The Division, svelato un easter egg dedicato a For Honor

Ubisoft ha deciso di includere in Tom Clancy's The Division anche un po' di autoreferenzialità, proponendo qualche easter egg che cita altri suoi videogiochi. È ad esempio il caso di For Honor, annunciato nel corso del 2015, e del quale è possibile scoprire un poster in The Division. A farlo sapere è stato direttamente l'account Twitter ufficiale di For Honor, che ha inviato questo cinguettio:

Voi siete già riusciti a trovarlo? Ne avete scoperto altri simili?

Vi ricordiamo che The Division è disponibile su PS4, Xbox One e PC. Proprio oggi, vi abbiamo proposto le nostre prime impressioni sul gioco, in attesa della sua recensione.

Fonte: DualShockers
Data di uscita: 8 marzo 2016
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 8
  • espert2
    Livello: 1
    139
    Post: 141
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    In realtà, una sorta di easter egg presente in the division (anche se è più giusto definirla citazione) è il venditore di armi di un rifugio, che simula palesemente Troy McLure dei Simpson: "Ciao, forse ti ricorderai di me per una serie tv in cui ero protagonista..."
  • GROTHWEILER
    Livello: 0
    -45
    Post: 42
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da WhiteDiablo

    Rimane sempre un easter egg,é inutile che fai spiegoni che non servono niente visto che nella definizione di "easter egg" c'è il fatto che é una sorta di firma che é estranea al software in cui é messo,siccome stiamo facendo riferimento ad un qualcosa di scollegato al gioco in cui é inserito(non é la prima volta che le software mettono easter che si riferiscono a giochi in uscita o già usciti da loro sviluppati)rimane un easter egg,messo sicuramente per scopo pubblicitario ma easter egg rimane.
    Sono d'accordo con DoubleBarrel , vi ha fatto lo spiegone per farvi capire come funziona in quanto le software house lo utilizzano a fini di lucro. Vi ricordo che il primo ad integrare easter egg in modo magistrale sia stato kojima che tramite le ranocchie, le riviste, gli ipod ecc.. introduceva qualcosa di diverso alla serie. Call of duty mod. Zombie? Lo stesso, se vuoi finire le mappe devi fare tutti gli easter egg che non sono inerenti al gioco! Pure le canzoni che sblocchi non lo sono! In the witcher 2? Assassins creed della ubisoft e potrei continuare all'infinito... ti sembrano prodotti della stessa software house? L'informazione è tutto,non fatevi abindolare e soprattutto "non scambiate fischi per fiaschi".
  • WhiteDiablo
    Livello: 5
    17499
    Post: 2927
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    No, un easter egg è un contenuto del tutto estraneo ad un gioco in cui si trova e del tutto inerte. In questo caso For Honor è un gioco in fase di sviluppo presso Ubisoft Montreal e verrà pubblicato in un futuro abbastanza prossimo da Ubisoft, pertanto non è nè estraneo nè inerte, si tratta di una forma di "pubblicità" ad un prodotto dell'azienda che ha pubblicato The Division e pertanto è pertinente ed ha una forma attiva, ovvero quella di richiamare l'attenzione del giocatore su un gioco che verrà pubblicato durante la vita attiva di un altro gioco con cui esso è impegnato o comunque in un lasso temporale pertinente. Semplicemente è una forma di pubblicità più subdola di quanto si potrebbe pensare, non ha niente di "divertente", richiama unicamente l'attenzione su un gioco che Ubisoft sta per pubblicare, a chi non conoscesse il gioco ma avesse gocato The Division risulterebbe un qualcosa di "familiare" perchè già visto in qualche luogo noto, in questo caso un gioco, ovvero un media verso cui l'utenza generalmente non tende a fare "barriera psicologica" come nel caso di campagne pubblicitarie che si svolgano su altri supporti, come giornali, cartelloni stradali, spot televisivi o pubblicazioni sul web che in genere vengono prese seriamente perchè "reali". In pratica si tratta di un "cavallo di T_r_o_i_a" (intelligente l'autocensura, davvero..) assimilabile alla pubblicità subliminale in quanto sensibilizza l'utente in un momento in cui le sue difese sono basse che sarà già "installato" nelle menti dei potenziali acquirenti quando si dovesse amplificare il segnale pubblicitario del gioco all'avvicinarsi del suo rilascio. Pertanto, anche se può sembrare una cosa innocua, in effetti non la è.
    Rimane sempre un easter egg,é inutile che fai spiegoni che non servono niente visto che nella definizione di "easter egg" c'è il fatto che é una sorta di firma che é estranea al software in cui é messo,siccome stiamo facendo riferimento ad un qualcosa di scollegato al gioco in cui é inserito(non é la prima volta che le software mettono easter che si riferiscono a giochi in uscita o già usciti da loro sviluppati)rimane un easter egg,messo sicuramente per scopo pubblicitario ma easter egg rimane.
  • AlucarD513
    Livello: 2
    79
    Post: 14
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    Usiamo le parole giuste, se si trattasse di un gioco "fittizio", già uscito da tempo immemore e non più in vendita o che potrebbe uscire ipoteticamente fra 100 anni, allora si potrebbe trattare di autoreferenzialità", (ad es. Final Fantasy XXVII in Deus Ex: Human Revolution) visto che For Honor invece non è fittizio ed è programmato per uscire a breve, chiamiamola col suo nome, ovvero "pubblicità"..
    Quotone,il poster di Final Fantasy nello studio di Pritchard era geniale.O per esempio i pupazzi di Jak e Daxter su The Last of Us,tanto per fare l'esempio opposto.Su The Division oltre a questo c'é anche un piccolo volantino di Grow Home nella prima safehouse visitabile,altro gioco Ubisoft del 2015.Quindi sí,é solo pubblicitá
  • DoubleBarrel
    Livello: 3
    9762
    Post: 4447
    Mi piace 4 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da Vybz

