Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Nintendo: 'Non siamo una società con le spalle al muro'

Nintendo: 'Non siamo una società con le spalle al muro'

Nintendo (Software House)
A cura di Samuele “SamWolf” Zaboi del 25/03/2015
Satoru Iwata, presidente di Nintendo, ha spiegato come l'accordo con DeNA, per facilitare la creazione di giochi mobile, non è stato il gesto di una società che ha ormai perso ogni speranza. “Una varietà di media hanno scritto un certo numero di volte che Nintendo è una società con le spalle al muro, ma io non lo credo affatto” ha spiegato Iwata durante un recente sessione di Q&A con gli investitori “Inutile dire che siamo anche consapevoli che si può andare incontro a situazioni di declino affrontando un mondo in rapida evoluzione. Vorrei sottolineare però che la nostra alleanza [con DeNA, ndr] non è il risultato di una mancanza di opzioni per un società con le spalle al muro.

Quando ho incontrato Mr. Moriyasu (Presidente e CEO di DeNA) ho iniziato a chiedermi se ci fosse qualcosa che potevamo fare insieme” ha proseguito Iwata “Più andavamo avanti a parlare, più mi rendevo conto di come DeNA sapesse molte cose che Nintendo non conosceva. Mr. Moriyasu mi ha detto che a DeNA non sarebbe importato restare nel background, a patto di poter collaborare con Nintendo. Mi sono reso conto che era una grande opportunità molto produttiva che Nintendo non sarebbe stata in grado di raggiungere da sola.
Ricordiamo che il lancio del primo gioco mobile di Nintendo è atteso per quest'anno.