Merceron, autore di Fox Engine e Luminous Engine, parla della realtà virtuale

Julien Merceron è noto nell'industria dei videogiochi per il lavoro svolto nella realizzazione di Fox Engine per Konami e di Luminous Engine per Square Enix. Ora come ora, lavora presso Bandai Namco.
Lo sviluppatore ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito francese Gameblog, ed i colleghi di DualShockers si sono prodigati a tradurre i passaggi più interessanti dei suoi ragionamenti.



Il tema caldo di questi giorni è indubbiamente la realtà virtuale, vista l'apertura delle prenotazioni di Oculus Rift, e Merceron ha detto la sua sull'argomento: "per la realtà aumentata e la realtà virtuale ci sono tanti rischi. Qualche tempo fa, quando arrivarono sul mercato le TV in 3D, abbiamo tutti pensato che fosse una vera rivoluzione. Invece, i primi prodotti non erano conformi alle aspettative dei consumatori, e sfortunatamente la tecnologia stereoscopica in 3D ha visto la sua fine arrivare abbastanza presto."

"Temo che, se la qualità dei prodotti per la realtà virtuale e la realtà aumentata non sarà abbastanza elevata, potremmo ritrovarci nella stessa situazione. Penso che dovremmo continuare a cercare l'innovazione, magari in qualcosa di diverso. La realtà virtuale e la realtà aumentata non sono i soli campi in cui si può cercare l'innovazione, ed anch'io cercherò di trovare qualcosa."

Successivamente, Merceron ha riflettuto sui problemi attuali dei dispositivi per la realtà virtuale: "il problema maggiore è il malessere. Ecco perché molti sviluppatori cercano di raggiungere il frame rate più alto che possono, che è tra i 90 e i 120 fps, in modo da mettere il giocatore il più a suo agio possibile. Uno dei problemi più grossi, è che la risoluzione non è ancora sufficiente."

"Credo che siamo ancora molto lontani [dalla risoluzione ideale per la VR]. Alcuni dicono che con 1080p per ogni occhio, le cose dovrebbero andare bene. Sfortunatamente, io penso che serva qualcosa in più di così, e che l'attuale potenza delle console non sia in grado di mettere l'occhio sufficientemente a suo agio. Quindi – sì, è estremamente importante il numero di frame per secondo, e nell'immediato futuro probabilmente lo sarà più per la realtà aumentata che per la realtà virtuale."

"Gli sviluppatori che troveranno un concept interessante e riusciranno a raggiungere 120 frame al secondo, hanno il potenziale per dar vita a qualcosa che rapirà il pubblico. Oltretutto, i giocatori devono poter avere la possibilità di scegliere quali giochi vogliono, in modo che non si ritrovino con giochi afflitti da risoluzioni e frame rate pessimi. Sfortunatamente, se molti utenti dovessero avere esperienze negative – visto che si tratta di un'esperienza costosa – allora ci troveremmo davanti ad un vero problema."

Vi ricordiamo che Oculus Rift è prenotabile da ieri, 6 gennaio, a 699€ per il mercato italiano. Per tutti i dettagli sul dispositivo, vi rimandiamo ai nostri approfondimenti.

Fonte: DualShockers
Data di uscita: 28 Marzo 2016
Tags: | Oculus Rift
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 7
  • NathanDrake3179
    NathanDrake3179
    Livello: 2
    Post: 916
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    L'analisi fatta da Merceron la trovo interessante perché evidenzia il fatto che potrebbe portare malessere all'essere umano si per la risoluzione che per il frame rate...e concordo sul fatto che questa tecnologia potrebbe fare la fine del 3d e pure peggio...
  • The_Nicky
    The_Nicky
    Livello: 3
    Post: 732
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Concordo in pieno! Se qualcosa va storto all'inizio, la realtà virtuale potrebbe perdere consensi.
  • lucab0ss
    lucab0ss
    Livello: 3
    Post: 995
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    totalmente d'accordo... se 2 schermi 1080p a 120 fps per riprodurre la realtà dovessero bastare mi chiedo perchè allora la tecnologia si starebbe evolvendo i termini di risoluzione e framerate con le tv 4k e gli schermi a 144hz; inoltre reputo l'occhio umano un organo troppo complesso e dubito che la vr sia in questo senso adatta a tutti perchè organismi diversi potrebbero avere reazioni diverse
  • mat80
    mat80
    Livello: 4
    Post: 590
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Il discorso relativo alla risoluzione é fondamentale. Egli ad esempio sostiene che 1080p per occhio non bastano, altri dicono di sì. Ci vuole più chiarezza perché con la salute non si scherza, al di lá di parco titoli e prezzo sarebbe la prima cosa su cui dissipare i dubbi.
  • Ardjet
    Ardjet
    Livello: 1
    Post: 260
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Sono un po' i dubbi che hanno tutti.
  • fabdragonball
    fabdragonball
    Livello: 4
    Post: 1203
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gio-PLay-fan

    sante parole !!la penso uguale.
    anche io

  • Livello: 1
    Post:
    Mi piace 6 Non mi piace -1
    sante parole !!la penso uguale.
caricamento in corso...

 
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.