Nintendo NX nel 2016? Un grosso errore, secondo alcuni analisti

Vi abbiamo già riferito diverse volte che molte fonti si dicono convinte che Nintendo NX, la nuova console di casa Nintendo, sia destinata ad arrivare sul mercato già nel corso del 2016. Una scelta che potrebbero però rivelarsi disastrosa, secondo gli analisti di DFC, che hanno espresso tutti i loro dubbi sulla possibile data di release.



Secondo gli esperti di mercato, un lancio in competizione con i debutti delle periferiche per la realtà virtuale, come PlayStation VR, sarebbe una disfatta. Proprio per via di questi dispositivi, che secondo gli stessi analisti monopolizzeranno le attenzioni degli utenti per il panorama hardware, NX potrebbe riuscire ad avere un impatto solo intorno a fine 2017.

Precisamente, si legge "DFC ritiene che il lancio di un nuovo sistema da parte di Nintendo nel 2016 si rivelerebbe un errore in qualsiasi possibile scenario, e Nintendo NX non riuscirà ad avere un impatto sul mercato se non nel tardo 2017."

Gli stessi analisti, che anticipano di essere pronti a rivedere le loro previsioni quando conosceranno nel dettaglio prezzi e date di lancio dei dispositivi coinvolti, ritengono anche che i dispositivi VR avranno un impatto negativo sul mercato di Wii U e Xbox One.
Data di uscita: Marzo 2017
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 28
  • Cranky Kong
    Cranky Kong
    Livello: 1
    Post: 4476
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Minollo64

    al passo coi tempi? si, ma fino ad un certo punto. il N64 era il non plus ultra della potenza di calcolo, accoppiata però ad un supporto suicida (le famigerate cartucce) che, al termine del ciclo commerciale, non superava i 32Mb, contro i 650Mb del CD standard usato dalla Playstation e dal Saturn. Certo, aveva tempi di accesso enormemente più veloci, ma giochi come MGS, interamente doppiati e con colonna sonora non MIDI, te li potevi solo sognare. Stesso discorso per il Gamecube, forse era la più potente dell'epoca, ma non tutti concordano, sicuramente l'XBOX non le arrancava dietro. Ma un mini DVD ha un terzo della capacità di un DVD, e per alcuni giochi era un problema. Ricordo, ad esempio, che Beyond Good and Evil era doppiato in 5 lingue tranne che sul Gamecube: in quello che avevo io c'era solo il tedesco e l'italiano.
    https://www.youtube.com/watch?v=i--lfT0ZqBk
  • copman
    copman
    Livello: 5
    Post: 2335
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Minollo64

    al passo coi tempi? si, ma fino ad un certo punto. il N64 era il non plus ultra della potenza di calcolo, accoppiata però ad un supporto suicida (le famigerate cartucce) che, al termine del ciclo commerciale, non superava i 32Mb, contro i 650Mb del CD standard usato dalla Playstation e dal Saturn. Certo, aveva tempi di accesso enormemente più veloci, ma giochi come MGS, interamente doppiati e con colonna sonora non MIDI, te li potevi solo sognare. Stesso discorso per il Gamecube, forse era la più potente dell'epoca, ma non tutti concordano, sicuramente l'XBOX non le arrancava dietro. Ma un mini DVD ha un terzo della capacità di un DVD, e per alcuni giochi era un problema. Ricordo, ad esempio, che Beyond Good and Evil era doppiato in 5 lingue tranne che sul Gamecube: in quello che avevo io c'era solo il tedesco e l'italiano.
    Passi avanti e passi indietro, come sempre in Nintendo. Il N64 ha introdotto l'analogico che oggi diamo per scontato su ogni pad, oltre ad essere di gran lunga la console con hardware migliore della generazione...ma le cartucce, in effetti, non avevano alcun senso. Il Gamecube era superiore all'Xbox per certi aspetti e inferiore in altri, ma tutti i multi giravano tranquillamente. Non ricordo che il mini DVD abbia mai creato veri problemi per via della memoria ma anche lì, sì, fu una scelta discutibile. In entrambi i casi però non si può parlare di console "arretrate", piuttosto di scelte tra il folle e il geniale. Folle come la totale mancanza di un servizio online decente su Gamecube, geniale come l'introduzione dell'analogico. Ovviamente il software non rientra nel discorso altrimenti si apre un capitolo a parte...
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Mr. CandLe

