Patch per Rainbow Six: Siege, misure più severe per chi uccide i compagni

Ubisoft ha annunciato che la patch in arrivo per Rainbow Six: Siege, la 3.4, debutterà il prossimo 13 luglio. Tra le novità e i fix che potete leggere nel log completo al link in calce, si segnalano le severe contromisure che saranno prese contro chi uccide i propri compagni di squadra, rovinando di fatto l'esperienza a tutti quanti.



Come si legge, i provvedimenti saranno i seguenti:
- Primo caso: si verrà espulsi dal match nella partita Casual, bannati per 15 minuti in una Ranked. Pena per 30 minuti del 50% sulla notorietà.
- Secondo caso: ban per 30 minuti dal matchmaking.
- Terzo caso: ban per 2 ore dal matchmaking.
- Quarto caso: ban per 24 ore dal matchmaking.
- Quinti caso: ban per 7 giorni dal matchmaking.

Ubisoft precisa che "la durata della sospensione è a nostra discrezione, di caso in caso. Dopo molteplici casi, il giocatore potrebbe ricevere anche un ban permanente." Le penalità elencate, insomma, sono indicative, ma possono variare di caso in caso.

Per il log completo dell'aggiornamento, vi rimandiamo al link qui sotto. Per gli approfondimenti sul gioco, vi rimandiamo invece alla nostra scheda dedicata.
Data di uscita: 1 dicembre 2015
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 10
  • Leo_90
    Leo_90
    Livello: 3
    Post: 222
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da SoulCalibuRULER

    non esistono punti riparati uando il difensore di turno conosce bene la mappa e i punti di spawn. quindi un attaccante non solo deve sbrigarsi ad assediare entro 4 minuti, per qualche secondo deve anche nascondersi cercado di restare vivo? mentre invece il difensore ha minimo quelle tre o quattro finestre e porte da dove potersi affacciare...fidati, è ingiusto. inoltre si è vero che ti puoi riconnettere in classificata ma a volte se perdi la connessione nonè colpa tua, il gioco non ne vuole sapere di avviare la partita che si blocca nella schermata di caricamento...e te la da come abbandono.
    A me nell'ultimo mese mi ha fatto sempre riaccedere... Comunque io spawkill intendevo nell'istante in cui inizia la partita.. Ma è chiaro che durante la partita uno deve stare attento alle finestre.. Mi sembra il minimo...
  • SoulCalibuRULER
    SoulCalibuRULER
    Livello: 4
    Post: 1253
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Leo_90

    Veramente dall'ultimo aggiornamento se crashi in una classificata ti dà in tempo di rientrare e solo se nn rientri antro fine partita ti dà il ban di 15 min.! E x quanto riguarda lo spawn kill basta spawnare in un punto riparato.. Basta conoscere le mappe!
    non esistono punti riparati uando il difensore di turno conosce bene la mappa e i punti di spawn. quindi un attaccante non solo deve sbrigarsi ad assediare entro 4 minuti, per qualche secondo deve anche nascondersi cercado di restare vivo? mentre invece il difensore ha minimo quelle tre o quattro finestre e porte da dove potersi affacciare...fidati, è ingiusto. inoltre si è vero che ti puoi riconnettere in classificata ma a volte se perdi la connessione nonè colpa tua, il gioco non ne vuole sapere di avviare la partita che si blocca nella schermata di caricamento...e te la da come abbandono.
  • Leo_90
    Leo_90
    Livello: 3
    Post: 222
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da SoulCalibuRULER

