Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Ombra di Mordor, Pewdiepie non ci sta e rispedisce le accuse al mittente

Ombra di Mordor, Pewdiepie non ci sta e rispedisce le accuse al mittente

PewDiePie non ci sta

La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor

PC, PS4, XONE

Action-Adventure

03 ottobre 2014 (PS4-Xbox One-PC) - 18 novembre 2014 (PS3-X360)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 14/07/2016
Qualche giorno fa, vi abbiamo riferito che Warner Bros. sta fronteggiando l'accusa di aver offerto un compenso a diversi YouTuber e influencer per recensire positivamente La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor. Tra i nomi emersi c'è anche quello di Pewdiepie, il celeberrimo youtuber scandinavo, che però non ci sta e rispedisce le accuse al mittente.



Secondo Felix Kjellberg, infatti, nel caso del suo video era indicato precisamente in descrizione che si trattava di un contenuto realizzato in collaborazione con Warner Bros.. La normativa che lo rende obbligatorio è però effettiva dal 2015, mentre Pewdiepie lo aveva specificato già nella descrizione nel 2014.

Lo YouTuber è stato l'unico a vedere il suo nome venire citato direttamente nella causa: "moltissimi YouTuber sono stati coinvolti in questa sponsorizzazione, ma visto che il mio nome è il più grosso, ecco che è il solo che viene fuori."
"Se ho fatto qualcosa di sbagliato, dovrei pagarne le conseguenze. In questo caso, non credo di averlo fatto" ha aggiunto.

Potete vedere il suo video sulla questione in embed qui sotto. Per tutti i dettagli sulla diatriba, vi rimandiamo alla nostra notizia precedente.