Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
In Mirror' Edge: Catalyst vedremo Faith cambiare col procedere del gioco

In Mirror' Edge: Catalyst vedremo Faith cambiare col procedere del gioco

Mirror's Edge Catalyst

PC, PS4, XONE

Azione

Italiano (testi e doppiaggio)

EA

9 giugno 2016

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 19/06/2015
Sarah Jansson, producer di Mirror's Edge: Catalyst, ha diffuso dall'E3 – ovviamente prima della chiusura – ulteriori dettagli sulla nuova avventura di Faith, facendo sapere che il gioco non è da vedersi come un reboot, quanto come una vera e propria rinascita. Al suo interno, la protagonista vivrà un'evoluzione importante, della quale saremo testimoni.



La Faith che arriverà all'epilogo del gioco, insomma, non sarà la stessa che abbiamo visto nel prologo. Inoltre, è stato reso noto che si adatterà alla città, partendo come free runner inesperta e adattandosi poi alle necessità.

Tra le altre cose, è stato fatto presente che ci sarà più free roaming che in precedenza, e che la città diventerà via via più accessibile mano a mano che procederete con la trama principale. All'inizio, quindi, comincerete in un'area limitata, che andrà poi ad espandersi.
L'idea di DICE è quella di creare un gioco che possa essere sia più accessibile, sia soddisfacente per i giocatori più talentuosi. In merito, ad esempio, sbagliando il tempismo non finirete più semplicemente nel vuoto, ma potrete ancora sperare di aggrapparvi alle sporgenze.

Infine, è stato reso noto che non si tratta di un vero e proprio prequel, dal momento che non ricondurrà esattamente agli eventi del primo gioco. In compenso, ci spiegherà come Faith è diventata la persona vista nell'episodio originale.

L'appuntamento con Mirror's Edge: Catalyst è fissato per il 23 febbraio su PC, PS4 e Xbox One.

Fonte: DualShockers