Resident Evil VII è nato come gioco in prima persona, a prescindere dalla VR

Dopo aver precisato che la demo attualmente disponibile su PlayStation Network per gli abbonati PlayStation Plus non farà parte del gioco finale, Capcom ha parlato di altri aspetti del suo Resident Evil VII nel corso di un'intervista, facendo sapere che il gioco è nato con la visuale soggettiva ben chiara in mente, a prescindere dal fatto che sia fruibile in VR.



"La visuale in prima persona era parte del concept originale di questo gioco" ha spiegato il director Koushi Nakanishi, "non è una cosa che abbiamo deciso a metà strada. Per noi, era il modo più appropriato per portare quel tipo di esperienza horror che volevamo ai giocatori. La soggettiva era la soluzione per ciò che stavamo cercando di fare."

Anche il producer Masachika Kawata ha voluto precisare questo aspetto: "originariamente, doveva essere un gioco in prima persona, ancora prima dell'ascesa della realtà virtuale di questi ultimi anni. Stavamo creando il gioco in soggettiva e ovviamente il fatto che la VR stia crescendo nell'industria ci ha fatto pensare che il tempismo fosse ottimo. Vedremo se si sposa bene al VR, io penso di sì perché gli horror in prima persona sono un'esperienza davvero coinvolgente, e la VR non fa che migliorarla."

A proposito, sebbene il gioco sia atteso anche su PC e Xbox One, ora come ora supporterà solo PlayStation VR: "ora come ora ci stiamo concentrando su PlayStation VR perché è stato un ambiente di sviluppo molto bello" ha spiegato il producer. "Ci ha aiutato a raggiungere ciò che volevamo. Stiamo ancora lavorando al gioco per sistemare delle cose, ottimizzando l'esperienza di realtà virtuale e il comfort del giocatore."



Tra le altre cose, i due sviluppatori hanno fatto sapere di aver imparato dalle critiche ricevute per Resident Evil 6, ed hanno precisato che il gioco non sarà un reboot, ma si legherà al filone narrativo canonico della saga. E ancora, è stato confermato il ritorno delle classiche erbe, ormai iconiche nella serie, ed è stato citato Resident Evil, episodio originale, tra le maggiori fonti d'ispirazione, fianco a fianco con i classici horror movie americani.

Viene anche anticipato che dovete scordarvi le orde di zombie da uccidere: "non sarà una specie di horror con zombie dove dovrete sterminarli. Stiamo cercando di creare un horror più personale e intimo, con meno nemici, ma con ciascuno di essi che è una minaccia vera. Questo è il tipo di horror che vogliamo realizzare."

