E se i giovani non conoscessero la Grande Guerra? Timori e art per Battlefied 1

Quando Electronic Arts ha deciso che Battlefield 1 sarebbe stato ambientato nel corso della Prima Guerra Mondiale, ha avuto anche numerosi dubbi in merito. Secondo quanto raccontato da Blake Jorgensen, CFO della compagnia, c'era infatti il timore che il pubblico più giovane del franchise non conoscesse affatto questo scenario storico.

"Ci sono stati dei dibattiti interni in merito" ha raccontato Jorgensen, durante la Bank of America Merrill Lynch 2016 Global Technology Conference, "sulla Prima Guerra Mondiale, eravamo preoccupati perché molti dei consumatori più giovani che sono là fuori non sapevano della Seconda Guerra Mondiale, o di quella del Vietnam, quindi la Prima Guerra Mondiale..."



Inizialmente, EA aveva storto il naso davanti all'idea di DICE sulla Grande Guerra, ritenendo che un gameplay nella trincea non fosse divertente, ma la software house ha dimostrato che c'erano molti altri elementi che si potevano sfruttare, convincendo il publisher: "credo che ciò che le persone non capiscono, è il cambiamento tecnologico che c'è stato durante la Guerra. Le persone hanno cominciato la Guerra in sella ad un cavallo, ed hanno finito con aeroplani, carri armati, navi da guerra e sottomarini. Per noi è una enorme opportunità, intorno alla quale plasmare un videogioco."

Sono emersi proprio oggi anche tanti nuovi e splendidi concept art che mostrano lo scenario del gioco, che potete vedere nella galleria qui sotto. Vi ricordiamo che Battlefield 1 arriverà il 21 ottobre su PC, PS4 e Xbox One. Poche ore fa, abbiamo parlato anche dei combattimenti in mischia all'interno del gioco, di cui potete scoprire i dettagli nella nostra notizia dedicata.
Data di uscita: 21 ottobre 2016
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 24
  • Leopallo
    Leopallo
    Livello: 4
    Post: 2494
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da uknown

    Credere in idee ben precise e portarle avanti fino alla fine, piuttosto che rifugiarsi dietro i soliti canoni triti e ritriti...grazia di esistere DICE
    ora non esageriamo...
  • Maxtao4
    Maxtao4
    Livello: 1
    Post: 268
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Ma poi anche se non la conoscessi non vuol dire che sia brutto, anzi.....COME CREDETE CHE LE NUOVE GENERAZIONI ABBIANO CONOSCIUTO LA SECONDA GUERRA MONDIALE!???!??? ve lo dico io: A SUON DI CALL OF DUTY, MEDAL OF HONOR E COMPAGNIA BELLA
  • uknown
    uknown
    Livello: 3
    Post: 496
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Credere in idee ben precise e portarle avanti fino alla fine, piuttosto che rifugiarsi dietro i soliti canoni triti e ritriti...grazia di esistere DICE
  • MirkoZ
    MirkoZ
    Livello: 5
    Post: 1286
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Affascinante
  • Solid-SteBro
    Solid-SteBro
    Livello: 7
    Post: 2845
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Se non conoscono la grande guerra gliela insegnate voi
  • Rippingjack27
    Rippingjack27
    Livello: 6
    Post: 3274
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da PsychoPlay

    Guarda che la linea Maginot è la diretta conseguenza dei scontri che si svolsero nella 1a guerra mondiale! E le battaglie + dure vennero combatutte proprio li' Alsazia Lorena ecc ecc. Di certo non mi metto a scrivere il riassunto della 1a guerra mondiale per farti contento! Infine Dice sarà anche Svedese ma lavora per un Publisher Americano! Chiamato E.A. E da quando in quai è chi mette i soldi che decide! Vedi Kojima e Konami!!!
    Ma come fai a scrivere queste cose! Prima guerra mondiale finita nel 1918. Linea maginot iniziata a costruire nel 1930 (fonte: enciclopedia treccani). Ci sono 12 anni di differenza! Come fai a fare così l'arrogante millantando chissà quali conoscenze, quando mi canni brutalmente una cosa così basilare e ampiamente documentata. Vabbé, lasciamo perdere...
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da MrSkellington

    Si ma il fatto è che rischia di essere addirittura diseducativo se uno nn ne sa niente e pensa che la guerra assomigliasse a questa cosa che stanno facendo e che palesemente nn c'entra nulla con la realtà. Se mio figlio deve appassionarsi alla grande guerra voglio innanzitutto che capisca che tragedia è stata, nn che la prenda come un gioco divertente e cool. Gli faccio leggere addio alle armi piuttosto. Mi spiace ma sono ancora dell'opinione che certe cose vadano per forza prese sul serio, nn si può avvicinare tutto in maniera anestetizzata
    Se si deve parlare di Educazione penso proprio che sia meglio! Ricordiamoci che non c'era neanche la Penicillina e se eri fortunato che ti colpivano ad un arto e andava in cancrena te lo tagliavano.... (Mamma mia....) Altrimenti un colpo alla spalla? infezione? = Morte! Questa è stata la 1a guerra mondiale! Scusate la brutalità ma un Videogame non potrà mai far capire realmente come sono andate le cose! Anzi come dici te le snatura le distorce e ne da un senso educativo completamente sbagliato!
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Rippingjack27