    Seppur con supporti di capacità inferiore, non si può dire che il Nintendone 64 e il GC non fossero al passo coi tempi suvvia...
    ho detto che erano le più potenti sul mercato dal punto di vista della potenza grafica, cos'altro devo aggiungere? certo la capacità dei supporti, specie per il N64, era castrante.
  • Everlast72
    Everlast72
    Livello: 3
    Post: 98
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Ma Patcher che dice? E' lui il vero esperto in queste stupidate di analisi
  • InterTriplete
    InterTriplete
    Livello: 2
    Post: 3872
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Secondo alcuni rumor, nel 2016 uscirà la parte portatile di NX, mentre la parte home uscirà l'anno prossimo. Sempre ammettendo che sia valido un altro rumor "genitore", cioè quello che NX sia effettivamente quel sistema home+portatile che nel corso degli ultimi anni è stato fantasticato coi nomi più bizzarri (il più gettonato: Nintendo Fusion). Ammettendo tutto questo, l'idea di questi analisti non è del tutto errata, e Nintendo si terrebbe ben distante dall'entrare in diretta competizione col VR quest'anno. Personalmente penso che, con una certa signora Zelda in arrivo, che uscirà SICURAMENTE su Wii U (e questo non è un rumor, ma una notizia, anche se qualcuno continua a dire il contrario nonostante le ripetute conferme di Nintendo stessa, non il primo che passa), il 2016 sarà l'ultimo grande anno di Wii U, per un finale coi botti... All'E3 ne sapremo sicuramente di più. Ma che una nuova home sia in arrivo quest'anno lo escluderei, per questo e altri motivi.
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 3
    Post: 4447
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Ultima7

    Allora... Per prima cosa... Se NX o una sia parte uscirà nel 2016... Ciò significa che N non punta al tutto il pubblico ma solo ad una piccola e precisa parte. Magari gente che preferisce le portatili o che ancora non ha acquistato xone e play4. Da qui capiamo due cose... O Nintendo ha completamente rinunciato a dominare il mercato. O alla Nintendo sono tutti idi@ti. Io propenderei di più per la seconda. E sono d'accordissimo con gli analisti. In quanto per fare la differenza quei suicidi di Nintendo dovrebbero avere un po' di pazienza e fare uscire anche a metà 2017 un nuovo hardware molto più potente delle attuali console. E munito di qualche nuova tecnologia appetibile. In modo da spingere gli utenti a fare il passaggio. Questo è il mio sogno e ciò che ogni videogiocatore dovrebbe sperare. Ovvero sana e buona concorrenza. Ma la N è completamente per i fatti suoi...
    Non tieni in considerazione una cosa: potrebbero già avere per le mani un prodotto superiore all'attuale concorrenza, come potrebbero già, forti dell'esperienza negativa fatta con WiiU, essere ben pronti per un eventuale lancio, a questo punto non vedo che benefici potrebbe portare un eventuale posticipo.
  • Ultima7
    Ultima7
    Livello: 4
    Post: 644
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    Allora... Per prima cosa... Se NX o una sia parte uscirà nel 2016... Ciò significa che N non punta al tutto il pubblico ma solo ad una piccola e precisa parte. Magari gente che preferisce le portatili o che ancora non ha acquistato xone e play4. Da qui capiamo due cose... O Nintendo ha completamente rinunciato a dominare il mercato. O alla Nintendo sono tutti idi@ti. Io propenderei di più per la seconda. E sono d'accordissimo con gli analisti. In quanto per fare la differenza quei suicidi di Nintendo dovrebbero avere un po' di pazienza e fare uscire anche a metà 2017 un nuovo hardware molto più potente delle attuali console. E munito di qualche nuova tecnologia appetibile. In modo da spingere gli utenti a fare il passaggio. Questo è il mio sogno e ciò che ogni videogiocatore dovrebbe sperare. Ovvero sana e buona concorrenza. Ma la N è completamente per i fatti suoi...
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 3
    Post: 4447
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Minollo64