Per le nostre impressioni sulla demo del gioco in VR, vi rimandiamo alla nostra video anteprima dedicata.
Data di uscita: 24 gennaio 2017
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 37
  • AxisNext
    AxisNext
    Livello: 4
    Post: 1945
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Dal 4° capitolo diventano intelligenti, mi correggo. Citavo il 5 perché mi ricordavo quelli addobati come soldati con tanto di fucili d'assalto. Attendiamo questo 7... Ma io in verità attendo di più il 2 remake...
  • AxisNext
    AxisNext
    Livello: 4
    Post: 1945
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Parere mio, conoscendo re sin dai suoi albori, nella natura più horror trash che mi sia mai piaciuta la demo è, ahimè, la copia carbone di PT, meno la sua originalità. No, non mi ha colpito minimamente, sia per la sua brevità, sia per la sua pochezza di contenuti, sia per la sua ripetitività (parlo dei due finali disponibili). Spoiler. Nel video della cassetta avrei sperato di poter andare con l'altro tizio, per vedere cosa faceva. Invece, MURO INVISIBILE. Ok, possiamo giustificarlo dicendo: ma è un filmato in videocassetta, è tutto accaduto in quel modo, è normale che possa proseguire solo in quel modo. E allora perché non organizzare un filmato e basta, o un altro espediente per impedire di seguire l'altro tizio? Per non parlare di come questo muore, senza alcun rumore alcuni secondi dopo che è uscito dalla porta , nessun urlo, infognato nel seminterrato in piedi, dove non poteva accedere se non dal passaggio segreto chiuso... Bah, il classico cliché dove un personaggio si separa a caso e muore senza spiegazioni né logica... Primo punto. Poi, per seconda cosa, gli zombie che ti telefonano e ti lasciano messaggi scritti con il sangue su foglietti di carta. Ma davvero? Cos'è, la casa degli orrori? Non c'è un minimo di logica e no, non è uno psicologico. In re la logica, seppur trash, deve esserci. Così come c'era quando le persone diventavano zombie per colpa di un virus e non di un qualunque male sovrannatuale. Non venitemi a dire che gli zombie sono diventati intelligenti dal 5. Quello che ti uccide nella demo è semplicemente un montanaro con la faccia deforme. Ma vogliamo parlare della prima apparizione dello zombie dopo che si prende la chiave? Andandoci addosso, quello scompare dietro l'angolo, puff, nel nulla. E poi ricompare quando si risponde al telefono, sempre uccidendo il tuo alter ego, in una stanza perfettamente vuota, ben illuminata e senza passaggi di alcun tipo, essendo tutta di legno. Questo non è RE, è la casa degli orrori surreali. Detto ciò, finalmente ritorna l'inerzia di fronte ai nemici, e ciò è un bene. Ci sono sicuramente dei punti buoni in questa demo che fanno ben sperare per le atmosfere del gioco finale, ma imho ce ne sono assai di più di peggiori purtroppo. Spero sia solo segnale di una demo frettolosa e non della qualità finale del gioco... I fantasmi sulle scale, nella demo, potevano risparmiarseli. Non è RE. E no, non si tratta di dire... "non è re perché non mi piace", e non si tratta nemmeno di un discorso di visuale in soggettiva... Qui se ne snatura proprio tutto lo sfondo, sarebbe stato molto meglio un reboot... Si sta appiattendo un po' il mercato videoludico a mio vedere.
  • Jacoviz
    Jacoviz
    Livello: 1
    Post: 279
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Noctics
    A me sembra di vedere il classico film horror di serie z americano con un gruppo di ragazzetti in una casa nel bosco ahah, dai fa pena,non ha nulla di originale è scopiazzato da outlast e silent hill pt, poi non capisco cos'è rimasto di resident evil? a me non sembra centrare nulla, so che è presto per esprimere giudizi ma è chiaro già adesso come sarà il gioco e per me se ne può rimanere sullo scaffale, troppo banale, e poi basta, cavolo ormai tutti gli horror li fanno in prima persona solo perchè va di moda...a questo punto resident evil 6 è un capolavoro a confronto ahah e non è che mi abbia fatto impazzire ma almeno era carino e per quanto fosse improntato sull'azione manteneva un suo stile
    Tu hai giocato la demo e sai tutte queste cose. Sai già come sarà la storia , se sarà legata agli altri o no. Hanno proprio ragione a non fare più le demo. Perché c'è sempre qualcuno che ha da dire qualcosa.
  • Noctics
    Noctics
    Livello: 3
    Post: 117
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    A me sembra di vedere il classico film horror di serie z americano con un gruppo di ragazzetti in una casa nel bosco ahah, dai fa pena,non ha nulla di originale è scopiazzato da outlast e silent hill pt, poi non capisco cos'è rimasto di resident evil? a me non sembra centrare nulla, so che è presto per esprimere giudizi ma è chiaro già adesso come sarà il gioco e per me se ne può rimanere sullo scaffale, troppo banale, e poi basta, cavolo ormai tutti gli horror li fanno in prima persona solo perchè va di moda...a questo punto resident evil 6 è un capolavoro a confronto ahah e non è che mi abbia fatto impazzire ma almeno era carino e per quanto fosse improntato sull'azione manteneva un suo stile
  • TexasRanger
    TexasRanger
    Livello: 3
    Post: 2199
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Mah.rimango molto scettico sull'intero titolo e sulla prima persona.cmq bisogna attendere e vedere meglio tutto ciò che il gioco offre.se ci sarà da apprezzare bene.viceversa le critiche non mancheranno.
  • Stepet82
    Stepet82
    Livello: 0
    Post: 1147
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    La demo mi ha gasato. Ancora faccio fatica ad associare la prima persona con il titolo del gioco, ma se l'atmosfera sarà la stessa della demo verrà fuori un giocone. Comunque trovo strana questa dichiarazione sulla visuale, poco credibile che la scelta non dipenda dalla vr e il gioco sia stato ideato dall'inizio in prima persona visto che è il primo della serie ad esserlo. Però almeno così è sicuro che non sarà un gioco action come gli ultimi, il che è solo positivo.
  • gen984
    gen984
    Livello: 5
    Post: 1150
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Quando si dice "ritorno alle origini"... Capcom non si smentisce mai!
  • iosonopazzo
    iosonopazzo
    Livello: 1
    Post: 6
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    L'unica è aspettare e vedere come si evolve il progetto....mi sembra prestino per dare giudizi così su due piedi, anche tre.
  • sbrath79
    sbrath79
    Livello: 4
    Post: 280
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Simogamer89

