Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
FIFA 16: il No Touch Dribbling si mostra in un nuovo video

FIFA 16: il No Touch Dribbling si mostra in un nuovo video

FIFA 16

PC, PS3, PS4, X360, XONE

Sportivo

EA

24 settembre 2015

A cura di Samuele “SamWolf” Zaboi del 30/06/2015
Electronic Arts ha pubblicato nella giornata di oggi un nuovo video dedicato a FIFA 16, dove viene mostrato il No Touch Dribbling.

Il No Touch Dribbling è il nuovo sistema di controllo dei dribbling, che offre ai giocatori la libertà di scegliere come e quando toccare la palla. Mettendo dello spazio tra il giocatore e il pallone, sarà possibile eseguire diverse mosse abilità, finte o persino cambiare direzione senza toccare la palla.

Per utilizzare il No Touch Dribbling, basta premere e mantenere il tasto L1/LB sul controller. Una volta premuto, il giocatore in possesso di palla indietreggerà per creare un po' di spazio tra lui e il pallone. A quel punto, muovendo la levetta sinistra, il giocatore in possesso di palla sposterà il peso del proprio corpo nella direzione premuta o muoverà il piede nel tentativo di ingannare il difensore. Se eseguita con il giusto tempismo, questa mossa permette di sbilanciare il difensore, mandandolo nella direzione opposta rispetto a quella del giocatore con la palla.

Mantenendo anche il tasto R2/RT è possibile eseguire mosse più complesse. In questi casi, il giocatore con la palla si allontanerà ulteriormente dalla sfera. Anche se si tratta di una mossa rischiosa, se eseguita con il tempo giusto può ingannare il difensore.

Tutti i calciatori presenti in FIFA 16 sono in grado di eseguire il No Touch Dribbling. La sua efficacia dipenderà chiaramente dalla valutazione dribbling e dalla valutazione mosse abilità a stelle dei vari giocatori. In poche parole, giocatori del calibro di Lionel Messi o Juan Cuadrado saranno in grado di effettuare mosse che potrebbero non riuscire a calciatori tecnicamente meno dotati.