek (che hanno dato vita a Crysis) che, grazie allo sviluppo di soluzioni proprie, testimoniano che effettivamente si potrebbe bypassare un API.

Huddy ha anche affermato che il commento riguardo agli sviluppatori che vorrebbero che le API vengano ritirate non dovrebbe essere preso alla lettera. Invece, è necessario che le API vengano innovate e adattate all'evoluzione del codice software e hardware della GPU.
Tags: | AMD Radeon
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.