Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Phil Spencer torna sulla cancellazione di Scalebound

Phil Spencer torna sulla cancellazione di Scalebound

Spiegato il perché della cancellazione

Scalebound
A cura di Paolo “Boyscout” Sirio del 13/06/2017
In una recente intervista concessa a GameWatch, Phil Spencer è tornato a parlare di Scalebound e del suo rapporto con Platinum Games, lo sviluppatore del titolo cancellato.

Il boss di Xbox si è detto deluso quanto i fan per come sono andate le cose, aggiungendo di avere comunque grande rispetto per quanti lavorano presso lo studio nipponico e per il suo amico Hideki Kamiya.

Nel processo di sviluppo, secondo Spencer, Microsoft ha imparato molto da Platinum Games, uno studio unico con cui spera di poter tornare a lavorare un giorno.

L'opinione del responsabile del gaming presso il colosso di Redmond è che probabilmente Scalebound è stato presentato troppo presto, creando grandi aspettative nella community e mettendo eccessive pressioni alla software house giapponese.

Una volta capito che queste aspettative sarebbero comunque state disattese, si è deciso per la cancellazione del gioco, al fine di evitare delusioni ancora più grandi.



Fonte: DualShockers
0 COMMENTI