    sempre un easter egg rimane.
    No, un easter egg è un contenuto del tutto estraneo ad un gioco in cui si trova e del tutto inerte. In questo caso For Honor è un gioco in fase di sviluppo presso Ubisoft Montreal e verrà pubblicato in un futuro abbastanza prossimo da Ubisoft, pertanto non è nè estraneo nè inerte, si tratta di una forma di "pubblicità" ad un prodotto dell'azienda che ha pubblicato The Division e pertanto è pertinente ed ha una forma attiva, ovvero quella di richiamare l'attenzione del giocatore su un gioco che verrà pubblicato durante la vita attiva di un altro gioco con cui esso è impegnato o comunque in un lasso temporale pertinente. Semplicemente è una forma di pubblicità più subdola di quanto si potrebbe pensare, non ha niente di "divertente", richiama unicamente l'attenzione su un gioco che Ubisoft sta per pubblicare, a chi non conoscesse il gioco ma avesse gocato The Division risulterebbe un qualcosa di "familiare" perchè già visto in qualche luogo noto, in questo caso un gioco, ovvero un media verso cui l'utenza generalmente non tende a fare "barriera psicologica" come nel caso di campagne pubblicitarie che si svolgano su altri supporti, come giornali, cartelloni stradali, spot televisivi o pubblicazioni sul web che in genere vengono prese seriamente perchè "reali". In pratica si tratta di un "cavallo di T_r_o_i_a" (intelligente l'autocensura, davvero..) assimilabile alla pubblicità subliminale in quanto sensibilizza l'utente in un momento in cui le sue difese sono basse che sarà già "installato" nelle menti dei potenziali acquirenti quando si dovesse amplificare il segnale pubblicitario del gioco all'avvicinarsi del suo rilascio. Pertanto, anche se può sembrare una cosa innocua, in effetti non la è.
  • Vybz
    Livello: 4
    6607
    Post: 765
    Mi piace 3 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    Usiamo le parole giuste, se si trattasse di un gioco "fittizio", già uscito da tempo immemore e non più in vendita o che potrebbe uscire ipoteticamente fra 100 anni, allora si potrebbe trattare di autoreferenzialità", (ad es. Final Fantasy XXVII in Deus Ex: Human Revolution) visto che For Honor invece non è fittizio ed è programmato per uscire a breve, chiamiamola col suo nome, ovvero "pubblicità"..
    sempre un easter egg rimane.
  • lernialeone
    Livello: 2
    -17
    Post: 15
    Mi piace 6 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da DoubleBarrel

    Usiamo le parole giuste, se si trattasse di un gioco "fittizio", già uscito da tempo immemore e non più in vendita o che potrebbe uscire ipoteticamente fra 100 anni, allora si potrebbe trattare di autoreferenzialità", (ad es. Final Fantasy XXVII in Deus Ex: Human Revolution) visto che For Honor invece non è fittizio ed è programmato per uscire a breve, chiamiamola col suo nome, ovvero "pubblicità"..
    Amen.
  • DoubleBarrel
    Livello: 3
    9762
    Post: 4447
    Mi piace 12 Non mi piace -2
    Usiamo le parole giuste, se si trattasse di un gioco "fittizio", già uscito da tempo immemore e non più in vendita o che potrebbe uscire ipoteticamente fra 100 anni, allora si potrebbe trattare di autoreferenzialità", (ad es. Final Fantasy XXVII in Deus Ex: Human Revolution) visto che For Honor invece non è fittizio ed è programmato per uscire a breve, chiamiamola col suo nome, ovvero "pubblicità"..
caricamento in corso...

 
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Se accedi a un qualunque elemento sottostante acconsenti a utilizzarli.