Funzionari russi temono che Pokémon Go sia un 'lavaggio del cervello occidentale'

Pokémon Go ha caratterizzato questo mese di luglio, in ambito videoludico e non solo, raccogliendo elogi e critiche da più parti. In Russia sembra esserci diffidenza nei confronti dell’applicazione Niantic, stando ad alcune dichiarazioni riportate dal Washington Times. “C’è la sensazione che il diavolo sia arrivato attraverso questo meccanismo, cercando di distruggerci spiritualmente dall’interno” ha dichiarato Franz Klintsevich, alto funzionario di sicurezza russo e vice presidente del comitato russo per la Sicurezza e Difesa della Camera “Il gioco è come un’operazione psicologica che potrebbe manipolare i giovani. Potrebbe portare fino alla rivoluzione”.

Immaginate che una di queste bestie non appaia in qualche parco ma in un luogo segreto o in qualche posto militare e viene fotografato. Questo è il modo ideale per i servizi segreti per raccogliere informazioni” ha aggiunto Denis Voronenkov, deputato del Servizio di Sicurezza Federale della Russia “Gli utenti che hanno installato il gioco sui dispositivi mobile possono diventare ignari complici di atti terroristici”.
Data di uscita: Disponibile - dicembre 2016 (Apple Watch)
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 19
  • canaglia
    canaglia
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    z
  • canaglia
    canaglia
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    sì sì mi immagino già un operazione black op della cia che farà infiltrare agenti sotto copertura in un centro di ricerca segreto dell'esercito russo al fine di catturare charizard... cmq sia, i russi sono una voce autorevole nel settore! hanno fatto il lavaggio del cervello ad interi popoli nell'ultimo secolo senza avvalersi di chissà quale tecnologia.
  • Garrett Hawke
    Garrett Hawke
    Livello: 2
    Post: 324
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Dichiarazioni più degne di un invasato dell'Isis che di un alto funzionario di un paese importante come la Russia. Posa il fiasco, compagno Klintsevich!
  • GabboRivoli
    GabboRivoli
    Livello: 3
    Post: 22
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Storm-Danno

    Che Pokèmon sia un brand che punta al controllo mentale quello lo si sa già da secoli
    Ahahahahahhahahahahahahahhahahahahahahahahah
  • XCOM
    XCOM
    Livello: 6
    Post: 2559
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    mmm qui da noi si utilizzava il termine schiacciapensieri per la categoria di giochini portatili che andavano di moda negli anni 80,il videogioco può diventare ossessione,dipendenza come qualsiasi altra cosa,il problema non esiste nel gioco,nel bere,nel fumo e in tanto altro perfino la musica rock era considerata la musica del diavolo...,penso che i russi che hanno posto questo problema siano paranoici,segno di una cultura che come la nostra si porta dietro secoli di idiozie culturali che ancora oggi fanno danni,potrei citarvi le varie forme di razzismo o la poco tolleranza per chi veniva comunemente etichettato per diverso ma non finirei mai la lista bella lunga,personalmente se pokemon go riesce a far uscire gente che era in simbiosi con il divano fuori di casa non è un male,poi se cè gente che entra nell'area 17 con la scusa di catturare un Pikachu e si ritrova un oggetto circolari con strane luci bè è stato solo sfortunato!.
  • Storm-Danno
    Storm-Danno
    Livello: 5
    Post: 4540
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Che Pokèmon sia un brand che punta al controllo mentale quello lo si sa già da secoli
  • Leviathan
    Leviathan
    Livello: 5
    Post: 2839
    Mi piace 1 Non mi piace -3
    La gente è davvero assurda! Con tutti i reali problemi che esistono, sanno solo dare addosso ad un gioco sul cellulare. Non avete idea dei commenti ignoranti che ho potuto leggere su FB e su internet. Idioti che insultano chi gioca a Pokemon Go sentendosi intelligenti! Gli stessi che poi si lobotomizzano davanti alla tv o davanti un programma trash. Sono davvero sbigottito dal livello di stupidità che ha raggiunto il genere umano negli ultimi anni.
  • IL RANX
    IL RANX
    Livello: 0
    Post: 261
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da overminder78

    ci può pure stare! la gente si sta rimbambendo appresso a questa app!!!!
    Terza guerra mondiale confirmed!
  • Met983
    Met983
    Livello: 1
    Post: 5
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Anerkas

    Le solite paranoie da russia della guerra fredda, tra l'altro un'app talmente manipolata dagli "occidentali" che il brand arriva dal giappone.
    il brand pokemon arriva dal Giappone,ma lo sviluppatore ossia la Niantic è americana( San Francisco)...
  • Anerkas
    Anerkas
    Livello: 2
    Post: 660
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da DragonDaemonis

    La vera rivoluzione scoppierà se chiuderanno i server.
    Tanto tra i vari crash è già più il tempo che stanno offline di quello che sono online.
  • MasterSplinter
    MasterSplinter
    Livello: 1
    Post: 25
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    D:
  • DragonDaemonis
    DragonDaemonis
    Livello: 3
    Post: 52
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    La vera rivoluzione scoppierà se chiuderanno i server.
  • nick77
    nick77
    Livello: 2
    Post: 206
    Mi piace 7 Non mi piace -2
    nelle dichiarazioni ufficiali non si parla di Occidente!! perche quindi menzionate l'occidente quando poi il giappone è oriente? che è la sindrome del Messaggero? sparare notizie a cavolo?
  • galaxy999
    galaxy999
    Livello: 7
    Post: 2016
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    si vabb
  • Erida
    Erida
    Livello: 3
    Post: 852
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    ma non e' un gioco giapponese .D ?
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.