Hideo Kojima ha rifiutato il premio di MGSV ai D.I.C.E. Awards

Vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi che Metal Gear Solid V: The Phantom Pain ha vinto il premio di miglior gioco d'avventura del 2015 ai D.I.C.E. Awards, ma nessun rappresentante di Konami era presente alla manifestazione per ritirare il premio. Gli organizzatori, ovviamente, hanno pensato di assegnarlo direttamente a Hideo Kojima, noto padre del titolo ed ora indipendente con Kojima Productions, ma il celebre game designer non ha voluto ritirarlo.



"Konami non ha potuto inviare nessuno agli awards, e Kojima-san ha preferito non accettare il premio. L'Academy ha quindi pensato che far accettare il premio ai presentatori al loro posto fosse la soluzione migliore per tutte le parti coinvolte" ha spiegato un portavoce dell'Academy of Interactive Arts and Sciences.

Vi ricordiamo che, nel dicembre scorso, un avvocato incaricato da Konami impedì a Hideo Kojima di presentarsi ai The Game Awards di Geoff Keighley per ritirare i premi vinti da The Phantom Pain.
Il gioco della discordia, nato come racconto della caduta di Big Boss e con l'ambizione di diventare il Metal Gear definitivo—ed oggi evidente oggetto controverso della frattura insanabile tra Kojima e Konami— è disponibile su PC, PS4, Xbox One, Xbox 360 e PS3.

Fonte: DualShockers
Data di uscita: 1 settembre 2015 - 13 ottobre 2016 Definitive Experience
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 27
  • Alexbalbo
    Alexbalbo
    Livello: 0
    Post: 36
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da dam_N
    Ok, il gioco sarà pure incompleto sotto alcuni aspetti, ma c'è da dire che raggiunge dei picchi narrativi ed emozionali che personalmente ho raramente trovato in altri giochi
    Concordo appieno..ma io dico possibile ke con tutta l autentica feccia in giro si debba disprezzare un capolavoro simile soltanto xkè qualke presunto filosofo ha decretato ke il secondo capitolo è incompleto o noioso?ma l addio di Quiet..o il momento in qui Venom ha dovuto uccidere i suoi compagni quando cakkio li avete mai vissuti in un videogame? ma xke non ragionate e pensate prima di svuotare i polmoni? ma quando rigiokerete qualcosa ke solo lontanamente si avvicina al gameplay ed alle animazioni di MGSV?..senza parole
  • bethlehem
    bethlehem
    Livello: 7
    Post: 3388
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    ha fatto bene
  • dam_N
    dam_N
    Livello: 6
    Post: 203
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Elven91

    Il punto è proprio che è più narrativamente incompleto che a livello di gameplay, sarebbe potuto essere molto meglio e raggiungere i veri picchi emozionali di altri capitoli della saga. Non si tratta solo di una o due missioni in meno...
    Mah ti dirò, ho avuto l'impressione che Kojima per MGSV abbia lavorato più per "commissione" che per il vero gusto di raccontare una storia, che effettivamente rispetto agli altri capitoli è volontariamente non organica e frammentata. Vuoi la natura open world -a mio avviso, la migliore interpretazione del genere- che inevitabilmente spezza il ritmo, vuoi lo sviluppo travagliato, ma le premesse per quello che da sei mesi abbiamo tra le mani c'erano un po' tutte. E' il capitolo della discordia senza dubbio, ma è anche quello che paradossalmente offrendo meno, mi ha lasciato un mare di emozioni dentro, mi ha davvero fatto sentire l'odio, la crudeltà, il rancore covato dai personaggi, il "venom" che pulsa per motivi più o meno uguali nelle vene di tutti loro. E già solo far percepire questo, senza bisogno di cadere in altri voli pindarici, è un enorme pregio..certo, poi questo è quello che ho provato io, ma alla fine Kojima che cosa ha voluto dirci davvero? Che ognuno si costruisce la propria storia.
  • Elven91
    Elven91
    Livello: 8
    Post: 3848
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da dam_N

    Ok, il gioco sarà pure incompleto sotto alcuni aspetti, ma c'è da dire che raggiunge dei picchi narrativi ed emozionali che personalmente ho raramente trovato in altri giochi
    Il punto è proprio che è più narrativamente incompleto che a livello di gameplay, sarebbe potuto essere molto meglio e raggiungere i veri picchi emozionali di altri capitoli della saga. Non si tratta solo di una o due missioni in meno...
  • dam_N
    dam_N
    Livello: 6
    Post: 203
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Ok, il gioco sarà pure incompleto sotto alcuni aspetti, ma c'è da dire che raggiunge dei picchi narrativi ed emozionali che personalmente ho raramente trovato in altri giochi
  • Jupiter Jazz
    Jupiter Jazz
    Livello: 3
    Post: 86
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Il confronto tra MGSV e TW3 non ha nessun senso, sono due giochi stupendi e probabilmente i massimi esponenti attuali dei loro generi. Entrambi prendono meccaniche già viste e le riutilizzano in maniera eccellente. MGSV è uno stealth game con uno sfondo militare, è normale che le mappe possano sembrare vuote, sono zone di guerra. TW3 è un RPG con una forte componente narrativa, quindi le sue mappe sono piene di NPC e luoghi di interesse. Detto questo sono contento che il GOTY sia andato ai CDP perché sono uno dei pochi studi ancora old school che si trovano in giro.
  • Phate289
    Phate289
    Livello: 5
    Post: 591
    Mi piace 1 Non mi piace -5
    Originariamente scritto da ShepardJohn

