Il compositore di Destiny riflette sul suo licenziamento

Marty O'Donnell è noto per i suoi lavori come compositore di Halo e Destiny, e parlando con la testata internazionale IGN ha riflettuto sul suo licenziamento, che lo ha portato a fare causa a Bungie e Activision nel tentativo di far valere le sue motivazioni.



"C'erano delle cose che stavano venendo manipolate, e la mia frustrazione per alcune delle decisioni creative e di business cominciava a significare che io mi trovavo in una parte della barricata, mentre tutti gli altri si trovavano dall'altra. E, per quanto si provasse a metterle in comunicazione, non sembrava fosse possibile riuscirci" ha raccontato il compositore, in merito alla situazione all'interno del team. "Se mi chiedete perché, sappiate che è ancora una domanda anche per me. Non so, il perché. Rimasi sorpreso."

O'Donnell, tuttavia, pensava fosse possibile arrivare ad una soluzione amichevole, piuttosto che ad un licenziamento senza appelli: "speravo davvero che le cose si potessero aggiustare. Ora, probabilmente è possibile che non ci fosse modo di farlo, e che io fossi solo... beh, una spina nel fianco del finire Destiny. Forse, in quel momento non ero un buon leader e non ero d'aiuto, perché eravamo su schieramenti troppo differenti. Non voglio dire che dividerci non fosse la cosa migliore, per noi – visto che probabilmente lo è stata. Credo solo che non sia stata fatta nel modo migliore."

Come commentate le sue dichiarazioni?
Data di uscita: 09 settembre 2014 - 20 settembre 2016 (The Collection)
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 3
  • Helios One
    Helios One
    Livello: 1
    Post: 341
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Penso che abbiano mandato via l'unico che in quello studio ancora valeva qualcosa (anzi molto più di qualcosa)
  • XCOM
    XCOM
    Livello: 6
    Post: 2559
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    mmm poco chiaro,parla di una sua decisione e che si è ritrovato solo,poi dice di essere un leader ma uno che decide dovrebbe chiedersi prima cosa ne pensano i suoi subordinati,non ti meravigliare se poi ti trovi da sole è anche perchè nessuno ti ha trovato affidabilee i fatti dicono proprio che hanno fatto bene,penso che fare causa sia sbagliato,le scelte sono due,mantieni le tue idee e vai per la tua strada oppure abbassi la cresta ed accetti compromessi ma fare causa vuol dire non capire il punto di vista degli altri e rimuginarci sopra.
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 3
    Post: 4447
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Penso che.. Beh, quando uno si vuole sfogare, o non ha cause in corso, e allora può farlo, oppure, piuttosto che fare certi giri di parole incomprensibili, se ne sta zitto..
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.