Niente open world per Vampyr, ecco perché

Stéphane Beauverger e Grégory Szucs, rispettivamente narrative director e art director di Dontnod Entertainment, hanno condiviso nuovi dettagli su Vampyr, spiegando come il titolo non sarà caratterizzato da un open world. “Quanto più si crea un open world, meno la trama sarà importante per il giocatore” ha spiegato Beauverger “Per esempio, mi piacciono molto giochi come Skyrim ma ci sono così tante cose da fare che la missione principale alla fine è solo una serie di missioni secondarie. La cosa più importante è quello che farete in questo mondo.

Dontnod ama creare forti personaggi e per controllare quello che abbiamo, dobbiamo guidare il giocatore attraverso un processo di scoperta. Quindi non c'è libertà di circolazione e non c'è la libertà di andare dove si vuole nel mondo che abbiamo creato. Alcune parti del gioco saranno sbloccate solo quando lo decideremo noi.
Ricordiamo infine che al seguente indirizzo potete trovare la nostra anteprima di Vampyr.
Data di uscita: TBA 2017
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 24
  • Viola4ever_95
    Viola4ever_95
    Livello: 5
    Post: 1130
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da NapoleonInRags

    Notizia che accolgo molto molto molto felicemente. Il binomio gioco bello = gioco open world ha veramente rotto.
    Non posso che quotare. I Dontnod hanno sempre di più il mio appoggio.
  • Nerd2thebone
    Nerd2thebone
    Livello: 3
    Post: 135
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Gardalimone64

    per quanto mi riguarda rimarrà sullo scaffale fin quando lo deciderò io..
    hahahahah grande

  • Livello: 1
    Post:
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    per quanto mi riguarda rimarrà sullo scaffale fin quando lo deciderò io..
  • Echo
    Echo
    Livello: 6
    Post: 2617
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Pee me a creare un open world con una trama "forte" ci son riusciti solo i cd project. Il rischio di dispersività è altissimo su iochi del genere e la scelta di non introdurre l'open world è azzeccata: meno risorse spese e rischi minori. E poi a dirla tutta ce ne sono fin troppi di open world al momento
  • Jupiter Jazz
    Jupiter Jazz
    Livello: 3
    Post: 86
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da ShepardJohn

    Che senso ha allora un open world se la mappa è vuota? A sto punto conviene fare un gioco story driven per non sprecare risorse
    Per una questione di immersività. Il gioco tratta di indagini, una mappa aperta in cui dover trovar gli indizi e magari i personaggi da interrogare non sarebbe male. In ogni caso le missioni principali possono essere di ogni tipo, tutte però finalizzate alla trama. Capisco che molti dicano che il mercato e saturo di l'open-world, ma rappresenta più un passo innovativo che uno stile di gioco secondo me.
  • Light8
    Light8
    Livello: 7
    Post: 5628
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Bravi. Condivido in pieno.
  • assassins...
    assassins...
    Livello: 1
    Post: 2188
    Mi piace 0 Non mi piace -3
    non condivido quello che hanno detto ma da una parte ci sta.... spero per loro che valga come gioco perchè senò meglio che si diano all ippica
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 3
    Post: 4447
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Eh, beh, non ha tutti i torti, anche se.. ..se la trama c'è veramente è anche in grado di richiamare l'attenzione del giocatore da altre attività sandbox di un open-world, chiaro che, quando è già di per se deboluccia, in un open-world perde ancora più di incisività..
  • ShepardJohn
    ShepardJohn
    Livello: 5
    Post: 1496
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Jupiter Jazz

    Secondo me un open world non è mai di intralcio per la trama. Se le troppe cose da fare possono essere di distrazione le togli, metti solo missioni principali. Poi se hanno poche risorse basta dirlo, ma anche Lord of the fallen era un piccolo gioco open-world e secondo me non era fatto male.
    Che senso ha allora un open world se la mappa è vuota? A sto punto conviene fare un gioco story driven per non sprecare risorse
  • NapoleonInRags
    NapoleonInRags
    Livello: 4
    Post: 2053
    Mi piace 8 Non mi piace -1
    Notizia che accolgo molto molto molto felicemente. Il binomio gioco bello = gioco open world ha veramente rotto.
  • Simogamer89
    Simogamer89
    Livello: 3
    Post: 587
    Mi piace 9 Non mi piace -1
    Sono felicissimo! ultimamente si butta l'open world ovunque! cmq rimango basito da come ormai le SH debbano rilasciare dichiarazioni in cui devono precisare che un titolo non è open world, come se non esistesse altro e loro si debbano scusare con l'utenza perchè non fanno i pecoroni. L'era ps1/2 era piena di titoli "lineari" e mi pare che di capolavori ce ne fossero a iosa!!!
  • LukeSaian
    LukeSaian
    Livello: 5
    Post: 1047
    Mi piace 3 Non mi piace -2
    Bene così, non amo troppo gli open world: un po' di esplorazione va bene, ma detesto le mappe giganti e dispersive con mille mila quest secondarie che si accavallano senza darti respiro. In un gioco che vuole dare molta importanza alla narrazione, come quelli dei dontnod appunto, una certa linearità è inevitabile.
  • bazza
    bazza
    Livello: 3
    Post: 55
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da n0sensename
    Ho usato parole come "ennesimo" e "originali" proprio per far capire ma se non si mette na troll face non si capisce che si trolla ormai Fanboy e giocatori casual ormai ci hanno abituato a frasi di questo tipo sincere D:
    Lol, scusami ma di questi tempi è dura capire chi è solo ironico e chi no, le community sono alquanto bizzarre nei loro comportamenti ^^
  • andrearockon
    andrearockon
    Livello: 4
    Post: 4282
    Mi piace 3 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da mat_mark

    Scelta comprensibile, è difficile sviluppare una trama ben focalizzata quando si ha a che fare con un mondo aperto...
    Eccezion fatta per cd Project però...
  • MrRed91RD
    MrRed91RD
    Livello: 1
    Post: 347
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Jupiter Jazz

    Secondo me un open world non è mai di intralcio per la trama. Se le troppe cose da fare possono essere di distrazione le togli, metti solo missioni principali. Poi se hanno poche risorse basta dirlo, ma anche Lord of the fallen era un piccolo gioco open-world e secondo me non era fatto male.
    Infatti ci sono titoli e titoli, però il mercato è comunque saturo di open-world e quella dei Dontnod è una scelta coraggiosa che si distingue da altri titoli, meglio per noi. Mi chiedevo quanto sarebbe stato bello Remenber Me a mondo aperto, ma a pensarci bene è bellissimo così.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.