Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
PewDiePie parla in questo modo del Nintendo Creators Program

PewDiePie parla in questo modo del Nintendo Creators Program

Parole di fuoco contro Nintendo

Nintendo (Software House)
A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 30/01/2015
Nintendo ha da poco presentato il Nintendo Creators Program, un servizio che permette agli YouTuber di pubblicare recensioni e video dedicati a titoli Nintendo ottenendo una parte dei ricavi ( tra il 60 e il 70 per cento ), e il famoso Youtuber PewDiePie ha deciso di rispondere alla compagnia giapponese. Ecco le sue parole:

"Prima di tutto hanno il diritto di farlo come ogni altro developer / publisher. Non ci sarebbero “let’s play” senza i giochi e noi siamo consapevoli di questo. Ma in questo modo si perdono completamente tutta la visibilità e la pubblicità che gli YouTubers garantiscono gratuitamente. Esiste un modo migliore per vendere o pubblicizzare un gioco di mostrare qualcuno che ci gioca e si diverte? E' proprio con questo sistema che un gioco come Minecraft è arrivato a valere 2,5 miliardi di dollari, YouTube è stato molto importante per la sua crescita! Se gioco a un titolo Nintendo sul mio canale la maggior parte delle views e dei ricavi pubblicitari deriva dal fatto che quei viewers sono iscritti al mio canale, lo guardano perché è un mio video e non per vedere un particolare gioco Nintendo.
Credo che sia un'azione negativa nei confronti di quei canali che si concentrano esclusivamente sui giochi Nintendo, le persone che hanno mostrato passione per la community Nintendo sono quelle che verranno colpite maggiormente.
Per concludere, ci sono così tanti titoli da provare e i giochi Nintendo sono appena finiti in fondo alla lista. Se gli altri publisher adotteranno una politica simile sarà la stessa cosa, ci saranno sempre un sacco di giochi pronti a diventare il prossimo Mienkraft. Nintendo dovrebbe ripensarci.
Nota: giocherò ancora ai titoli Nintendo che voglio sul mio canale, come sempre. Sono fortunato ad essere in una situazione in cui perdere ad revenue su qualche video non fa differenza. Molti altri su YouTube, comunque, non sono nella mia situazione."




Oltre a PewDiePie anche altri Youtuber ( Zack Scott per esempio) hanno accolto male questo nuovo programma di Nintendo.