Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Prime immagini di Metro Exodus

Prime immagini di Metro Exodus

Scorci dalla Russia

Metro Exodus
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 12/06/2017
Alla conferenza Microsoft ha fatto il suo esordio assoluto Metro Exodus, nuovo episodio della celebre serie ispirata dai romanzi di Dmitry Glukhovsky e firmato da 4A Games.
Tra le caratteristiche del gioco vi ricordiamo:
- Possiiblità di salire a bordo dell'Aurora, locomotiva a vapore in cui potrete incontrare dei sopravvissuti che cercano di costruirsi una nuova vita;
- Il gioco avrà livelli non lineari e punterà forte sulla sceneggiatura, facendo anche leva sulle caratteristiche di gameplay che hanno reso celebre questa serie;
- Potrete vagare nelle lande post-apocalittiche russe con meteo dinamico e ciclo giorno/notte;
- Dovrete costruire le vostre armi per sopravvivere, affrontando sia umani che mutanti per non morire;
- Le vostre decisioni influenzeranno la sorte dei vostri compagni: non tutti potranno sopravvivere e il loro destino dipenderà dal vostro comportamento. Le scelte incoraggiano il replay value, quando vorrete prendere decisioni diverse per cambiare lo svolgersi delle cose;
- Gli sviluppatori assicurano che l'atmosfera vi rapirà.


Per dimostrare quest'ultimo punto, vi proponiamo qui sotto, nella galleria, le primissime immagini del gioco, che arriverà nel corso del 2018. Vi sottoponiamo anche la presentazione ufficiale del gioco scritta da Microsoft: "Metro Exodus è un epico sparatutto narrativo in prima persona creato da 4A Games, che unisce in uno dei mondi più immersivi mai creati combattimenti mortali, esplorazioni furtive e sopravvivenza horror. I giocatori dovranno fuggire dalle rovine di una Mosca in decadenza e imbarcarsi in un fantastico viaggio transcontinentale attraverso la Russia post apocalittica nella più grande avventura Metro mai creata. Sarà possibile esplorare la Russia rurale in lungo e in largo, tra livelli non lineari e seguire un thriller ispirato ai romanzi di Dmitry Glukhovsky che copre l’arco temporale di un anno passando dalla primavera all’estate, fino all’autunno e alle profondità dell’inverno nucleare."
0 COMMENTI