Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Pokémon GO, il governatore di New York contro i colpevoli di abusi sessuali

Pokémon GO, il governatore di New York contro i colpevoli di abusi sessuali

Pokémon Go

APPLE

Azione

Disponibile - dicembre 2016 (Apple Watch)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 01/08/2016
Il fenomeno Pokémon GO continua a far parlare di sé anche ai piani altissimi della società: Andrew Cuomo, governatore di New York, ha infatti inviato a John Hanke—fondatore di Niantic—una lettera, chiedendo la collaborazione della software house per ostacolare i colpevoli di abusi sessuali che potrebbero servirsi dell'applicazione per adescare vittime.



"Lo Stato ha preso l'iniziativa per impedire a coloro che praticano abusi sessuali di utilizzare questo gioco, ma abbiamo bisogno della vostra assistenza [di Niantic, ndr], per assicurarci che alcuni colpevoli di abuso non possano continuare ad utilizzare l'app, con un blocco tecnologico che glielo impedisca. Collaborando, possiamo assicurarci che quello che è oggi un pericolo, domani non diventi una tragedia."

La richiesta del governatore è stata inviata sotto il programma Electronic Security & Targeting of Online Predators (E-STOP), approvato nello Stato di New York nel 2008, quando Cuomo era l'Attorney General. Nella sua lettera, Cuomo chiede quindi di impedire "il download, l'accesso e qualsiasi altra attività su Internet" per i giocatori di Pokémon GO che si sono macchiati di abusi sessuali in passato.

Vedremo se la sua lettera troverà risposta da parte di Niantic. In attesa di dettagli, potete leggerla al link in calce.