    Ehm... la linea maginot è successiva di circa 10 anni alla fine della prima guerra mondiale. Inoltre la DICE, pur di proprietà EA, è svedese, quindi europea.
    Guarda che la linea Maginot è la diretta conseguenza dei scontri che si svolsero nella 1a guerra mondiale! E le battaglie + dure vennero combatutte proprio li' Alsazia Lorena ecc ecc. Di certo non mi metto a scrivere il riassunto della 1a guerra mondiale per farti contento! Infine Dice sarà anche Svedese ma lavora per un Publisher Americano! Chiamato E.A. E da quando in quai è chi mette i soldi che decide! Vedi Kojima e Konami!!!
  • Garrett Hawke
    Garrett Hawke
    Livello: 2
    Post: 324
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Ma non lo sanno questi che la prima guerra mondiale si insegna già alle elementari, nell'ora di storia? Che fulminati...
  • Rippingjack27
    Rippingjack27
    Livello: 6
    Post: 3274
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da PsychoPlay

    E se invece fosse tutto il contrario.... E fossero loro a non conoscere la grande guerra? E.A. è una società americana..... E se fossero proprio loro a vedere solo il punto di vista dei "Vincitori" In quanto chi perde di certo non scrive la storia! Apparte questo voglio proprio vedere le tipologie di armi usate! Mi immagino gli riadattamenti storici che useranno! In primis le armi erano completamente diverse da adesso una volta ci prendevi 10 no! E voglio proprio vedere come approcceranno a questa cosa! E poi come riprodurranno la famosa guerra delle trincee e la famosa Linea Maginot! In un gioco che fa della spettacolarità il suo forte con richiami al realismo... E una guerra dove si facevano 20 metri avanti e 15 indietro non è la spettacolarità + assoluta! Percio' invece di chiedervi se ii giovani conoscono la Grande Guerra.... Voglio vedere proprio come DICE si approccerà con tutto questo!
    Ehm... la linea maginot è successiva di circa 10 anni alla fine della prima guerra mondiale. Inoltre la DICE, pur di proprietà EA, è svedese, quindi europea.
  • MrSkellington
    MrSkellington
    Livello: 6
    Post: 5998
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da SoulCalibuRULER
    il valore educativo non lo da il videogioco multiplayer sparatutto...non bisogna mai pretendere da un videogioco che educhi, xkè inanzitutto deve divertire!!! il valore educativo viene dal far appassionare un giovane al gioco cosi che esso si appassioni ai suoi conteuti e studi e veda unevento del genere come interessante, fondamentale da comprendere.come quando si guarda un film di fantascienza e ci si va a vedere sul web le ultime scoperte della nasa. invece far giocare ad un gioco di fantasia quasi mai pone le basi per una passione culturale....xkè la fantasia viene narrata ed esplorata ma finisce li, non ti viene poi riproposta a scuola o nei talk show
    Si ma il fatto è che rischia di essere addirittura diseducativo se uno nn ne sa niente e pensa che la guerra assomigliasse a questa cosa che stanno facendo e che palesemente nn c'entra nulla con la realtà. Se mio figlio deve appassionarsi alla grande guerra voglio innanzitutto che capisca che tragedia è stata, nn che la prenda come un gioco divertente e cool. Gli faccio leggere addio alle armi piuttosto. Mi spiace ma sono ancora dell'opinione che certe cose vadano per forza prese sul serio, nn si può avvicinare tutto in maniera anestetizzata
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    E se invece fosse tutto il contrario.... E fossero loro a non conoscere la grande guerra? E.A. è una società americana..... E se fossero proprio loro a vedere solo il punto di vista dei "Vincitori" In quanto chi perde di certo non scrive la storia! Apparte questo voglio proprio vedere le tipologie di armi usate! Mi immagino gli riadattamenti storici che useranno! In primis le armi erano completamente diverse da adesso una volta ci prendevi 10 no! E voglio proprio vedere come approcceranno a questa cosa! E poi come riprodurranno la famosa guerra delle trincee e la famosa Linea Maginot! In un gioco che fa della spettacolarità il suo forte con richiami al realismo... E una guerra dove si facevano 20 metri avanti e 15 indietro non è la spettacolarità + assoluta! Percio' invece di chiedervi se ii giovani conoscono la Grande Guerra.... Voglio vedere proprio come DICE si approccerà con tutto questo!
  • SoulCalibuRULER
    SoulCalibuRULER
    Livello: 4
    Post: 1253
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da MrSkellington

    Oddio per me è il contrario, io comprerei meno volentieri un gioco che banalizza e rende divertenti eventi reali che sono stati atroci e appunto troppo delicati per come saranno trattati qui, piuttosto si lavori di fantasia. Mi sta bene se viene fuori una cosa divertente e senza pretese, ma valore educativo zero
    il valore educativo non lo da il videogioco multiplayer sparatutto...non bisogna mai pretendere da un videogioco che educhi, xkè inanzitutto deve divertire!!! il valore educativo viene dal far appassionare un giovane al gioco cosi che esso si appassioni ai suoi conteuti e studi e veda unevento del genere come interessante, fondamentale da comprendere.come quando si guarda un film di fantascienza e ci si va a vedere sul web le ultime scoperte della nasa. invece far giocare ad un gioco di fantasia quasi mai pone le basi per una passione culturale....xkè la fantasia viene narrata ed esplorata ma finisce li, non ti viene poi riproposta a scuola o nei talk show
  • bethlehem
    bethlehem
    Livello: 7
    Post: 3388
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    se non la conoscono,prima la studiano dopo la giocano
  • T3mpesta
    T3mpesta
    Livello: 3
    Post: 330
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Sorre

    Pegi 18 -> Si preoccupano dei giovani
    certo sotto i 30 sei giovane :P
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.