Ecco le offerte di Amazon Italia

Vi segnaliamo le offerte di Amazon Italia per quanto riguarda i videogiochi ed i principali titoli in uscita.



Assassin's Creed The Ezio Collection - PlayStation 4 e Xbox One a 34,99 euro

Far Cry Primal - Special Edition - PlayStation 4 a 23,99 euro, Xbox One a 24,99 euro

Turtle Beach Elite 800X DTS Surround Sound Cuffie di Gioco Wireless Cancella-Rumore - Xbox One a 239,99 euro

Xbox One S 1Tb + Gears of War 4 + Recore + Forza Horizon 3 a 349,90 euro

Logitech G602 Wireless Gaming Mouse, Nero/Antracite, Versione Italiana a 62,92 euro

Xbox One S 500 Gb + Forza Horizon 3 + Killer Instinct (Definitive Ed.) a 299,90 euro

TURTLEBEACH Adattatore DSS2 Dolby a 56,90 euro

Watch_Dogs 2 - PlayStation 4 a 39 euro
Tags: | Amazon
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 12
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 4
    Post: 4447
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da sariddu

    Le soluzioni alternative esistono. Prendere delle cuffie ad alta fedeltà e gestirle attaccandole all'uscita della TV è da delinquenti ovviamente. BOSE ha solo il nome, non sono prodotti di qualità. Il problema del microfono è risolvibile prendendo una soluzione esterna. Il discorso della virtualizzazione del Dolby è puro marketing, nulla può sostituire dei diffusori posizionati fisicamente in punti differenti, la virtualizzazione a mezzo centimetro dal padiglione auricolare è una cavolata. Gli equalizzatori delle cuffie, profili e quant'altro, rappresentano il male senza se e senza ma, una distruzione del buon lavoro svolto sulla traccia. Anche le cuffie con connessione wireless introducono rumore, che male si sposa con la buona qualità, poi la gran parte sono pre amplificate, e qui non mi esprimo nemmeno. In realtà, ciò che sto dicendo, è che la dicitura "gaming" indica prodotti che, QUASI SEMPRE (nel mio caso sempre, perché ne ho provate tantissime al negozio di mio fratello, gestite in ogni modo possibile), sono sovrapprezzati e mai all'altezza delle aspettative. Posso dirti con certezza matematica che una cuffia da 50 euro della Sennheiser è già di gran lunga superiore del modello migliore da gaming, nome dato alle cuffie con microfono, ma che hanno bassa qualità perché sanno bene che il target non ne capisce una mazza. Se vendessero ad una persona esperta delle cuffie del genere, a quel prezzo, potrebbero chiudere i battenti istantaneamente. Credimi. Non lo dico per dire, mio fratello è appassionato, oserei dire ossessionato da questi argomenti, tanto da aver costruito un impianto a casa sua davvero eccezionale, e se lui ti dice così, dopo che ha lavorato pure nel settore per venti anni, ti puoi fidare. Io parlo solo perché ho avuto modo di provarle con mano, tantissime di queste cuffie, ma anche diffusori per home theater e altro. Ho provato dentro salette appositamente studiate diffusori da 6000 euro cadauno, pilotate da amplificatori pure più costosi. Insomma, ho provato anche cuffie di ogni genere, non so se tu l'hai fatto di persona, e posso garantirti, al 100% proprio, che quella maledetta scritta accattivante "gaming" è da considerarsi il male. Certo, non le ho provate tutte quante, ma posso dire con cognizione di causa, avendone provate davvero tante, che sono solo nome, rumore, potenza, ma con qualità zero. Tu ne hai provate cuffie discrete pilotate dignitosamente? O anche cuffie discrete pilotate nelle medesime condizioni delle tue attuali cuffie brandizzate Sony?
    Quello che volevo dire è solo che per il prezzo le cuffie ufficiali Sony sono un ottimo "compromesso" tra qualità audio e praticità d'uso con una console/PC, se è vero che a livello di qualità d'ascolto della "musica" non c'è senz'altro paragone con altro è anche vero che a livello di "praticità" d'uso non c'è paragone, bilanciamento del party/audio di gioco, mute, ritorno della voce in cuffia regolabile eccetera, stiamo sempre parlando di due utilizzi completamente diversi. Io anche in macchina ho un impianto con amplificatori in classe A e speaker tutti con 100+ db di SNR, mentre in casa ho tutto valvolare con diffusori dimensionali, tutto autocostruito. Tuo fratello da appassionato dovrebbe sapere che la possibilità di regolare le fasi NON è il male e permette di ricostruire il suono con una buona approssimazione di come andrebbe percepito soprattutto quando comprende parti "posizionali", come possono essere i passi di un avversario o qualsiasi altra cosa si muova intorno a te. Ovvio che per ricostruire il suono posizionale perfetto ci vorrebbero almeno 360 speakers full-range, uno per grado, più una dozzina di subwoofer, perchè neanche un sistema 11.1 o 10.2 è in grado di riprodurre nei minimi dettagli i movimenti intorno a te nelle simulazioni di un videogioco, situazione completamente diversa è quella in cui si debba ascoltare della musica. Sono d'accordo che certi prodotti siano "il male", ma per il semplice fatto che sono porcherie sovrapprezzate, non in quanto compromssi che nel campo gaming devono esistere in virtù