Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Kojima entusiasta del sistema delle armi di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Kojima entusiasta del sistema delle armi di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

PC, PS3, PS4, X360, XONE

Azione

1 settembre 2015 - 13 ottobre 2016 Definitive Experience

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 06/03/2015
Nel corso della più recente puntata giapponese di Kojima Station – l'abituale trasmissione in streaming di Kojima Productions – si è parlato ovviamente di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, ed il padre della serie, Hideo Kojima, ha potuto esprimersi su alcuni aspetti del gioco.



Al momento, il team è al lavoro per rifinire gli ultimi dettagli del prodotto, in vista dell'uscita di settembre (ricordiamo, l'1 su console e il 15 su Steam). Kojima, inoltre, si è detto davvero positivamente impressionato dal "profondo e dettagliato sistema delle armi" inserito, sul quale ha spinto in particolare il suo fidato braccio destro e celebre artista, Yoji Shinkawa. Il game designer, infatti, non era inizialmente interessato ad un sistema così dettagliato ma, una volta che lo ha visto realizzato, si è detto semplicemente rapito dalla cosa.

Si è parlato anche delle possibilità di personalizzazione che saranno concesse al giocatore – come saprete, potrete infatti agghindare la Mother Base secondo il vostro gusto, anche con colori francamente improbabili. Particolare attenzione è stata poi posta sugli emblemi, realizzabili da ogni giocatore, e che saranno esibiti sulla divisa di Big Boss, nelle bandiere della Mother Base, nei veicoli e via dicendo.

Viene poi rimarcata la presenza dello scudo – che avevamo visto anche in Peace Walker – grazie al quale Venom Snake potrà ripararsi dai proiettili nemici, anche magari solo tenendolo appeso sulla schiena per coprirsi le spalle.