Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Atlus spiega lo stile di Persona Q

Atlus spiega lo stile di Persona Q

Persona Q: Shadow of The Labyrinth

3DS

Gioco di ruolo

5 Giugno 2014 JP - 28 novembre 2014 Europa

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 21/10/2014
L'artista Shigenori Soejima ha voluto spiegare alla stampa, per conto di Atlus, le scelte compiute dal team di sviluppo nella realizzazione di Persona Q: Shadow of the Labyrinth, che ha puntato ad uno stile grafico semi-deformed per le sue analogie con Etrian Odyssey.



"Ci sono due motivi principali per questo stile artistico deformato. Una, è che si tratta di un crossover con Etrian, che ha sempre avuto questo stile. Volevamo mantenere un look rappresentativo, che consentisse alla persone di dire 'ehy, è simile a Etrian Odyssey'. Se avesse avuto il normale stile di Persona, sopratutto su 3DS, le persone avrebbero potuto confondersi e preoccuparsi: è un nuovo Persona, un nuovo Etrian?"

"In secondo luogo, lo schermo del 3DS è molto più piccolo. Cercare di costringere il design dei miei personaggi in uno schermo piccolo non avrebbe dato buoni risultati. Per consentire loro di brillare, dovevamo rimpicciolirli" ha concluso Soejima.