    Qua stiamo scherzando dai Senti può non esserti piaciuto, può aver grosse mancanze strutturali e narrative, ma quando un gioco ha un tale gameplay, così innovativo, curato, sconfinato di possibilità e divertente, passa tutto in Secondo piano.
    scusami ma cosa c'è di innovativo in MGS 5? Se c'è una cosa che da sempre ha un po' zoppicato nei Metal Gear è il gameplay, le meccaniche stealth in particolare, ma anche le fasi di shooting, alcuni boss mal gestiti ed altre mancanze. E soprattutto di innovativo ci vedo ben poco, apparte la grande cura nella narrazione che ai tempi del primo capitolo era una rarità.
  • Geralt-of-Rivia
    Geralt-of-Rivia
    Livello: 1
    Post: 76
    Mi piace 0 Non mi piace -3
    Penso che poteva anche accettarlo visto che Metal Gear è una sua creazione, non ci sarebbe nulla di male a farlo, non capisco sinceramente.
  • generale_...
    generale_...
    Livello: 2
    Post: 629
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    la scarsità della mappa di MGSV non ha scusanti... secondo me è stata generata a random da qualche programma e gli sviluppatori si sono concentrati solo su determinate zone tipo le basi militari
  • ShepardJohn
    ShepardJohn
    Livello: 5
    Post: 1496
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Jimijimi

    Il progetto viste le pesanti carenze andava stroncato dalla stampa, ed invece non solo gli hanno assegnato voti altissimi (alcuni che rasentavano anche il massimo) solo perchè si parlava di Kojima. Guarda caso con The Witcher 3 non essendoci dietro un nome di peso molti giornalisti ci sono andati giù pesante. Intendiamoci, entrambi i giochi hanno carenze strutturali (che almeno i cdred da svariati mesi hanno risolto o hanno limato) ma nonostante ciò rimane un prodotto fatto e finito, mentre MGSV è tutt'altro che un lavoro completo. Eppure... la stampa (fortunatamente qualche mosca bianca ce stata) ha deciso di sorvolare su mancanze gravissime nell'impianto narrativo e di level design. Hey! ma ci stava Kojima dietro, guai a fare una recensione imparziale che evidenziasse le enormi carenze strutturali che il titolo ha.
    Qua stiamo scherzando dai Senti può non esserti piaciuto, può aver grosse mancanze strutturali e narrative, ma quando un gioco ha un tale gameplay, così innovativo, curato, sconfinato di possibilità e divertente, passa tutto in Secondo piano. Certo tw3 ha un mappa bella da esplorare e delle quest stupende (tranne i contratti da witcher), ma comunque non stiamo parlando della madonna in termini di gameplay dato che si limita ad "usa i sensi da witcher" e "sacagna di botte tutti". Il che andrebbe bene se il Combat System fosse soddisfacente e vario ma purtroppo non è così. Poi ha degli enormi problemi nella mobilità dei combattimenti, a volte geralt impazzisce quando deve salire uno scalino mentre combatte e si incastra ovunque negli interni. C'era poi chi si lamentava dell'ambientazione spoglia, beh non sono mai stato in afganistan durante l'invasione sovietica ma secondo me è abbastanza spoglia ) Insomma va bene l'inc@zz@tura ma cerchiamo anche di essere obbiettivi un minimo, mgs5 è un grandissimo gioco come non se ne vedevano da anni ed anni
  • gengi_93
    gengi_93
    Livello: 4
    Post: 49
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Quanto odio ingiustificato verso Kojima. Adesso non è manco libero di postare quel che cavolo gli pare?! Tra l'altro il suo comportamento è lo stesso di sempre. Durante lo sviluppo iniziale di Phantom Pain, postava in continuazione, ma siccome ancora non si era alzato tutto sto polverone, i siti se ne fregavano ampiamente di scriverci delle news. Poi pensare che Kojima sia solo un turista che scatta foto, è da matti! Forza ragazzi, è molto probabile che stia ingaggiando qualcuno nel suo team, è lampante! Riguardo la faccenda Phantom Pain, nonostante sia uscito castrato, questo titolo fa i culi a tanti altri giochi in giro. Direi che è abbastanza assurdo, non credete? Invece no, avete solo voglia di tirare m**** su Kojima, perché questo capitolo vi ha deluso o perché vi sta sul caspio lui. Troppo divinizzato dite? Io dico solo che è un genio dell'industria videoludica, insieme a pochi altri (Miyamoto? Miyazaki?...).
  • Jupiter Jazz
    Jupiter Jazz
    Livello: 3
    Post: 86
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    Leggendo i vostri commenti volevo solo sottolineare delle cose: le missioni con i modificatori non sono assolutamente necessarie a finire la storia, e non dico per sentito dire. Condivido appieno le proteste sulla Mother Base non personalizzabile sopratutto perchè l'avevano venduta come tale, quando alla fine, anche nelle missioni FOB sono tutte uguali. Per quanto la trama a mio dire non ha dei buchi (le cassette chiariscono tutto) è veramente semplice e telefonata. Fortunatamente la narrativa tiene e per quanto mi riguarda le cut-scene sono state ottime e coinvolgenti. A mio dire la soluzione migliore sarebbe stata fare una 70ina di missioni in totale ognuna a supporto della trama invece delle 50 missioni principali + 150 secondarie, lasciando comunque la possibilità di free roaming per i collezionabili e il reclutamento delle truppe. L'online è inutile perchè perde completamentoe lo spirito del titolo. Avrei prefiro una coop sinceramente. Per il resto considero MGSV un ottimo prodotto, si è meritato il voto che ha preso su Spazio sopratutto per la grande solidità del gameplay e la possibilità di sbizzarrirsi come si vuole sulle diverse tipologie di approccio alla missione.
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Questa storia tra Konami e Kojima ha veramente dell'incredibile: la Konami si comporta in maniera dispettosa e puerile, e Kojima sembra in un puttan tour, più che in giro per software house alla ricerca del/dei partner per il suo prossimi gioco, e soprattutto pronto a postare la qualsiasi sui social dopo 20 anni di galera. Speriamo che la sbornia di libertà finisca in fretta altrimenti Kojima si specializzerà in comunicazioni social, piuttosto che in una nuova memorabile IP.
  • Big_Boss199X
    Big_Boss199X
    Livello: 3
    Post: 877
    Mi piace 6 Non mi piace -4
    Originariamente scritto da Jimijimi