della praticità d'uso. Ovvio che non la maggior parte delle cuffie cosiddette da gaming siano preamplificate, altrimenti dovresti utilizzare un amplificatore esterno per spingerle se fosero passive, visto che se non ci vuole sfondare i timpani bisogna restare comunque nell'ordine dei pochissimi watt non vedo cosa ci sia di male nell'integrarlo sulle cuffie, in virtù della praticità di cui sopra, non è necessario che un amplificatore integrato sia di qualità infima, ovvio che non ci puoi infilare un valvolare. L'ho scritto anch'io che la maggior parte dei prodotti in questo settore, vista da occhi esperti e soprattutto ascoltata da orecchie esperte, faccia pena, è per quello che il minore dei mali trovo siano i prodotti ufficiali e per inciso, eventuali profili studiati da chi ha prodotto l'audio che si andrà ad ascoltare NON sono il male, perchè aiutano a percepire i suoni in modo più vicino a quello inteso da chi ha realizzato il sonoro di un gioco, stessa cosa per un virtual surround implementato e calibrato dagli autori e non da terze parti.
    Non metto in dubbio la passione di tuo fratello per l'acustica, ma sicuramente non deve essere un grosso "giocatore", perchè altrimenti sarebbe conscio del lato "praticità" che invece è essenziale per chi gioca.
    Per inciso, tra le tante cuffie che hai provato ci sono anche quelle wireless ufficiali PS4 (le Gold) ? Se "no", provale prima di definirle "il male", io ho trovato che abbiano solo un difetto, ovvero sono ripiegabili e le cerniere sono in plastica, dopo 18/24 mesi è facile che si rompano e che pertanto necessitino di una piccola modifica (qualche buco e qualche fascetta, un po' di nastro adesivo per coprire il tutto) per trasformarle in non-pieghevoli e continuare ad utilizzarle.
    In breve, consiglio personale, non lasciartela raccontare troppo da tuo fratello se noti che NON tiene in considerazione anche la praticità, cosa di fondamentale importanza per un giocatore.
    Purtropp, come ho già detto, e anche su questo penso che siamo d'accordo, esistono settori puliti in cui "spendere poco" significa "comprare problemi", poi esistono settori exploitati come questo in cui tantissime aziende hanno pensato di proporre prezzi alti per roba scadente onde prendere all'amo sprovveduti che si basino sulla regola di cui sopra e che ritengano pertanto pertanto che "spendere" corrisponda a "qualità" e "non spendere" corrisponda a "dovrebbe andare bene lo stesso".
    In un settore siffatto i prodotti ufficiali garantiscono in genere buona qualità ad un prezzo onesto e praticità d'uso molto superiore a prodotti improvvisati, insomma, la scelta giusta per chi non voglia problemi, senza avere troppe pretese e senza prendere fregature.
    BOSE avrà anche solo il nome ma non in tutto, gli home-theater fanno abbastanza pena, difatti una soundbar Sony 2.1 da 100€ suona meglio del top di gamma BOSE, solo per quello, ma a livello di cuffie le triport abbastanza vecchiotte che ho hanno dimostrato in diversi test molto accurati di essere le uniche a riprodurre fedelmente le frequenze più basse e di avere globalmente un'ottima resa, le Sony NON hanno gli stessi bassi ma globalmente il suono DEI GIOCHI è più cristallino. IMHO
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    Facciamo a capirci, mouse e tastiere NON hanno bisogno di un "microfono" per poter essere utilizzate con i giochi ma al limite hanno bisogno di ALTRE caratteristiche SPECIFICHE per l'uso "gaming", un paio di cuffie audiophile, ovvero dedicate all'ascolto della musica NON hanno microfono perchè NON serve per ascoltare la musica, mentre per partecipare a conversazioni con altri giocatori e quindi in ambito "gaming" il microfono serve eccome, ecco perchè gli headset che incorporino un microfono vengono definiti "gaming", non è difficile..
    @sariddu: premesso quanto qui sopra specificato, la qualità di un paio di cuffie varia molto non certo in base al nome che portano, il fatto che un prodotto porti la dicitura "gaming" non è di per se garanzia di qualità d'ascolto, purtroppo molti produttori se ne approfittano per spacciare prodotti che legittimamente riportano la dicitura gaming perchè incorporano un microfono come prodotti d'alta qualità e pertanto a prezzi folli. Io ho sempre utilizzato impianti surround ambientali per giocare, poi un giorno ho provato, di già che le avevo lì, un paio di cuffie BOSE e mi si è aperto un mondo, purtroppo non avevano microfono e pertanto ho deciso di aggiornarmi, senza fare esperimenti strani ho comprato un paio di cuffie wireless PS4 ufficiali (quelle da circa 90€) pronto a scendere a compromessi lato audio per scoprire che alla fine dei conti si sentivano anche meglio delle BOSE che tanto mi avevano stupito.
    Chiaro poi che delle cuffie audiophile serie possono essere meglio di roba scrausa venduta agli sprovveduti come l'ultima risorsa, ma se si vogliono utilizzare anche per chattare non vanno bene ed è qui che bisogna stare attenti a non prendere fregature solo in base al nome sulla scatola.
