Digital Bros Game Academy: chiude il primo anno

68 studenti, 4 corsi, nuovi moduli e approfondimenti di formazione, una nuova figura di trainer, una serie di nuovi partner: queste le principali novità del secondo anno accademico della Digital Bros Game Academy, al via a Milano il 22 marzo, annunciate in seguito al Graduation Day, momento di chiusura ufficiale della prima edizione tenutosi lo scorso 25 febbraio.
Il secondo anno si apre all’insegna della crescita: un numero di iscrizioni quasi triplicato, studenti più adulti e con profili più strutturati, ampliamento del corpo docenti, dei corsi, delle aule. Gli studenti, di cui 67 provenienti da oltre 15 differenti regioni italiane, e 1 dalla Spagna, sono espressione dell’evoluzione del panorama videoludico, un segmento sempre più protagonista nello scenario economico italiano, in grado di aprire interessanti opportunità di lavoro nel nostro Paese oltre che all’estero, per i giovani di talento che vogliono trasformare una passione in professione.

Anche quest’anno l’Academy sarà strutturata in 3 corsi principali: Game Designer, Artist e Animator 2D/3D e Game Programmer, ma l’aumento significativo dei partecipanti ha portato al ripensamento e all’ampliamento di diversi aspetti. In particolare il corso di Game Designer si sdoppierà in due sezioni, e vedrà l’ingresso di Riccardo Landi – Lead Game Designer - che affiancherà, in funzione di Core Trainer responsabile della nuova sezione, Simone Magni, Core Trainer dedicato a questo corso, in carica dallo scorso anno.
Massimo Ribattezzato, si riconferma Core Trainer del corso di Artist & Animator 2D/3D mentre fa il suo ingresso come new entry Michele Pirovano, - Ingegnere Informatico e Indie Developer - in qualità di Core Trainer del corso di Game Programmer. Altra novità dell’Anno 2016/2017 è l’istituzione di una nuova figura di docente, lo Specialist Trainer, che risponde all’esigenza di integrare la formazione on-going con dei focus specifici, delle sessioni formative verticali articolate su diversi moduli, che daranno agli studenti l’opportunità di approfondire alcuni particolari aspetti dei singoli corsi. Ludovico Cellentani già Core Trainer del corso di Game Programmer per l’anno scorso, quest’anno ricoprirà il ruolo di Specialist Trainer.

Il primo anno della Digital Bros Game Academy è stato per noi un vero successo. La scuola ha portato a termine quello che era l’obiettivo principale, ovvero è riuscita ad aiutare concretamente i ragazzi ad affacciarsi al mondo del lavoro con un profilo job ready, e i primi positivi risultati stanno già arrivando in questa fase finale, in cui gli studenti si stanno confrontando con il mercato esterno, ottenendo un riscontro diretto sulla qualità della loro formazione e sulle opportunità a cui ha portato il loro impegno. Abbiamo visto crescere professionalmente, oltre che al livello personale, ognuno di questi ragazzi, che attraverso l’impegno e la tenacia ci hanno dimostrato giorno per giorno che il mercato italiano ha tutte le carte in regola per affermarsi sullo scenario internazionale.” Ha dichiarato Geoffrey Davis, Direttore Generale della DBGA. “Il numero – veramente eccezionale – e la tipologia di richieste che abbiamo ricevuto per il secondo anno ci confermano che stiamo percorrendo la giusta strada, e ci hanno spinto a rendere il percorso ancora più specialistico per andare incontro non solo a chi si affaccia al mondo del lavoro e le nuove evoluzioni del mercato in quest’ultima anno ma anche per chi ha la volontà o la necessità di rimettersi in gioco. Il nostro modello sono le realtà internazionali come i bootcamp negli US - sia in termini di profili degli studenti, sia in termini di modalità di offerta formativa – a cui vediamo che ci stiamo avvicinando, mantenendo però le caratteristiche che contraddistinguono il talento italiano, ovvero la creatività e l’attenzione agli aspetti artistico culturali e di design.
Prosegue infine la sinergia con SIAM, storica Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri. In questa cornice sono state integrate nuove attività di mentoring finalizzate a sostenere lo sviluppo e l’acquisizione di soft skills da parte degli studenti.


Tags: | Digital Bros
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 6
  • soullessita
    soullessita
    Livello: 4
    Post: 1462
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Scherziamo? Un corso strapagato per cosa...? Siamo in una era dove è più facile sviluppare giochi rispetto a trovare una ragazza. Software di sviluppo giochi di alto livello gratuiti (Unity e Unreal) con una enorme userbase di Guide/Tutorial/Esempi e quant'altro per iniziare da 0 e riuscire a creare qualcosa di decente. Si ha la possibilità di usare siti di gaming e streamers per farsi pubblicizzare, si ha la possiblità di poter vendere il proprio gioco con tutti senza l'aiuto di publisher, si ha pure la rara possibilità di essere finanziato ancor prima di mettersi seriamente al lavoro (attraverso il kickstarting). Cioè, se vuoi entrare a far parte di un'azienda devi prima fare l'esperienza... e, suvvia, un titolo di studio come questo è carta straccia rispetto ad un buon curriculum di giochi sudati già creati di propria mano.

  • Livello: 1
    Post:
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    per lavorare nel settore bisogna andar via dall' italia, sicuro al 99% dato che qui da noi c'è solo Kunos Simulazioni, Mileston e altri piccoli studi, a me piacerebbe fare la grafica dato che so già usare 3DStudio + Vray, peccato che il corso costa un botto e non garantisce di trovare lavoro.
  • T3mpesta
    T3mpesta
    Livello: 3
    Post: 330
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    l eta non mi sorprende visto che il corso non costa poco anzi è un piccolo investimento. mi piacerebbe fare quello di game designer .
  • kalu666
    kalu666
    Livello: 2
    Post: 307
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da theblackhunter

    Pensavo che molti di questi ragazzi avessero tra i 18 e i 25anni, ma mi sa che sono più grandi di così!
    Visto il costo dubito che 2 sbarbati se lo possano permettere, papi permettendo
  • MauSeventyOne
    MauSeventyOne
    Livello: 2
    Post: 102
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    la voglia di imparare non ha età! non costasse due reni e tre testicoli e non avessi un lavoro che mi occupa fulltime ci farei un serio pensierino!
  • theblackhunter
    theblackhunter
    Livello: 4
    Post: 218
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Pensavo che molti di questi ragazzi avessero tra i 18 e i 25anni, ma mi sa che sono più grandi di così!
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.