Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Hacker in galera grazie a <b>CoD: BO</b>

Hacker in galera grazie a CoD: BO

Call of Duty: Black Ops

PC

Sparatutto

Italiano

Activision

Disponibile

A cura di Aligi “Pregianza” Comandini del 10/12/2010
Un ragazzo 17enne di Manchester è stato preso in custodia dalle forze dell'ordine, per aver utilizzato un programma che non permetteva ad altri giocatori di partecipare alle partite online di Call of Duty: Black Ops e moltiplicava così i suoi punti esperienza. Activision ha in poco tempo rintracciato l'IP e l'indirizzo dell'hacker e lo ha fatto arrestare con l'accusa di uso improprio di computer. L'ispettore Paul Hoare ha così commentato l'arresto: " Quello del gioco online è un settore enorme con milioni di titoli venduti in periodo natalizio. Programmi creati per rovinare la funzionalità dell'infrastruttura online non danneggiano solo i giocatori ma hanno anche ripercussioni sull'economia e sulla reputazione delle compagnie coinvolte".