    In ogni caso la maggior parte dell'utenza non sa neanche cosa sia l'impedenza e crede che la "compatibilità" derivi solo dal fatto che lo spinotto entri o meno ed è per quello che a volte ti trovi con persone che usano headset da telefoni che non sono adatti, che fischiano, sfrigolano, sputacchiano e ti fanno passare la voglia di starci in party. In ogni caso, sebbene è verissimo che l'elettronica possa essere deleteria per l'ascolto della musica, l'audio posizionale dei videogiochi beneficia notevolente dei vari sistemi virtual-surround, se si utilizzano cuffie e non sistemi multicanale propriamente spinti, pertanto i prodotti ufficiali appositamente realizzati in genere hanno una marcia in più rispetto alle opzioni third-party, sommate tutte le varianti.
    Plug'n Play, virtual-surround 7.1 con cancellazione (funzionante) del rumore di fondo, wireless, buona autonomia (8h), comandi completi, comodi ed intuitivi, suite software per equalizzazioni specifiche con già molte preimpostazioni, ottima qualità audio (considerato che non sono proposte come audiophile), possibilità di usarle anche su PC e costo tutto sommato contenuto che oscilla dai 70€ ai 90€, ufficiali, zero problemi, non si capisce perchè la gente con una PS4 cerchi roba "alternativa" spendendo a volte anche molto di più per portarsi a casa roba scrausa, che funziona maluccio nella migliore delle ipotesi e da spesso righe di problemi.
    Non le userei per ascoltarci della musica, perchè per quello c'è di meglio, ma per giocare, sommando tutto, al momento non mi risulta ci siano opzioni migliori.
    In ogni caso le cuffie "serie" o meno (cablate) non le attacchi di certo alla console, ma al limite all'uscita di un amplificatore, che sia quello integrato nel TV o a se stante, in caso di cuffie e quindi usando solo due canali va bene anche l'uscita TosLink per il formato non compresso PCM, mentre per impianti multicanale un passthrough HDMI sarebbe d'obbligo, a meno che non si volessero usare compressioni Dolby o DTS, ma questo poco c'entra visto che in genere le cuffie si usano più per comunicare con altri che per giocare per conto proprio, escludendo i casi di chi non può fare rumore per i più svariati motivi.
    Chiaro che se uno compra delle cuffie anche buone e poi pretende di farle andare con l'amplificatore del controller, beh, ha solo che da insultarsi da solo.
    Le soluzioni alternative esistono. Prendere delle cuffie ad alta fedeltà e gestirle attaccandole all'uscita della TV è da delinquenti ovviamente. BOSE ha solo il nome, non sono prodotti di qualità. Il problema del microfono è risolvibile prendendo una soluzione esterna. Il discorso della virtualizzazione del Dolby è puro marketing, nulla può sostituire dei diffusori posizionati fisicamente in punti differenti, la virtualizzazione a mezzo centimetro dal padiglione auricolare è una cavolata. Gli equalizzatori delle cuffie, profili e quant'altro, rappresentano il male senza se e senza ma, una distruzione del buon lavoro svolto sulla traccia. Anche le cuffie con connessione wireless introducono rumore, che male si sposa con la buona qualità, poi la gran parte sono pre amplificate, e qui non mi esprimo nemmeno. In realtà, ciò che sto dicendo, è che la dicitura "gaming" indica prodotti che, QUASI SEMPRE (nel mio caso sempre, perché ne ho provate tantissime al negozio di mio fratello, gestite in ogni modo possibile), sono sovrapprezzati e mai all'altezza delle aspettative. Posso dirti con certezza matematica che una cuffia da 50 euro della Sennheiser è già di gran lunga superiore del modello migliore da gaming, nome dato alle cuffie con microfono, ma che hanno bassa qualità perché sanno bene che il target non ne capisce una mazza. Se vendessero ad una persona esperta delle cuffie del genere, a quel prezzo, potrebbero chiudere i battenti istantaneamente. Credimi. Non lo dico per dire, mio fratello è appassionato, oserei dire ossessionato da questi argomenti, tanto da aver costruito un impianto a casa sua davvero eccezionale, e se lui ti dice così, dopo che ha lavorato pure nel settore per venti anni, ti puoi fidare. Io parlo solo perché ho avuto modo di provarle con mano, tantissime di queste cuffie, ma anche diffusori per home theater e altro. Ho provato dentro salette appositamente studiate diffusori da 6000 euro cadauno, pilotate da amplificatori pure più costosi. Insomma, ho provato anche cuffie di ogni genere, non so se tu l'hai fatto di persona, e posso garantirti, al 100% proprio, che quella maledetta scritta accattivante "gaming" è da considerarsi il male. Certo, non le ho provate tutte quante, ma posso dire con cognizione di causa, avendone provate davvero tante, che sono solo nome, rumore, potenza, ma con qualità zero. Tu ne hai provate cuffie discrete pilotate dignitosamente? O anche cuffie discrete pilotate nelle medesime condizioni delle tue attuali cuffie brandizzate Sony?
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 4
    Post: 4447
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Flight

