Bambino spende 4.000 sterline in acquisti In-App in soli 5 giorni

Purtroppo non siamo nuovi a notizie del genere ma un bambino di sette anni ha spesso quasi 4.000 sterline in acquisti in-app utilizzando Jurassic World: The Games. Il bambino ha utilizzato il dispositivo del padre dove era stato salvato l'ID Apple con i relativi dati della carta credito. Ignaro di tutto, il bambino in cinque giorni ha speso 3.911 sterline.

Mohamed Shugaa, padre del ragazzo, ha riferito che in 5 giorni sono state effettuate 65 transazioni.
Apple ha offerto un rimborso a Mr. Shugaa che però ha colto l'occasione per lamentarsi di un “servizio assistenza” assente, dal momento che non è stato avvisato di quanto stava accadendo sul suo dispositivo. “Perché non sono stato avvisato? È come se ci fosse un problema tecnico nel sistema perché non c'è al mondo un persona che potrebbe spendere così tanti soldi in un solo giorno” ha dichiarato Mohamed Shugaa al Daily Mail “Mio figlio stava giocando. Non sapeva che stava spendendo soldi. Ha sette anni. Non conosce il valore del denaro.”
Tags: | Videogames
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 41
  • thunderfish
    Livello: 8
    2610
    Post: 748
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Vash360

    Eh si è colpa della Apple, ovviamente, la quale offre uno smartphone, una possibilità di tenere in memoria dei dati senza doverli inserire ogni volta per spendere 5 centesimi, che mette a disposizione un gioco sviluppato da altri e che ha pure offerto di rimborsare questo tizio nonostante la sua ovvia incapacità di controllare un figlio con in mano un dispositivo il cui utilizzo ti fa premere un tasto "dichiaro di essere maggiorenne". Maledette multinazionali, sempre colpa loro se i nostri figli crecono male. /logic.
    Beh, é ovvio che la colpa sia anche loro. É un discorso lungo però non ho voglia di fare la lista delle cose sulle quali Apple gioca sporco da sempre... Poi mi verrebbe il nervoso e quindi, visto che ho già parecchi c@zzI, lascio perdere. Per come la vedo io, riferendomi a questa vicenda, la colpa é chiaramente anche dei genitori, però da una parte li difendo perché non dovrebbe essere legale, secondo me, poter spendere grosse cifre all'interno dei giochi o altre forme di media ludici.
  • Vash360
    Livello: 5
    2479
    Post: 451
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da thunderfish

    La apple, che sfrutta tutti i precedenti punti elencati, a vantaggio suo (imho).
    Eh si è colpa della Apple, ovviamente, la quale offre uno smartphone, una possibilità di tenere in memoria dei dati senza doverli inserire ogni volta per spendere 5 centesimi, che mette a disposizione un gioco sviluppato da altri e che ha pure offerto di rimborsare questo tizio nonostante la sua ovvia incapacità di controllare un figlio con in mano un dispositivo il cui utilizzo ti fa premere un tasto "dichiaro di essere maggiorenne". Maledette multinazionali, sempre colpa loro se i nostri figli crecono male. /logic.
  • koinzell
    Livello: 4
    900
    Post: 15708
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Dico solo una cosa: ma ben ti stà. Lavoro nelle Telecomunicazioni e di queste cose ne sento ogni giorno (ovviamente le cifre sono di molto inferiori). Ma cosa volete ? Tutte le multinazionali o le compagnie telefoniche per privacy non sono autorizzati a sapere come uno spende i propri soldi. Se vado in vacanza per un mese e mi dimentico la luce accesa non è compito di ENEL chiamare il cliente e chiedergli come mai ci sono dei consumi "anomali". Questa è la prova che i genitori di oggi sono degli incapaci, danno ai loro figli dispositivi che solo un adulto dovrebbe utilizzare e tral'altro con memorizzati dati sensibili come il numero della propria cdc. Adesso: pagare e cash tonate.
  • mclaren74
    Livello: 1
    224
    Post: 113
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    a 7 anni gioca con i lego
  • GIBE
    Livello: 4
    4866
    Post: 1011
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    IDOLO...
  • lucab0ss
    Livello: 3
    3387
    Post: 995
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    mi sembra che su apple quando si fanno degli acquisti del genere venga richiesta una password, di cosa si lamenta questo tizio? che suo figlio conosca la sua pass e faccia acquisti al posto suo? e apple lo risarcisce? l'ignoranza da parte dell'utente medio di questo tipo di "passatempi" è disarmante perchè non esiste che lasci a tuo figlio di 7 anni davanti ad un prodotto che ad ogni icona premuta proveà a toglierti soldi senza avergli chiaramente spiegato cosa succede senza mezzi termini e purtroppo questo tipo di persone è sempre piu in crescita perchè è pieno di genitori che fanno giocare i bambini anche di 4 o 5 anni con un prodotto che viene usato come sostituzione dei genitori stessi...
  • ROTU47
    Livello: 3
    2173
    Post: 733
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Basta usare il cervello che ciò non accade...io non ho mai fatto acquisti in game perché li ritengo un offesa alla mia intelligenza,ma comunque collegata ai vari account dove acquisto online qualunque cosa o gioco ho una carta ricaricabile dove più della cifra che devo spendere non metto mai niente,per evitare qualsiasi tipo di frode o errore accidentale...non puoi collegare ad account online una carta con su 5000 € dai!! È da folli
  • thunderfish
    Livello: 8
    2610
    Post: 748
    Mi piace 4 Non mi piace 0
    Una vicenda che secondo me dovrebbe far riflettere su più punti... 1) la possibilità di spendere anche grosse cifre di soldi veri all'interno di un videogioco 2) l'ignoranza informatica 3) I telefoni (che sono dei computer quasi a tutti gli effetti) nelle mani dei bambini 4) La apple, che sfrutta tutti i precedenti punti elencati, a vantaggio suo (imho).
  • CarloAndrea1997
    Livello: 4
    1409
    Post: 1242
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Mah cosa c'è da commentare in questi casi. Da un lato un padre che con non curanza fa giocare il proprio figlio non sapendo di aver protetto gli acquisti dell'iphone, priorità quasi assoluta nel 2015/2016 con tutti gli hackeraggi che ci sono e le banalità come queste che si possono verificare. Dall'altro lato un ragazzo al quale non si insegna neanche a videogiocare e a conoscere un videogioco nella sua interezza. Bei tempi quando da piccolino giocavo sempre con un genitore accanto che proprio lui mi portava i videogiochi, molto più sicuri a quei tempi.
  • BlindSide
    Livello: 4
    4548
    Post: 1166
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da king2000

