Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Pachter: <b>Wii U</b> caro, ma anche no

Pachter: Wii U caro, ma anche no

Wii U (console)
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 14/09/2012
Secondo il brillante analista di mercato Michael Pachter, il prezzo di lancio annunciato ieri per la nuova console Nintendo Wii U è troppo alto. Ma tutto sommato è anche intelligente.
Secondo Pachter, il prezzo della console sarebbe giustificato dal fatto che i giocatori core legati a Nintendo compreranno la macchina anche a questo prezzo. Ma dato che il costo è eccessivo, in futuro ci sarà un taglio prezzi. Riportiamo le sue parole:
"Pensiamo che il prezzo di Wii U sia giusto considerata la probabile domanda da parte dei fan Nintendo, ma crediamo che il prezzo sia troppo alto per prolungare la domanda considerata l'attuale concorrenza da parte delle altre console e dei tablet.
Secondo il nostro punto di vista Nintendo è stata furba a proporre Wii U ad un prezzo più alto, in modo da massimizzare le vendite iniziali da parte dell'utenza core. Ci aspettiamo 1/1,5 milioni di Wii U venduti negli Stati Uniti entro la fine di gennaio 2013.
Ci aspettiamo inoltre che la domanda da parte dei fan Nintendo rimanga alta fino alla fine di marzo 2013. Quando la domanda si abbasserà ci aspettiamo che Nintendo abbassi il prezzo.
Non ci aspettiamo un taglio prima dell'estate 2013, ma ci aspettiamo un taglio prima della fine del 2013."