    Ci sono pure desktop gaming e mouse gaming e tastiere gaming senza che abbiano il microfono. Evidentemente vantano (o millantano) caratteristiche tecniche più all'avanguardia.
    Facciamo a capirci, mouse e tastiere NON hanno bisogno di un "microfono" per poter essere utilizzate con i giochi ma al limite hanno bisogno di ALTRE caratteristiche SPECIFICHE per l'uso "gaming", un paio di cuffie audiophile, ovvero dedicate all'ascolto della musica NON hanno microfono perchè NON serve per ascoltare la musica, mentre per partecipare a conversazioni con altri giocatori e quindi in ambito "gaming" il microfono serve eccome, ecco perchè gli headset che incorporino un microfono vengono definiti "gaming", non è difficile..
    @sariddu: premesso quanto qui sopra specificato, la qualità di un paio di cuffie varia molto non certo in base al nome che portano, il fatto che un prodotto porti la dicitura "gaming" non è di per se garanzia di qualità d'ascolto, purtroppo molti produttori se ne approfittano per spacciare prodotti che legittimamente riportano la dicitura gaming perchè incorporano un microfono come prodotti d'alta qualità e pertanto a prezzi folli. Io ho sempre utilizzato impianti surround ambientali per giocare, poi un giorno ho provato, di già che le avevo lì, un paio di cuffie BOSE e mi si è aperto un mondo, purtroppo non avevano microfono e pertanto ho deciso di aggiornarmi, senza fare esperimenti strani ho comprato un paio di cuffie wireless PS4 ufficiali (quelle da circa 90€) pronto a scendere a compromessi lato audio per scoprire che alla fine dei conti si sentivano anche meglio delle BOSE che tanto mi avevano stupito.
    Chiaro poi che delle cuffie audiophile serie possono essere meglio di roba scrausa venduta agli sprovveduti come l'ultima risorsa, ma se si vogliono utilizzare anche per chattare non vanno bene ed è qui che bisogna stare attenti a non prendere fregature solo in base al nome sulla scatola.
    In ogni caso la maggior parte dell'utenza non sa neanche cosa sia l'impedenza e crede che la "compatibilità" derivi solo dal fatto che lo spinotto entri o meno ed è per quello che a volte ti trovi con persone che usano headset da telefoni che non sono adatti, che fischiano, sfrigolano, sputacchiano e ti fanno passare la voglia di starci in party. In ogni caso, sebbene è verissimo che l'elettronica possa essere deleteria per l'ascolto della musica, l'audio posizionale dei videogiochi beneficia notevolente dei vari sistemi virtual-surround, se si utilizzano cuffie e non sistemi multicanale propriamente spinti, pertanto i prodotti ufficiali appositamente realizzati in genere hanno una marcia in più rispetto alle opzioni third-party, sommate tutte le varianti.
    Plug'n Play, virtual-surround 7.1 con cancellazione (funzionante) del rumore di fondo, wireless, buona autonomia (8h), comandi completi, comodi ed intuitivi, suite software per equalizzazioni specifiche con già molte preimpostazioni, ottima qualità audio (considerato che non sono proposte come audiophile), possibilità di usarle anche su PC e costo tutto sommato contenuto che oscilla dai 70€ ai 90€, ufficiali, zero problemi, non si capisce perchè la gente con una PS4 cerchi roba "alternativa" spendendo a volte anche molto di più per portarsi a casa roba scrausa, che funziona maluccio nella migliore delle ipotesi e da spesso righe di problemi.
    Non le userei per ascoltarci della musica, perchè per quello c'è di meglio, ma per giocare, sommando tutto, al momento non mi risulta ci siano opzioni migliori.
