Dead Rising 4: Capcom parla della rimozione dei limiti di tempo

Bryce Cochrane, produttore di Dead Rising 4, ha recentemente parlato del gioco e della scelta di Capcom di rimuovere i limiti di tempo e i timer nel nuovo capitolo della serie (gli utenti potranno agire con calma). Ecco le sue dichiarazioni:

"Con Dead Rising 4 abbiamo deciso di proporre un mondo di gioco enorme, con oggetti da scoprire, nemici da incontrare e strumenti di morte da creare grazie a varie combinazioni. Ci siamo accorti che in Dead Rising 3 il timer ha portato molti a fare tutto di corsa, perdendosi molti elementi e trascurando diversi aspetti del gioco. E' per questo motivo che siamo giunti alla decisione di rimuoverlo, ma l'abbiamo comunque mantenuto nel multiplayer: solo così i giocatori potranno esplorare e scoprire Dead Rising 4 prendendosi il tempo necessario."


Data di uscita: 6 dicembre 2016 (PC-Xbox One) - Natale 2017 (PS4)
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 23
  • Thomasbz
    Thomasbz
    Livello: 7
    Post: 2843
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Ottima notizia!! Adoro questa serie che in passato era stata rovinata parzialmente dal timer
  • eren
    eren
    Livello: 1
    Post: 54
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Erida

    Si quella del tipo , ormai sai affrontare un tipo di mostro , mettiamone 4 insieme
    Oppure alla Skyrim, in cui si sono limitati a moltiplicare hp e danni arrecati dai nemici nelle difficoltà più elevate .-.
  • Erida
    Erida
    Livello: 3
    Post: 852
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da eren

    Ormai l'industria videoludica ha come target primario i dodicenni senza cervello e quelli che vogliono la GGGGrafica. Per carità, ci sono mille modi di rendere il gioco una sfida anche senza il timer, ma dubito che si sbatteranno per fare una cosa simile, al limite ci daranno il contentino della difficoltà supermegahard in cui invece di stendere gli zombie in 2 colpi gliene devi menare 20...la classica "artificial difficulty".
    Si quella del tipo , ormai sai affrontare un tipo di mostro , mettiamone 4 insieme
  • eren
    eren
    Livello: 1
    Post: 54
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Erida

    Mai avuto problemi con il timer, anzi era un deterrente a fare le cose bene e dava quel senso di sfida che adesso macherà totalmente. Tanto i game+ davano la possibilità di esplorare a piacimento il gioco una volta finita la storia principale. Boh questo voler rendere le cose sempre alla portata di tutti non le capirò mai. In fondo un che compra un gioco arrivato al 4 capitolo ormai ha assodato le vecchie meccaniche e nemmeno si lamenta più. Contenti loro.
    Ormai l'industria videoludica ha come target primario i dodicenni senza cervello e quelli che vogliono la GGGGrafica. Per carità, ci sono mille modi di rendere il gioco una sfida anche senza il timer, ma dubito che si sbatteranno per fare una cosa simile, al limite ci daranno il contentino della difficoltà supermegahard in cui invece di stendere gli zombie in 2 colpi gliene devi menare 20...la classica "artificial difficulty".
  • Erida
    Erida
    Livello: 3
    Post: 852
    Mi piace 2 Non mi piace -3
    Mai avuto problemi con il timer, anzi era un deterrente a fare le cose bene e dava quel senso di sfida che adesso macherà totalmente. Tanto i game+ davano la possibilità di esplorare a piacimento il gioco una volta finita la storia principale. Boh questo voler rendere le cose sempre alla portata di tutti non le capirò mai. In fondo un che compra un gioco arrivato al 4 capitolo ormai ha assodato le vecchie meccaniche e nemmeno si lamenta più. Contenti loro.
  • Darthsteo
    Darthsteo
    Livello: 6
    Post: 423
    Mi piace 2 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da FasatoPlasma40.0

    Il giusto compromesso sarebbe dividere le 24 ore in 2 fasi, la notte competitiva ed il giorno esplorativa...non sarebbe male anche aggiungere segreti da scoprire e più collezionabili
    Non è mica un'idea malvagia, sai?
  • Filippo99
    Filippo99
    Livello: 4
    Post: 378
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da MARBAS