    al passo coi tempi? si, ma fino ad un certo punto. il N64 era il non plus ultra della potenza di calcolo, accoppiata però ad un supporto suicida (le famigerate cartucce) che, al termine del ciclo commerciale, non superava i 32Mb, contro i 650Mb del CD standard usato dalla Playstation e dal Saturn. Certo, aveva tempi di accesso enormemente più veloci, ma giochi come MGS, interamente doppiati e con colonna sonora non MIDI, te li potevi solo sognare. Stesso discorso per il Gamecube, forse era la più potente dell'epoca, ma non tutti concordano, sicuramente l'XBOX non le arrancava dietro. Ma un mini DVD ha un terzo della capacità di un DVD, e per alcuni giochi era un problema. Ricordo, ad esempio, che Beyond Good and Evil era doppiato in 5 lingue tranne che sul Gamecube: in quello che avevo io c'era solo il tedesco e l'italiano.
    Invece il Nintendo 64 da un punto di vista hardware era di gran lunga la più potente tra le console della sua generazione, gli si poteva persino raddoppiare la RAM, il problema erano solo le cartucce che, ti ricordo, arrivavano solo fino a 64MB contro i 650 di un CDROM, però i tempi d'accesso erano veramente favorevoli, spesso e volentieri i caricamenti richiedevano tempi nulli, il problema sta anche nel fatto che erano più costose da produrre e richiedevano più tempo per essere prodotte, pertanto alcuni giochi non venivano rilasciati per l'uno o l'altro di questi motivi. Riguardo al Gamecube, sebbene ci fosse sulla carta parecchio distacco con la GPU della Xbox, faceva in ogni caso, proporzionalmente alle dimensioni, molto bene il proprio dovere e, lato GPU, era anche superiore a PS2, vero che i Mini Disk contenevano un terzo dei dati di un normale DVD, però tutto sommato era allineata, dal punto di vista delle prestazioni, alla concorrenza, Wii e WiiU invece sono sensibilmente inferiori alle proprie controparti, ma non di poco e ad una console, nello scenario attuale, non basta far girare bene i classici platform e basta, i casualoni che hanno decretato il successo di Wii ne hanno ancora abbastanza della medesima e lo hanno dimostrato mostrando il disinteresse più assoluto nei confronti di WiiU, una console non può poi essere realizzata pensando solo ai nostalgici, perchè le nuove generazioni, sebbene possano apprezzare i classici Nintendo, vogliono anche altro, molto altro e se una console Nintendo non copre queste esigenze è molto facile che si rivolgano prevalentemente verso le macchine che invece lo fanno.
  • Mr. CandLe
    Mr. CandLe
    Livello: 5
    Post: 2420
    Mi piace 1 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da Minollo64

    al passo coi tempi? si, ma fino ad un certo punto. il N64 era il non plus ultra della potenza di calcolo, accoppiata però ad un supporto suicida (le famigerate cartucce) che, al termine del ciclo commerciale, non superava i 32Mb, contro i 650Mb del CD standard usato dalla Playstation e dal Saturn. Certo, aveva tempi di accesso enormemente più veloci, ma giochi come MGS, interamente doppiati e con colonna sonora non MIDI, te li potevi solo sognare. Stesso discorso per il Gamecube, forse era la più potente dell'epoca, ma non tutti concordano, sicuramente l'XBOX non le arrancava dietro. Ma un mini DVD ha un terzo della capacità di un DVD, e per alcuni giochi era un problema. Ricordo, ad esempio, che Beyond Good and Evil era doppiato in 5 lingue tranne che sul Gamecube: in quello che avevo io c'era solo il tedesco e l'italiano.
    Seppur con supporti di capacità inferiore, non si può dire che il Nintendone 64 e il GC non fossero al passo coi tempi suvvia...
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da copman

