Riccitiello ammette alcuni errori di EA

John Riccitiello, CEO di Electronic Arts, ha ammesso al DICE Summit che la compagnia ha "mandato tutto all'aria" in seguito all'acquisizione di compagnie quali Bullfrog, Origin Systems e Westwood.

"Noi di EA abbiamo mandato tutto all'aria. In un certo modo sono stato coinvolto in questo, quindi posso dire che io ho mandato tutto all'aria," ha rivelato Riccitiello al pubblico dell'evento, ammettendo che il problema è dovuto all'approccio "a taglia unica" che ha anteposto la burocrazia alla creatività.

Il CEO della compagnia ritiene che team quali EA Canada e Maxis siano buoni esempi da seguire per EA, preservando i tratti distintivi delle varie compagnie nonostante l'acquisizione; egli spera inoltre che questo possa verificarsi anche con BioWare e Pandemic: "Sembra stia funzionando. Penso che siamo sulla buona strada," ha rivelato a riguardo.

L'attuale ideale di EA è quello di "città stato" con circa 200 sviluppatori al lavoro sulle release più importanti. "Non siamo nuotatori sincronizzati," ha concluso Riccitiello. "Siamo più come la NFL: un gruppo di squadre, ognuna con la propria cultura e con un proprio modo di agire, ognuna intenzionata a vincere il Super Bowl."
Tags: | generiche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.