Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Dishonored 2: la scelta di Emily è per venire incontro a una polemica

Dishonored 2: la scelta di Emily è per venire incontro a una polemica

Ben venga la parità dei sessi

Dishonored 2

PC, PS4, XONE

Action-Adventure

Italiano (testi e doppiaggio)

11 novembre 2016

A cura di Marcello “Pavo” Paolillo del 14/06/2017
Stando a quanto emerso dai nostri colleghi del portale Polygon, durante lo sviluppo di Dishonored 2 il team Arkane Studios avrebbe deciso di ìrendere giocabile anche il personaggio femminile di Emily Kaldwin, già visto nel primo Dishonored. Harvey Smith, vice-director del gioco, ha reso noto all'E3 2017 che la scela di rendere Emily giocabile è emersa dopo le critiche sul ruolo del personaggi femminili nel capitolo originale.



"Tutte le donne nel primo Dishonored sono serve, prostitute, streghe, regine o bambine, oppure gestiscono dei bordelli." Ecco quindi il perché si è deciso di dare più spazio alla parità dei sessi, anche in un videogioco come Dishonored.

E voi, che ne pensate?

Fonte: Polygon
0 COMMENTI