Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Pachter: I videogiochi sono un po' come i porno...

Pachter: I videogiochi sono un po' come i porno...

Videogames
A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 24/12/2015
L'analista di mercato Michael Pachter ha recentemente cercato di spiegare il suo punto di vista sul mondo dei videogiochi ricorrendo a un paragone piuttosto interessante. Ecco le sue dichiarazioni:

"Quando uso un videogioco e sparo a qualcuno non voglio sentirmi come se l'avessi ucciso sul serio. Voglio semplicemente sbarazzarmi del nemico, prendere il bottino e passare alla prossima missione. Non credo che si raggiungerà mai un livello tale da fare sentire realmente male il giocatore per le sue azioni, specialmente negli sparatutto.
I videogiochi sono un po' come i porno okay? A tutti piace guardarne uno, ma volete vedere veramente ogni singolo brufolo sul sedere dell'attore/attrice? Non credo proprio. Le star dei film (porno e non) ci piacciono fino a quando sono truccate e appaiono perfette. Se cominciamo ad avvicinarci troppo si notano tutti i difetti e si perde parte del divertimento.
Noi vogliamo che i videogiochi non abbiano difetti, li vogliamo belli e puliti ma non troppo realistici, pensare di aver davvero ucciso qualcuno non è così divertente."