    Purtroppo non venderebbe, i "giocatori" odierni e ormai anche quelli più vecchiotti a quanto leggo tra i commenti, non sono più capaci di apprezzare i survival horror veri! Inoltre Capcom aveva until dawn per prendere esempio su telecamere dinamiche ed atmosfera ansiolitica, ma il vr e' la moda del momento...
    Da vecchietto ti posso dire che le emozioni provate in Biohazard nel 1996 su ps1 sono molto vicine alla demo attuale, anche se in prima persona. Magari proprio i vecchietti come me, che hanno vissuto tutta l'era dei videogiochi più emozionali ad un'età già adolescenziale avanzata, capiscono meglio la virata di visuale (da terza a prima) e l'avvicinamento all'inquietudine che c'era nel primo capitolo. Ovvio se lo giocate ora il primo capito non vi farà ne caldo ne freddo, ormai ne avete viste troppe. Per me ripeto è una mossa azzeccatissima per alzare il livello della serie che ormai era scesa nello scontato e monotono.
  • Simogamer89
    Simogamer89
    Livello: 3
    Post: 587
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da prandy

    Boh, io non capisco. Ci vuole molto a prendere la struttura del resident evil remake e farci un gioco x le ultime console? Mah, sembra troppo difficile.
    Purtroppo non venderebbe, i "giocatori" odierni e ormai anche quelli più vecchiotti a quanto leggo tra i commenti, non sono più capaci di apprezzare i survival horror veri! Inoltre Capcom aveva until dawn per prendere esempio su telecamere dinamiche ed atmosfera ansiolitica, ma il vr e' la moda del momento...
  • zestlab
    zestlab
    Livello: 3
    Post: 9
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Vlachus

    Lo chiamano resident evil 7 forse perché si attacca alla storia dei precedenti capitoli??? perché parlare a casaccio e seguire la massa???? Miliardi di volte meglio un resident fatto così, che quelli fatti in passato.... Consiglio, non seguire la massa!
    Qui nessuno sta seguendo la massa... ho espresso semplicemente un mio parere e parlo a nome di chi come me ci è cresciuto con resident evil e sa benissimo le potenzialità che questo titolo poteva offrire se fosse stato sfruttato a dovere. Non voglio esprimermi più di tanto perché in mano ora abbiamo una misera demo scopiazzata da pt e outlast quando uscirà il gioco si vedrà ma se questo è l'inizio... Qui chi sta seguendo la massa è solo la capcom ma giustamente loro devono pensare al fatturato e non al creare perle video ludiche come faceva anni fa.
  • 0van
    0van
    Livello: 8
    Post: 158
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Il "resident" in Resident Evil torna ad avere un senso.
  • Big_Boss199X
    Big_Boss199X
    Livello: 4
    Post: 877
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Ci credo poco che il RE7 era in prima persona a prescindere. Loro hanno semplicemente colto l'attimo del VR. Capisco perfettamente i fan vecchia scuola ma, io detto onestamente lo preferisco così che un mero TPS alla RE6. Speriamo solo che il VR non trasformi anche giochi che in prima persona non ci azzeccano niente...
  • Ricola
    Ricola
    Livello: 4
    Post: 1404
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Sicuramente si presta ad essere un capitolo che creerà una spaccatura col target impostato sino ad ora per la serie, e di per se può anche essere positivo.Vedremo, anche se stavolta sarò meno impaziente nel valutarne l'acquisto.
  • Ricola
    Ricola
    Livello: 4
    Post: 1404
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Mi chiedo alcune cose del VR come verranno ottimizzate. Inteso per chinarmi (accovacciarmi) premo r3 e si accovaccia in automatico, immagino che una persona avrà gradi di accovacciamento diversi (non è che ci si abbassa tutti alla stessa velocità o alla stessa altezza) come anche mi domando come verranno resi i movimenti della testa che pur creano una bella differenza nello spazio dai movimenti che si fanno con lo stick per guardarsi attorno. La cosa mi incuriosisce e mi chiedo se uscira un gioco per VR e uno per manuale o sarà una sola copia per entrambe.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.