Remedy spiega il proprio rapporto con Microsoft

Remedy, lo studio sviluppatore di Quantum Break, ha parlato del proprio rapporto con Microsoft e della loro partnership duratura. “Abbiamo un lungo rapporto con Microsoft. Remedy è una società indipendente – non siamo di proprietà di Microsoft – ma abbiamo lavorato con Microsoft per dieci anni” ha dichiarato Thomas Puha di Remedy a CG Mag Online “Come ogni rapporto ci sono alti e bassi ma noi ci conosciamo. Microsoft vuole un gioco Remedy. Noi vogliamo fare un titolo story driven. Loro vogliono concentrarsi sulla storia e questo è fantastico”.

Ci sono trailer, ci sono spot tv, c'è un sacco di visibilità sulla stampa e online. Questo è il genere di cosa che può fare un grande editore ed è fantastico. Microsoft sta lavorando da ore e settimane e ci sono grandi eventi, specialmente in Brasile, per Quantum Break ed è una cosa impressionante da vedere. Microsoft sa cosa ottenere da Quantum Break” ha concluso Puha.
Data di uscita: Fondata nel 1995
Tags: | Remedy
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 7
  • Roche
    Roche
    Livello: 2
    Post: 569
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Simogamer89

    Beh se non sono di proprietà di Microsoft sviluppassero Alan wake 2 anche per ps4!!!
    guarda, a me piacerebbe che facessero anche QB su ps4 solo per vedere la gente cambiare idea su questa perla.. pff
  • Khalghas
    Khalghas
    Livello: 4
    Post: 232
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Liddle

    Il gameplay di alan wake era tutto tranne che innovativo, però concordo con la storia, davvero ben fatta e ti teneva sulle spine fino alla fine....
    Secondo me l'idea della torcia era ottima... Il problema è che era troppo, troppo troppo ripetitivo e per tutto il corso del gioco non si fa altro che " Punta con la torcia per qualche secondo -> Spara" ovviamente mi riferico al gameplay.. La trama e la narrativa erano eccezionali
  • Liddle
    Liddle
    Livello: 4
    Post: 400
    Mi piace 2 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da PlayerOn3

    Certo che se il risultato di questa partnership devono essere giochi come Quantum Break siamo fritti... gioco molto deludente, neanche paragonabile ad Alan Wake, li si che la storia la faceva da padrona e ben miscelata a horror, suspance e gameplay innovativo (vedi l'uso della torcia) trascinava il giocatore anche senza tutti gli inutili e noiosi filmati di Quantum. 70 euro buttati via, sconsiglio l'acquisto a tutti.
    Il gameplay di alan wake era tutto tranne che innovativo, però concordo con la storia, davvero ben fatta e ti teneva sulle spine fino alla fine....
  • Simogamer89
    Simogamer89
    Livello: 3
    Post: 587
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Beh se non sono di proprietà di Microsoft sviluppassero Alan wake 2 anche per ps4!!!
  • andrefair600
    andrefair600
    Livello: 0
    Post: 14
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Fate una patch per qb per PC invece di scrivere.. Che sono stanco di aspettare!
  • PlayerOn3
    PlayerOn3
    Livello: 2
    Post: 285
    Mi piace 0 Non mi piace -10
    Certo che se il risultato di questa partnership devono essere giochi come Quantum Break siamo fritti... gioco molto deludente, neanche paragonabile ad Alan Wake, li si che la storia la faceva da padrona e ben miscelata a horror, suspance e gameplay innovativo (vedi l'uso della torcia) trascinava il giocatore anche senza tutti gli inutili e noiosi filmati di Quantum. 70 euro buttati via, sconsiglio l'acquisto a tutti.
  • The_BACH
    The_BACH
    Livello: 8
    Post: 7948
    Mi piace 5 Non mi piace -2
    Di certo allora Microsoft se ne frega alla grande dei suoi utenti PC.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.