    Intendevo esattamente cio che hai appena detto. Mi sono espresso molto male:intendevo che noi videogiocatori ne usciremo male,aggrappandoci a qualche gioco ancora "onesto",ultimo baluardo di gaming. Per il resto vedremo giochi venduti a 70 euro,con 70 di season pass,con microtransazioni sempre più invadenti. Questo è ciò che credo,ovviamente non ciò che spero.
    Quoto e condivido in pieno tutto ciò che hai scritto.
  • Lowhite
    Livello: 3
    1123
    Post: 337
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    evitiamo moralismi sui figli e gli smartphone, ma uno che lascia in mano un dispositivo collegato alla propria carta di credito con un account salvato, attivo e aperto (quindi con già tutte le password e i codici per avviare pagamenti) ad uno che gioca e non sa nemmeno quello che sta facendo, beh mi spiace ma si merita di farsi prosciugare il conto fino all'ultimo centesimo. Non sono per niente un simpatizzante di Apple e non voglio stare a difendere la casa della mela mangiucchiata, penso che abbiano sbagliato sinceramente a rimborsare, marketing e fidelizzazione dei clienti ok, ma non hanno di certo loro responsabilità per i pagamenti, dato che sono pagamenti avviati a seguito di una richiesta confermata dal dispositivo, e il dispositivo legato all'account, e l'account è di responsabilità di Apple solo per quanto riguarda la privacy e la gestione dei dati sensibili, ma pagamenti e il resto sono solo responsabilità dell'utente, poi ci sono le truffe ma è un altro discorso, qui si tratta di microtransazioni.
  • ElRey
    Livello: 2
    468
    Post: 253
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    si ma magari se avesse evitato di parcheggiare suo figlio davanti allo smartphone
  • T87
    Livello: 3
    17965
    Post: 3943
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Cla`

    Preconfezionata o no, serve a gettare fango sulle microtransazioni. Ben vengano, notizie di questo genere.
    eh, si vede come viene gettato, ogni volta sempre peggio.
  • MrSkellington
    Livello: 6
    48587
    Post: 5998
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da BlindSide
    Ok ragazzi, ho letto un pò dei commenti e trovo che in molti avete ragione, però dovete considerare anche una cosa: i genitori ovviamente hanno una grande responsabilità sull'educazione dei propri figli e su questo non ci piove, però considerate anche che nella vita molte cose in passato e tutt'oggi possono essere considerate "ILLEGALI". Vi faccio subito un esempio: "il gioco d'azzardo illegale". Secondo me gli acquisti in app e la libera vendita senza censura è da considerare una cosa illegale perchè molte persone ci si fissano come nulla. Ora direte: "ma sì ognuno deve prendersi le proprie responsabilità!" Beh allora dovrebbero fare così anche con la droga? Ricordo che la parola "droga" viene utilizzata non solo per l'oggetto dannosso in se ma soprattutto per il "brutto vizio" che se si inizia non si riesce a smattere facilmente. Queste persone, come quelli che si chuidono a vita avanti agli MMORPG Online, non sono forti abbastanza da capire di smettere, anzi non sono nemmeno forti abbastanza da capire che anche un solo acquisto delle monete virtuali con soldi reali è insensato. Ormai le microtransazioni stanno portando molti danni sia alle persone che ai videogiochi stessi. Ormai la nuova generazione è anche piena di giochi tripla A che contengono microtransazioni. Per il bene di tutti dovrebbero sparire completamente, è una cosa che porta dipendenza ai più deboli e comunque da considerarsi illegale a mi avviso. Secondo voi dove si andrà a finire di questo passo?
    Nn so se le microtransazioni possano creare dipendenza, però è una domanda interessante. Bisognerebbe in effetti mettere un limite, nn è possibile che sia permesso spendere tutti quei soldi, che sia voluto o meno, ma se pensi che pure le slot machine sono perfettamente legali capisci come sia pura utopia
  • Cla`
    Livello: 3
    382
    Post: 489
    Mi piace 4 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da T87

    ogni anno la solita notizia pre-confezionata.
    Preconfezionata o no, serve a gettare fango sulle microtransazioni. Ben vengano, notizie di questo genere.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Se accedi a un qualunque elemento sottostante acconsenti a utilizzarli.