Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
L'importanza degli animali e del cane Boomer in Far Cry 5

L'importanza degli animali e del cane Boomer in Far Cry 5

A quattro zampe contro la follia

Far Cry 5
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 19/06/2017
Dan Hay, creative director di Far Cry 5, ha concesso una chiacchierata a PlayStation Blog per discutere dell'importante presenza degli animali nel mondo di gioco, tra i quali troviamo anche il fidato cane Boomer, che ci seguirà nelle nostre scorribande.
In merito a quest'ultimo, il creative director spiega che "tende a essere molto protettivo", facendo sapere che attaccherà gli avversari e ruberà loro le armi per consegnarle al giocatore. Grazie al suo fiuto, potrà anche aiutare a trovare il percorso migliore.


“Mettiamo che sono nel bosco intento a seguire la pista di alcuni animali senza prestare attenzione, e un orso spunta dal nulla e cerca di attaccarmi alle spalle. Io sento il suo ruggito e mi volto, mentre Boomer abbaia all’orso facendolo arretrare sempre di più, fino a che non se ne sarà andato. E senza rendermene conto mi ritrovo in una caccia all’orso con Boomer!” ha spiegato Hay.

Se per voi sono scenari troppo pericolosi per un povero cane, state sereni: "abbiamo fatto in modo che Boomer possa essere temporaneamente messo fuori gioco. Volevamo che non sembrasse invincibile, senza però poter essere eliminato definitivamente. Può essere messo fuori gioco per un po’ per poi tornare.” Il vostro fidato alleato, insomma, non può essere ucciso.


Tra le altre curiosità, l'autore ha fatto sapere che potrebbero esserci altre simpatiche bestiole a sorpresa come all'epoca fu il tasso da miele in Far Cry 4, svelando anche che potremo andare a pesca.
“Ogni tanto troverai qualcuno che è stato ucciso dalla setta e nelle vicinanze potrebbe esserci una canna da pesca”, spiega Hay. “Puoi prendere la canna e andare a pesca. Prima che te ne accorga, ti ritroverai a prendere all’amo pesci sempre più grandi e a sfidare gli amici a chi tira su l’esemplare più pesante.”

Il team teneva particolarmente al realismo dei suoi animali, con la fauna che conterà anche su bestie delle praterie molto placide: "deve sembrare reale. Predatori e prede devono comportarsi in modo credibile. Se cammini accanto a un fiume in cui ci sono pesci, probabilmente non sei l’unico essere vivente nei paraggi intento a pescare. È normale che un orso possa sbucare dal nulla di tanto in tanto, osservarti un po’ e poi tornare da dove era venuto. Allo stesso modo, mentre sei a pesca il cane potrebbe decidere di farsi una nuotata. Queste piccole interazioni devono sembrare reali."

Potete leggere le sue dichiarazioni integrali a questo link.
0 COMMENTI