Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Il Daily Mail attacca Wii Fit

Il Daily Mail attacca Wii Fit

Wii Fit
A cura di Davide “Spetz” Spotti del 17/05/2008
Il Daily Mail condanna nuovamente il mondo dei videogiochi e questa volta è Nintendo al centro della bufera. Nonostante solitamente Wii e DS siano, in un certo senso, esentate dalle critiche proprio per la loro popolarità tra le famiglie e tra le persone non direttamente interessate al mondo dei videogames, in questo caso è Wii Fit ad essere stigmatizzato, poichè una ragazzina di dieci anni del South East England, durante il test relativo alla massa corporea è stata definita "grassa".

Il padre della ragazza, che ha preferito rimanere anonimo ha affermato: "E' perfettamente in salute, nuota e balla; è robusta ma non grassa. E' rimasta sconvolta per esser stata definita grassa e dovremo lavorare duro per convincerla che non lo è".

Successivamente il giornale ha dato voce a Tam Fry, una portavoce per conto del National Obesity Forum, che ha richiesto l'esclusione dei bambini dalla possibilità di giocare a questo titolo. "Sono assolutamente atterrita dal fatto che a dei bambini sia detto che sono grassi. Il Body Mass Index (BMI) di un bambino può cambiare ogni mese ed è perfettamente possibile che un bambino sia in carne oppure molto in forma. Sarei veramente preoccupata se i bambini utilizzassero questo gioco e spero che ciò possa rappresentare un avvertimento per i genitori".