    purtroppo dubito che saranno sempre chiare le modalità di fuoco amico. basti pensare che quando il "loro" server fa i capricci e salta tu vieni rimosso dalla partita o addirittura ti crasha in gioco e indovina un pò? te la conta come abbandono e cioè come 15 miuti di espulsione. sono tante, troppe le cose che devono essere sistemate in questo gioco. ad esempio lo spawn kill è ingiusto. i difensori escono dalla mappa sapendo dove gli attaccanti nascono mentre, gli attaccanti non hanno idea da quale finestra,porta o parete sbucherà il difensore. è solo ingiusto. si dovrebbe limitare l'uscita dei difesori aumentandogli di che ne sò, 10 secondi, il minuto di preparazione iniziale
    Veramente dall'ultimo aggiornamento se crashi in una classificata ti dà in tempo di rientrare e solo se nn rientri antro fine partita ti dà il ban di 15 min.! E x quanto riguarda lo spawn kill basta spawnare in un punto riparato.. Basta conoscere le mappe!
  • Erida
    Erida
    Livello: 3
    Post: 852
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Sesto caso: Irrompiamo in casa tua e ti spacchiamo il gioco.
  • SoulCalibuRULER
    SoulCalibuRULER
    Livello: 4
    Post: 1253
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da oracle1717

    Dal mio punto di vista sono provvedimenti più che onesti. La cosa importante che le valutazioni per la penalità, avvengano in modo corretto e con cognizione di causa. Se per esempio, un mio compagno mi passa davanti mentre io sto sparando e rimane ucciso, in questo caso non dovrebbero esserci penalità per me....... Se invece io elimino un mio compagno, giusto per il gusto di falo, allora si che è giusta la penalità. Non so se il sistema è in grado di valutare in tempo reale queste differenze... Sicuramente ci saranno tante persone bannate senza motivo. E tutto questo per colpa di BM, Rower Rangers che rovinano giochi come questo.
    purtroppo dubito che saranno sempre chiare le modalità di fuoco amico. basti pensare che quando il "loro" server fa i capricci e salta tu vieni rimosso dalla partita o addirittura ti crasha in gioco e indovina un pò? te la conta come abbandono e cioè come 15 miuti di espulsione. sono tante, troppe le cose che devono essere sistemate in questo gioco. ad esempio lo spawn kill è ingiusto. i difensori escono dalla mappa sapendo dove gli attaccanti nascono mentre, gli attaccanti non hanno idea da quale finestra,porta o parete sbucherà il difensore. è solo ingiusto. si dovrebbe limitare l'uscita dei difesori aumentandogli di che ne sò, 10 secondi, il minuto di preparazione iniziale
  • Garrett Hawke
    Garrett Hawke
    Livello: 2
    Post: 324
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Per risolvere il problema basterebbe disattivare il fuoco amico, anche se così il realismo andrebbe a farsi benedire...
  • Solid-SteBro
    Solid-SteBro
    Livello: 7
    Post: 2845
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Ma oltre a questo ubisoft non si preoccupa di aggiungere contenuti al gioco? Ci rendiamo conto che dopo tanto tempo c'è solo una modalità giocabile in un gioco dove la componente multiplayer è l'unico modo per giocarci? Ma datevi una mossa dico io. Tanto potenziale che ha davanti questo gioco così mal sfruttato è uno spreco assurdo.
  • oracle1717
    oracle1717
    Livello: 2
    Post: 173
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Intendevo Power Rangers
  • oracle1717
    oracle1717
    Livello: 2
    Post: 173
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Dal mio punto di vista sono provvedimenti più che onesti. La cosa importante che le valutazioni per la penalità, avvengano in modo corretto e con cognizione di causa. Se per esempio, un mio compagno mi passa davanti mentre io sto sparando e rimane ucciso, in questo caso non dovrebbero esserci penalità per me....... Se invece io elimino un mio compagno, giusto per il gusto di falo, allora si che è giusta la penalità. Non so se il sistema è in grado di valutare in tempo reale queste differenze... Sicuramente ci saranno tante persone bannate senza motivo. E tutto questo per colpa di BM, Rower Rangers che rovinano giochi come questo.

  • Livello: 0
    Post:
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    Non è un po esagerato? cioè se ci son pirla che ti vengono in mezzo mentre spari, capita... capisco che ci sono chi lo fa apposta, però booh! è pur sempre un gioco!
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.