    Meglio tardi che mai, questa serie risolve un problema in ogni capitolo.
    La limitazione del tempo nel 1° capitolo lo ha reso un capolavoro eterno.
  • MARBAS
    MARBAS
    Livello: 6
    Post: 2601
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Meglio tardi che mai, questa serie risolve un problema in ogni capitolo.
  • grayskull
    grayskull
    Livello: 8
    Post: 163
    Mi piace 3 Non mi piace -2
    quello che caratterizza e rende unico il gioco non è certo il timer, ma il suo stile umoristico, le sue boss fights spericolate contro i vari pazzoidi e la possibilità di creare combinazioni di armi (e poi anhce veicoli) folli e divertenti da usare (ed in parte anche la raccolta dei collezionabili e blueprints che stimola l'esplorazione), la presenza del timer rendeva impossibile il godersi tutto quello che c'è da vedere nel gioco in un unica run, costringendo a rigiocarlo più volte.... semplicemente c'è a chi non dispiace rigiocarsi un gioco da capo subito dopo averlo finito, e chi come me si scoccerebbe a dover rifare le stesse cose già fatte. il livello di sfida col timer rimane uguale, mica diventa più difficile, semplicemente ti costringe a tagliare pezzi di gioco, a saltarli proprio, pur di finirlo... per i fan del completazionismo questo è un male a prescindere.
  • Vito85
    Vito85
    Livello: 1
    Post: 119
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Imho io sono per il timer visto che era una caratteristica che bene o male lo caratterizzava. Il tempo che scorre inesorabilmente, la difficoltà di voler fare tutto ( andare avanti salvando ostaggi e completando gli obiettivi ), ma allo stesso tempo finendo per rallentare ( psicopatici, missioni secondarie e quant'altro ) rendeva il gioco adrenalinico e del quale aumentava di gran lunga la rigiocabilità dei titoli. Inoltre se il primo Dead Rising era qualcosa di spaventosamente difficile da fare visto che il tempo filava via a razzo, sempre imho con Dead Rising 2 era stato creato il giusto compromesso, permettendo di gestire il gioco con un ritmo sempre alto ma non a velocità supersonica. Che io ricordi ad esempio, partendo dal lv. 5 dopo il DLC, non ho avuto alcun problema con la mia prima run, portandolo a termine e missando a si e no 2 / 3 missioni volendo esagerare. Però concludendo, anche senza tempo lo prendo lo stesso, sono troppo un fan di questa serie !
  • FasatoPla...
    FasatoPla...
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Un po' come in Dying Light, quando sentivi bisogno di adrenalina ti sparavi un bel giro notturno...
  • FasatoPla...
    FasatoPla...
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Steve69

    Mi spiace ma io invece non sono daccordo, ti aumentava il grado di sfida altrimenti quasi inesistente, anche io ho dovuto ricominciare il gioco parecchie volte (ovviamente le prime volte per livellare) però secondo me era proprio quello che mi teneva sempre sulle spine e mi faceva venir voglia di giocarci, la modalità infinita dell'off the record infatti mi è venuta subito a noia
    Il giusto compromesso sarebbe dividere le 24 ore in 2 fasi, la notte competitiva ed il giorno esplorativa...non sarebbe male anche aggiungere segreti da scoprire e più collezionabili
  • IosonoOtakuman
    IosonoOtakuman
    Livello: 6
    Post: 1792
    Mi piace 0 Non mi piace -4
    E l'hanno capito solo con Dead Rising 3?!
  • FasatoPla...
    FasatoPla...
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da eren

    A me non dava fastidio, anzi rendeva il gioco più appetibile. Innanzitutto contribuiva a rendere il gioco "diverso", il che è ben accetto in un'epoca in cui i videogiochi si assomigliano un po' tutti...oltretutto il limite di tempo, in un gioco di zombie in cui gli zombie sono deficienti (com'è giusto che siano) ha dannatamente senso...un gruppo di fragili mostriciattoli virtuali senza cervello che vanno giù con due cazzòtti e che se ti afferrano puoi scacciarli a suon di qte/button mashing non fa paura a nessuno, ma almeno con il limite di tempo meno riesce a metterti un minimo di tensione addosso, portandoti ad evitarli o persino a temerli, se stai scortando qualcuno che non può difendersi...vabeh, è risaputo che il q.i. del videogiocatore medio si abbassa sempre più col passare del tempo, ci sta che vogliano semplificare il gioco.
    Di contro il timer va a falciare ogni tentativo di esplorazione...abbiamo ragione tutti
  • eren
    eren
    Livello: 1
    Post: 54
    Mi piace 3 Non mi piace -2
    A me non dava fastidio, anzi rendeva il gioco più appetibile. Innanzitutto contribuiva a rendere il gioco "diverso", il che è ben accetto in un'epoca in cui i videogiochi si assomigliano un po' tutti...oltretutto il limite di tempo, in un gioco di zombie in cui gli zombie sono deficienti (com'è giusto che siano) ha dannatamente senso...un gruppo di fragili mostriciattoli virtuali senza cervello che vanno giù con due cazzòtti e che se ti afferrano puoi scacciarli a suon di qte/button mashing non fa paura a nessuno, ma almeno con il limite di tempo meno riesce a metterti un minimo di tensione addosso, portandoti ad evitarli o persino a temerli, se stai scortando qualcuno che non può difendersi...vabeh, è risaputo che il q.i. del videogiocatore medio si abbassa sempre più col passare del tempo, ci sta che vogliano semplificare il gioco.
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.