    Mah. Con Nintendo è lecito aspettarsi tutto e il contrario di tutto. Potrebbero lanciare una console con hardware infimo ma qualche feature capace di dominare il mercato come nel caso di Wii, oppure presentare una console al passo coi tempi (come è sempre stato prima di Wii, anche se la gente l'ha scordato) e cambiare strategia, oppure boh. Fare delle previsioni è un po' azzardato a mio modo di vedere.
    al passo coi tempi? si, ma fino ad un certo punto. il N64 era il non plus ultra della potenza di calcolo, accoppiata però ad un supporto suicida (le famigerate cartucce) che, al termine del ciclo commerciale, non superava i 32Mb, contro i 650Mb del CD standard usato dalla Playstation e dal Saturn. Certo, aveva tempi di accesso enormemente più veloci, ma giochi come MGS, interamente doppiati e con colonna sonora non MIDI, te li potevi solo sognare. Stesso discorso per il Gamecube, forse era la più potente dell'epoca, ma non tutti concordano, sicuramente l'XBOX non le arrancava dietro. Ma un mini DVD ha un terzo della capacità di un DVD, e per alcuni giochi era un problema. Ricordo, ad esempio, che Beyond Good and Evil era doppiato in 5 lingue tranne che sul Gamecube: in quello che avevo io c'era solo il tedesco e l'italiano.
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    condivido gran parte dei commenti. la VR è troppo acerba, troppo costosa, e soprattutto in tanti avranno comunque un senso di fastidio, a prescindere dalla qualità dell'hardware e del software, che ne pregiudicherà l'uso. Secondo me richiede troppo adattabilità sensoriale, cosa che esclude in partenza gli ultraquarantenni e forse anche molti ultratrentenni. Io, per problemi di tunnel carpale, sono costretto ad usare il mouse con la mano sinistra, e non sono mancino. Da due anni ad oggi ancora non mi sono adattato del tutto, figuriamoci ad adattarmi ad un visore immersivo ai cui stimoli devo reagire premendo un pulsante piuttosto che dando un pugno o scappando via a gambe levate.
  • DoubleBarrel
    DoubleBarrel
    Livello: 3
    Post: 4447
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Rastrellin

