Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Destiny 2, Bungie chiarisce sui server dedicati: ci sarà una soluzione ibrida

Destiny 2, Bungie chiarisce sui server dedicati: ci sarà una soluzione ibrida

Attività ospitate sui server Bungie

Destiny 2

PC, PS4, XONE

Sparatutto

6 settembre 2017 (console) - 24 ottobre (PC)

A cura di Paolo “Boyscout” Sirio del 27/05/2017
Con un post sul blog di Bungie, il lead engineer Matt Segur ha voluto chiarire le precedenti dichiarazioni in merito all'utilizzo di server dedicati in Destiny 2.

Secondo Segur, infatti, è sbagliato dire che non saranno utilizzati server dedicati, dal momento che lo studio di Seattle ha optato per una soluzione ibrida che sfrutta sia server dedicati che connessioni peer-to-peer.

"Ogni attività in Destiny 2 è ospitata da uno dei nostri server. Questo significa che non subirete mai più una migrazione dell'host durante un Raid o una Prova. Questo è diverso da Destiny 1, dove questi compiti di hosting erano affidati alle console dei giocatori, e solo gli script e la logica della missione era gestita dal data center", ha spiegato il lead engineer.

"Destiny 2 usa una tecnologia ibrida tra client-server e peer-to-peer, proprio come Destiny 1. Il server ha la responsabilità sui progressi del gioco, mentre ciascun utente decide dei propri movimenti e abilità".



Fonte: DualShockers
0 COMMENTI