Street Fighter V: Un nuovo aggiornamento migliorerà la situazione dei Rage Quit

Capcom ha comunicato, attraverso un breve messaggio su Twitter, che questo mese sarà pubblicato un nuovo aggiornamento per Street Fighter V che cercherà di contenere il problema dei Rage Quit.
Ricordiamo che, infatti, al lancio era possibile abbandonare le partite online senza alcuna penalità, mentre in seguito si era deciso di punire i giocatori scorretti non dando loro modo di guadagnare i League Point ottenuti nel match. Questo, tuttavia, non è riuscito ad arginare il fenomeno dato che sono ancora molte le persone che utilizzano la tecnica del Rage Quit.


Ricordiamo che Street Fighter V è disponibile per Windows PC e Sony Playstation 4. Potete trovare tutte le notizie e gli articoli inerenti il prodotto nella nostra scheda gioco.
Data di uscita: 16 febbraio 2016
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 4
  • XCOM
    XCOM
    Livello: 6
    Post: 2559
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    mmm perchè mettere un opzione per abbandonare la partita oppure dare la vittoria per disconessione dell'avversario era un male? Capcom ha messo un bel divario di League Points fra vittorie e sconfitte quindi si poteva fare senza trarne vantaggio,cè poi la disparità nelle partite fra un novellino e un esperto proprio dovute ai punti ed esperienza di gioco,tutto questo serve a Capcom per la sua formula "lotta punti=DLC=soldi guadagnati",senza bisogno di pronostici milioni di giocatori abituali compreranno i DLC senza pensarci due volte e mettiamoci in conto anche i fan non esperti,i ragequitters sono solo una parola comoda non perchè non esistono ma è molto più facile bannare per mezza ora una persona che magari si disconette anche accidentalmente piuttosto che prendere in esame il problema del perchè le persone stacchino la spina,insomma può darsi che questo sistema premia solo chi gioca in continuazione e non ha un mondo in cui vivere,può darsi che il divario di bravura sia un forte incitamento a staccare la spina per rabbia e malcontento,eppure su tutto questo Capcom risolve affibbiando un titolo: ragequitters e lavandosi le mani dal vero problema cioè che fra tanti giocatori abituali cè chi non riesce a giocarci ma poco importa se molti non sono bravi,magari non passano intere giornate a giocarci o perchè semplicemente ci giocano per avvicinarsi al genere o non continuamente,tutto questo non importa perchè il sistema non è nè equo ne solidale per chi è abituato a perdere,puoi non giocarci tanto cè chi gioca e compra ugualmente ed a prescindere dei contenuti quindi questo sistema andrà avanti sempre e comunque.
  • ganodorf
    ganodorf
    Livello: 5
    Post: 873
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Judgment_Dragon

    Beato te che riesci a giocare in Ranked, io ogni volta che vado, il Matchmaking non mi trova mezza partita.
    già. anche io fino a quando ho avuto il gioco ero nella tua stessa situazione. alla fine, sfinito, l'ho rivenduto. peccato.
  • Judgment_Dragon
    Judgment_Dragon
    Livello: 5
    Post: 1550
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Doc.Hunter

    Sto giocando da una settimana in ranked e ho incontrato rage quitters solo un paio di volte, comunque sempre meglio correggere
    Beato te che riesci a giocare in Ranked, io ogni volta che vado, il Matchmaking non mi trova mezza partita.
  • Doc.Hunter
    Doc.Hunter
    Livello: 6
    Post: 756
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Sto giocando da una settimana in ranked e ho incontrato rage quitters solo un paio di volte, comunque sempre meglio correggere
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.