    Il progetto viste le pesanti carenze andava stroncato dalla stampa, ed invece non solo gli hanno assegnato voti altissimi (alcuni che rasentavano anche il massimo) solo perchè si parlava di Kojima. Guarda caso con The Witcher 3 non essendoci dietro un nome di peso molti giornalisti ci sono andati giù pesante. Intendiamoci, entrambi i giochi hanno carenze strutturali (che almeno i cdred da svariati mesi hanno risolto o hanno limato) ma nonostante ciò rimane un prodotto fatto e finito, mentre MGSV è tutt'altro che un lavoro completo. Eppure... la stampa (fortunatamente qualche mosca bianca ce stata) ha deciso di sorvolare su mancanze gravissime nell'impianto narrativo e di level design. Hey! ma ci stava Kojima dietro, guai a fare una recensione imparziale che evidenziasse le enormi carenze strutturali che il titolo ha.
    Non c'è neanche da paragonare TW3 a MGSV. Il gioco dei CD Projekt è bello e finito, infatti si è meritato il GOTY. Io stesso dico che è un capolavoro. MGSV invece è solo l'ombra di se stesso. The Phantom Pain è il peggior MGS della serie (Cosa? ). Konami mi ha venduto un prodotto incompleto, con un online che è a dir poco una beta (MGO3). Personalmente, se avessi avuto i soldi, li avrei portati in tribunale. Ad alcuni può far ridere la cosa, altri penseranno che sia un pazzo ma, quello che ha fatto Konami è stata una Bella truffa! Se poi la gente non si è accorta che il gioco, per l'80% è composto da missioni primarie che dovevano essere delle secondarie e la PARTE 2 è un riciclaggio della PARTE 1, non so più cosa dire! Più aggiungiamo BUCHI ENORMI di sceneggiatura, e il risultato è di aver messo in commercio un gioco incompleto. Meglio PEACE WALKER, almeno quel capitolo della saga, aveva tutte le cose al posto giusto. Kojima ha sbagliato pure lui, forse si è dilungato troppo e visto che in Konami ormai ci lavorano i gibboni, era inevitabile una lite/divorzio. Mio voto personale? 7/10. Salvo giusto il lato tecnico, ovvero: gameplay, grafica, sonoro ecc.. ma per un FAN di MGS questo non bastava. Un FAN di MGS voleva una vera storia, colpi di scena sensati e non il medico di Beverly Hills... lasciamo perdere va...
  • Aranel Nero
    Aranel Nero
    Livello: 8
    Post: 125
    Mi piace 4 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da DanteVergil

    io ci ho giocato per quasi 100 ore. È dai tempi di final fantasy X che non giocavo così tante ore ad un gioco. Ho goduto dalla prima all'ultimo ora. E non ho fatto missioni FOB e metal gear online. Ha carenze narrative innegabili. Ma come gameplay è lo stato dell'arte. Fortuna che ha queste carenze perché altrimenti ci saremo ritrovati il gioco perfetto.
    Quoto alla grande. Di certo non è un metal gear di quelli a cui siamo stati abituati. Ma il gioco in se è maledettamente divertente.
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.