Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Con Assassin's Creed Syndicate, Ubisoft vuole conquistare anche i Paesi Arabi

Con Assassin's Creed Syndicate, Ubisoft vuole conquistare anche i Paesi Arabi

Assassin's Creed: Syndicate

PC, PS4, XONE

Action-Adventure

23 ottobre 2015 (PS4, XONE) - 19 novembre 2015 (PC)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 17/06/2015
Con il suo nuovo Assassin's Creed Syndicate, sembra proprio che Ubisoft sia intenzionata a conquistare anche i videogiocatori del Medio Oriente e, più genericamente, dei Paesi di lingua araba. Per la prima volta nella storia della saga, infatti, il gioco sarà disponibile anche in arabo, con tanto di doppiaggio dedicato.



La notizia segue l'apertura dello studio della compagnia francese ad Abu Dhabi nel 2013, che era stato sicuramente concepito nella prospettiva di conquistare il mercato mediorientale, ed è stata diramata tramite la pagina Facebook in arabo della compagnia – dove è stata pubblicata l'immagine qui sopra.

Il testo in arabo indica che "Assassin's Creed Syndicate supporta pienamente l'arabo con sottotitoli, menù e dialoghi doppiati." Si tratta di un caso rarissimo, che ha un recente precedente illustre, quando Square Enix assunse una nota attrice libanese per doppiare la giovane Lara nel reboot di Tomb Raider del 2013.

Il precedente Assassin's Creed Unity, invece, aveva offerto al pubblico mediorientale esclusivamente sottotitoli per i dialoghi in-game.