    In ogni caso le cuffie "serie" o meno (cablate) non le attacchi di certo alla console, ma al limite all'uscita di un amplificatore, che sia quello integrato nel TV o a se stante, in caso di cuffie e quindi usando solo due canali va bene anche l'uscita TosLink per il formato non compresso PCM, mentre per impianti multicanale un passthrough HDMI sarebbe d'obbligo, a meno che non si volessero usare compressioni Dolby o DTS, ma questo poco c'entra visto che in genere le cuffie si usano più per comunicare con altri che per giocare per conto proprio, escludendo i casi di chi non può fare rumore per i più svariati motivi.
    Chiaro che se uno compra delle cuffie anche buone e poi pretende di farle andare con l'amplificatore del controller, beh, ha solo che da insultarsi da solo.
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    La dicitura "gaming" non è obbligatoriamente sinonimo di ottima o di pessima qualità, viene utilizzata per indicare la presenza un microfono integrato, cosa che le cuffie audiophile non hanno. Purtroppo è un settore in cui la qualità si paga in genere troppo.
    Si, senza dubbio. Ma ho provato veramente una miriade di cuffie gaming, e anche cuffie ad alta fedeltà che richiedono un buon amplificatore, quindi prive di equalizzatori scadenti integrati e preamplificazione. Beh...dire che la cuffia da "gaming" sia più adatta all'uso su console si limita al fatto che hanno un microfono, cercare di spingere i bassi oltre il livello normale (e non parliamo di gamma bassa di elevata qualità, ma sempre con un effetto coda incredibile, senza considerare che non pescano di certo frequenze molto basse) non è sinonimo di qualità, ma l'esatto opposto. Un suono deve essere equilibrato, e un buon paio di cuffie o diffusori si limita ad essere il più fedele alla traccia originale, cosa che le cuffie da "gaming" non fanno MAI. Ho un paio di cuffie da 50 euro dell' akg per l'ascolto della musica (vecchie di dodici anni), e 4 da "gaming" (fino a 150 euro) e il paragone è vergognoso. Tutti se ne accorgono non appena le provano, e le provano entrambe sui giochi. Enfatizzare alcune gamme con ciarpame digitale, come lo chiama mio fratello, è IL MALE. Gli sviluppatori hanno assunto esperti che hanno curato l'audio di gioco, la traccia è l'unica cosa che può essere fedele alla loro visione. Tutto il resto sono discussioni inutili, ci sono migliaia di test, da parte di esperti veri, che hanno misurato con apparecchiature costose la fedeltà di riproduzione. Le cuffie da gioco, anche costosissime, ne sono uscite sempre con le ossa rotte, pure quando paragonate a cuffie da pochi euro. Sono solo marketing e volume elevato. Di certo delle cuffie serie non possono nemmeno essere gestite dalle console, ma spesso è necessaria un amplificatore esterno per non avere un segnale troppo basso, o, in caso fosse di bassa qualità, come accade sulle cuffie amplificate con un sistema built in, un segnale sporco.
  • Flight
    Flight
    Livello: 3
    Post: 4186
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    La dicitura "gaming" non è obbligatoriamente sinonimo di ottima o di pessima qualità, viene utilizzata per indicare la presenza un microfono integrato, cosa che le cuffie audiophile non hanno. Purtroppo è un settore in cui la qualità si paga in genere troppo.
    Ci sono pure desktop gaming e mouse gaming e tastiere gaming senza che abbiano il microfono. Evidentemente vantano (o millantano) caratteristiche tecniche più all'avanguardia.
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 4
    Post: 4447
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gianp

