Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Take-Two: abbiamo tantissime IP, e ne vogliamo sempre di nuove

Take-Two: abbiamo tantissime IP, e ne vogliamo sempre di nuove

Take-Two

PC, PS4, XONE

Fondata nel 1993

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 09/03/2016
Take-Two, compagnia madre di Rockstar e proprietaria di IP come Grand Theft Auto, Red Dead, Borderlands, BioShock, NBA 2K e Max Payne, vive un periodo particolarmente florido. A farlo sapere è Karl Slatoff, presidente dell'azienda, che ha fatto notare come, con l'arrivo delle ultime due generazioni di console, la situazione di Take-Two risulti particolarmente florida.



"Ora come ora, la situazione delle nostre IP è migliore di quanto sia mai stata nella storia della nostra compagnia. Abbiamo tantissime IP, ne abbiamo più di quante se ne possano gestire in questo preciso momento, e siamo sempre in cerca di nuove IP. Prima del lancio di PS3 e Xbox 360, le circostanze erano davvero diverse" ha spiegato il presidente.

Effettivamente, prima dell'arrivo di Xbox 360 e PS3, a metà degli anni 2000, la compagnia contava su circa 1.000 dipendenti, mentre ora si parla di oltre 2.000 – esclusi i team third party che collaborano con essa, come Gearbox, casa autrice di Borderlands. Anche Slatoff ha sottolineato questo punto: "la nostra compagnia creativa è molto più grande e più solida. Direi che la nostra capacità di creare prodotti è decisamente migliore che in passato."

Numeri che, ovviamente, si riflettono anche negli incassi e nel budget di Take-Two: se, infatti, ora come ora l'azienda dispone di $1,2 miliardi di dollari sui propri conti, quando debuttarono PS3 e Xbox 360 si parlava invece di $150 milioni.