Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Doom: un trailer ci presenta la closed alpha

Doom: un trailer ci presenta la closed alpha

Doom (2016)

PC, PS4, XONE

Sparatutto

13 maggio 2016 - TBA 2017 (Doom VFR)

A cura di Samuele “SamWolf” Zaboi del 22/10/2015
In occasione dell’alfa multigiocatore di Doom, Bethesda rende disponibile un nuovo video con un un messaggio dal produttore esecutivo Marty Stratton che include un assaggio dell'Alfa in azione.
"Quest'anno è stato un piacere condividere con voi la nostra visione di DOOM", afferma Stratton. "Non vediamo l'ora di svelare sempre più dettagli sulla campagna per giocatore singolo, sulla modalità multigiocatore competitiva e sul tool di creazione SnapMap fino alla primavera del 2016."
E, soprattutto, Stratton e il team ringraziano anticipatamente tutti coloro che aiuteranno id Software durante questa serie di test a numero chiuso. "L'Alfa serve a noi per fornire a voi la miglior esperienza multigiocatore possibile all'uscita del gioco", dice Stratton. "Vogliamo quindi ringraziare i partecipanti ai nostri test. Senza di voi non avremmo potuto fare tutto questo!"

La prima Alfa a numero chiuso di DOOM ha inizio venerdì 23 ottobre alle 6:01 e prosegue fino a lunedì 26 ottobre alle 4:59 (ora locale). I partecipanti giocheranno in modalità deathmatch a squadre 6 contro 6 nella mappa Heatwave. Con un arsenale limitato a 6 armi e 2 oggetti speciali, i giocatori possono scegliere una dotazione predefinita o personalizzare il proprio equipaggiamento prima di lanciarsi nella mischia in questa mappa a tema industriale. Tra i modificatori presenti ci sono:
- La Runa demoniaca, che può ribaltare le sorti della partita trasformando un giocatore in un feroce Revenant dotato di lanciarazzi doppio e jetpack.
- Il Fucile Gauss, un'arma a elevata energia in grado di distruggere un nemico con un solo colpo.
- Potenziamenti come Danni quadrupli e Invisibilità... non c'è bisogno di spiegare a cosa servono, vero?