    io , anche di più se è per questo. ma non mi sognerei mai di spendere così tanto per un paio di cuffie che recano la dicitura "gaming" , lo sanno tutti che sono una grandissima ciofeca!
    La dicitura "gaming" non è obbligatoriamente sinonimo di ottima o di pessima qualità, viene utilizzata per indicare la presenza un microfono integrato, cosa che le cuffie audiophile non hanno. Purtroppo è un settore in cui la qualità si paga in genere troppo.
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gianp

    io , anche di più se è per questo. ma non mi sognerei mai di spendere così tanto per un paio di cuffie che recano la dicitura "gaming" , lo sanno tutti che sono una grandissima ciofeca!
    Grazie..
  • Gianp
    Gianp
    Livello: 2
    Post: 911
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Francesco86

    ma veramente c'è qualcuno che spende 250 euro per un paio di cuffie??
    io , anche di più se è per questo. ma non mi sognerei mai di spendere così tanto per un paio di cuffie che recano la dicitura "gaming" , lo sanno tutti che sono una grandissima ciofeca!
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Illando92

    NB: Le cuffie da gaming sono diverse dalle cuffie da musica
    Si, ma qualunque cuffia non porti la dannata dicitura "gaming" è superiore, a cifre molto più basse. Fidati, so quel che dico meglio di te se dici il contrario. Si sente la differenza a distanza, scherzo ovviamente...l'audio di alta fedeltà non è equalizzato da apparecchi esterni di natura elettronica. Meno ciarpame c'è tra il segnale e la cassa e meglio è, entro certi limiti ovviamente.
  • Francesco86
    Francesco86
    Livello: 5
    Post: 352
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    ma veramente c'è qualcuno che spende 250 euro per un paio di cuffie??
  • Illando92
    Illando92
    Livello: 4
    Post: 48
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da sariddu

    Che truffa queste cuffie turtlebeach, chiunque creda abbiano un minimo di qualità non ha mai provato delle cuffie per l'ascolto della musica, o ha i timpani perforati...
    NB: Le cuffie da gaming sono diverse dalle cuffie da musica
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 4 Non mi piace -6
    Che truffa queste cuffie turtlebeach, chiunque creda abbiano un minimo di qualità non ha mai provato delle cuffie per l'ascolto della musica, o ha i timpani perforati...
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.