    I visori non sono nè un pericolo nè un concorrente; 1) perchè costano più di una console 2) perchè ancora sono acerbi e alla lunga fastidiosi 3) perchè hanno ancora giochini da due soldi 4) sono sempre e comunque puramente accessori. Nintendo deve trainare Wiiu fino a che tutto per la partenza di Nx non sarà pronto come si deve, nè più nè meno. Software, produzione e giochi di lancio first e third, senza affrettamenti nè ritardi inutili. L'incognita che potrebbe far verificare una uscita nel classico autunno (2017) riguarda la maturazione/distribuzione dei dev-kit, su cui non si sa molto, il suo supporto da parte di N (scarso durante il periodo wiiu) e la velocità di conversione dei partner, in teoria molto facilitata a sto giro ma è pur sempre un apparecchio nuovo. Tuttavia... anche contando i tempi dei porting ed il successo stra-sicuro di Pokkén e Mononoke-Zelda, dubito N possa trainare Wiiu un altro anno, già copre a malapena questo, toglierebbe risorse ad Nx che tra l'altro ha giochi in sviluppo da un bel pezzo, come il titolo dei Retro, in cantiere dai tempi di Tropical Freeze. Al limite sarebbe possibile un uscita in due tempi, tra giappone e resto del mondo, ma sarebbe decisamente un ritorno al passato, poco incoraggiante e pericoloso per pretese crescenti dell'utenza e spalafango internettiani in prima linea. Credibile che, come si vocifera, Nx sarà presentata prima dell'E3 per far lievitare l'hype naturalmente, stampa deviata permettendo, che i giochi saranno presentati in estate e che l'uscita sarà nella prima metà del 2017, anche se con N niente è scontato. XD
    Stupendo discorso che però "implode" quando si considera che, se ci fossero davvero già dei giochi in sviluppo per NX da tempo, questi dovrebbero essere stati sviluppati su dei dev-kit ed i dev-kit, al contrario di quanto qualcuno creda, sono hardware praticamente identici al prodotto finale, eccezzion fatta per forma esteriore, quantità di RAM installata e frequenza di funzionamento del processore, quindi, se avessero già la parte logica della macchina e giochi a buon punto, rimarrebbe da parlare solo del guscio, della roadmap e delle politiche di lancio, tutte cose molto meno impegnative dal punto di vista delle tempistiche, pertanto, in poche parole, SE la console fosse quasi pronta e SE un decente parco titoli fosse quasi pronto, non vedo perchè dovrebbero ritardarne un eventuale lancio, fermo restando il fatto che bisogna sempre vedere le scelte sino ad ora effettuate ed il segmento di collocazione del prodotto. SE la parte fissa fosse stata realizzata con un anticipo delle tecnologie HBM2 e fosse in grado di dare due giri di manovella alle concorrenti e SE ci fosse già quasi pronto un parco titoli di rilievo, am tutto ciò presupporrebbe che avessero tirato i remi in barca riguardo a WiiU e che stessero lavorando sul nuovo progetto da almeno un paio di anni. Comunque SE non fosse più avanzata rispetto all'attuale concorrenza fallirebbe sicuramente in qualsiasi possibile scenario ed in qualsiasi possibile finestra temporale, stessa cosa se adottasse un'architettura diversa dalle attuali concorrenti, i budget dei giochi sono già abbastanza spaccati grazie alla necessità di release multipiattaforma, se i third party dovessero trovarsi ancora una volta di fronte ad un architettura proprietaria, questo giro la snobberebbero a prescindere senza neanche provarci.
  • copman
    copman
    Livello: 5
    Post: 2335
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Mah. Con Nintendo è lecito aspettarsi tutto e il contrario di tutto. Potrebbero lanciare una console con hardware infimo ma qualche feature capace di dominare il mercato come nel caso di Wii, oppure presentare una console al passo coi tempi (come è sempre stato prima di Wii, anche se la gente l'ha scordato) e cambiare strategia, oppure boh. Fare delle previsioni è un po' azzardato a mio modo di vedere.
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da JippaLippa

    Dipende dalla potenza. se sarà potente come o meno di PS4 deve uscire adesso. Se sarà una bestia che potrà contrattaccare anche i primi anni delle nuove piattaforme va bene anche il 2017. Qui si può anche essere romantici dicendo che la potenza non conta (e ciò è verissimo coi first party nintendo), ma questa volta Nintendo ha un vitale bisogno dell'aiuto delle terze parti
    quoto. Senza terze parti, per stare sul mercato, devi tirar fuori un gioco che ti lasci il senso della poesia e della meraviglia come fu ai tempi di Mario64 e Zelda OoT, ma certi miracoli non si ripetono sempre, e non sono "programmabili", e se ci provi rischi di fare come Yu Suzuki con i primi due Shenmue: spese da capogiro, vendite insufficienti, e magari anche una parte della critica che ti stronca. L'unica è aprire alle parti terze, sono tanti che non prescindono da serie come GTA, Call of Duty, Batman, e che non comprano la WiiU per questo motivo.
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da overminder78

    m'intriga quel logo, anche se chiaramente fasollo
    anche a me. io lo chiuderei sui quattro lati per richiamare ancor di più il logo ai tempi del N64 https://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/0/04/Nintendo_64_Logo.svg/736px-Nintendo_64_Logo.svg.png
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.