Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
CD Projekt risponde alle accuse di downgrade su The Witcher 3

CD Projekt risponde alle accuse di downgrade su The Witcher 3

CD Projekt risponde alle accuse

The Witcher 3: Wild Hunt

PC, PS4, XONE

Gioco di ruolo

19 maggio 2015 - 30 agosto 2016 (GOTY)

A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 21/05/2015
Marcin Iwinski, co-fondatore di CD Projekt, ha parlato in una recente intervista di The Witcher 3 soffermandosi in particolare sulle accuse di downgrade mosse da alcuni giocatori:

"Nel 2013 abbiamo creato la build per un evento specifico, eravamo molto lontani dal finire i lavori sul gioco. Nel momento in cui abbiamo messo quella build in un open-world ci siamo resi conto che non funzionava, a prescindere dalla piattaforma. L'avevamo già mostrata a tutti, ora dovevamo farla girare nel modo giusto su vasta scala: le cose vanno così nello sviluppo dei videogiochi. Forse non avremmo dovuto mostrare quel trailer, non lo so, ma non sapevamo che quella build non avrebbe funzionato su vasta scala quindi non abbiamo mentito a nessuno né ci siamo comportati in modo scorretto. Non crediamo che ci sia stato un downgrade, ma è una nostra opinione e le sensazioni dei nostri giocatori possono essere differenti. Se hanno acquistato il gioco basandosi sul materiale del 2013 mi dispiace, stiamo discutendo su come rimediare perché non è giusto."