Disponibile il documentario BBC sul braccio protesico di MGS V nella realtà

Un altro elemento di Venom Snake entrato nell'immaginario dei fan di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, oltre all'immancabile benda sull'occhio destro, è il braccio protesico. Personalizzabile e perfino utilizzabile come arma volante, ha fatto la gioia dei cosplayer, che si sono subito divertiti a riprodurlo, oltre ad essere diventato protagonista delle edizioni da collezione di MGSV. C'è di più, però: qualche tempo fa, vi avevamo infatti riferito che Konami stava finanziando un progetto scientifico che avrebbe provato a riprodurre il braccio protesico nella realtà, e a fornirlo ad un ragazzo rimasto privo del braccio sinistro in seguito ad un incidente. La compagnia nipponica ha quindi provveduto a pagare per la realizzazione dell'arto.



La storia è diventata protagonista di un documentario della BBC3, intitolato Bodyhack: Metal Gear Man, nel quale viene raccontata la storia di James Young - il ragazzo vittima dell'incidente - e del braccio di Venom Snake.
Per scoprire quindi tutti i dettagli sul Phantom Limb Project, vi proponiamo qui sotto la prima parte del documentario. Al link in calce, trovate anche la seconda.

Segnaliamo che il video contiene spoiler da The Phantom Pain. Vi auguriamo buona visione.


Data di uscita: 1 settembre 2015 - 13 ottobre 2016 Definitive Experience
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 6
  • ROTU47
    ROTU47
    Livello: 4
    Post: 733
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Beh ormai è solo questione di tempo prima che tutto ciò diventi la normalità e che gli arti progettati rispondano totalmente al controllo della mente di chi li porta...io penso che almeno 50 anni dovranno passare...comunque è un bel passo avanti , soprattutto perché sono cose che migliorano la qualità della vita...
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Oddio scusate il discorso un po' contorto spero si capisca!
  • PsychoPlay
    PsychoPlay
    Livello: 2
    Post: 108
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Basta andare a vedere le protesi installate hai militari americani che hanno perso gli arti nelle ultime guerre! E il livello di tecnologia mi dispiace assai Ma è ben lontano dal Transumanesimo presentato in Deus Ex: Human Revolution! E' anche vero che quei modelli sono "Gli ultimi della classe" Modelli progetati a costi assai + elevati per una fetta di popolazione esigua magari esisteranno anche! (Ma non esiste pensare a un braccio artificiale o ad una gamba + efficienti di quelli che produce l'organismo!) Siamo ancora ben lontani!
  • saske77
    saske77
    Livello: 2
    Post: 251
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da The_BACH

    La seconda parte del documentario è veramente tristissima. Il ragazzo si aspettava un braccio funzionante, ed invece si è ritrovato solo una scomoda protesi per fare bella figura e scattare qualche foto per rendere felici i PR. Per lo meno pare ci abbia guadagnato in affetti, incontrando una ragazza con un VERO arto meccanico funzionante e rimanendone in contatto anche dopo la realizzazione del documentario (si spera).
    Vero è tristissima. In futuro avremo delle protesi come in deus ex, speriamo che non sia così lontano
  • mattepanta
    mattepanta
    Livello: 5
    Post: 1642
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da The_BACH
    La seconda parte del documentario è veramente tristissima. Il ragazzo si aspettava un braccio funzionante, ed invece si è ritrovato solo una scomoda protesi per fare bella figura e scattare qualche foto per rendere felici i PR. Per lo meno pare ci abbia guadagnato in affetti, incontrando una ragazza con un VERO arto meccanico funzionante e rimanendone in contatto anche dopo la realizzazione del documentario (si spera).
    Non è funzionante?? Pensavo di si...
  • The_BACH
    The_BACH
    Livello: 8
    Post: 7948
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    La seconda parte del documentario è veramente tristissima. Il ragazzo si aspettava un braccio funzionante, ed invece si è ritrovato solo una scomoda protesi per fare bella figura e scattare qualche foto per rendere felici i PR. Per lo meno pare ci abbia guadagnato in affetti, incontrando una ragazza con un VERO arto meccanico funzionante e rimanendone in contatto anche dopo la realizzazione del documentario (si spera).
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.