Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Il fondatore di CD Projekt RED si esprime sulla falsa notizia della vendita a EA

Il fondatore di CD Projekt RED si esprime sulla falsa notizia della vendita a EA

La smentita del co-fondatore

CD Projekt RED
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 15/09/2015
Pochi giorni fa si era diffuso in Rete un rumor, lanciato dal sito DSOGaming, che voleva Electronic Arts essere intenzionata ad acquisire CD Projekt RED, team autore di The Witcher 3: Wild Hunt e che in futuro firmerà anche il nuovo Cyberpunk 2077. La fonte dichiarava infatti di aver ricevuto la comunicazione di un dipendente della compagnia polacca – il quale per attestare la sua identità aveva anche allegato la busta paga – che dichiarava di aver visto membri di EA in visita presso la sede della software house.



Poche ore dopo, il community manager Marcin Momot aveva smentito la cosa con un tweet, che vi avevamo riportato in questa notizia. Ora, è intervenuto con delle dichiarazioni decisamente definitive anche Marcin Iwinski, co-fondatore di CD Projekt RED, che ha posto una pietra tombale sulla vicenda.

"Di solito non commentiamo i rumor, ma quest'ultimo è diventato particolarmente virale, e pensiamo che si meriti di essere messo a nanna. Non stiamo affrontando nessuna trattativa per la vendita di CD Projekt RED o GOG.com. Fine. E la busta paga è falsa – non è emessa dalla nostra compagnia."

Rasserenate le acque, il team polacco può quindi ora concentrarsi su Hearts of Stone, l'espansione di The Witcher 3 della quale vi abbiamo già riferito tutti i dettagli in questa notizia dedicata.