Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Monolith ammette: abbiamo dovuto fare tagli a L'Ombra di Mordor

Monolith ammette: abbiamo dovuto fare tagli a L'Ombra di Mordor

La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor

PC, PS3, PS4, X360, XONE

Action-Adventure

03 ottobre 2014 (PS4-Xbox One-PC) - 18 novembre 2014 (PS3-X360)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 22/01/2015
Michael de Plater, design director presso Monolith Software, ha parlato con Gamasutra dei lavori svolti per realizzare La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor, rivelando che, almeno agli inizi, il team non aveva davvero compreso quanto in là le sue capacità gli avrebbero permesso di spingersi. Come risultato, alcune delle cose che erano state pensate sono state invece tagliate dal prodotto finale.



"Durante la pre-produzione, non avevamo una buona misura della nostra capacità produttiva. Questo portò a specifiche di gioco iper-ambiziose che – appena abbiamo cominciato a vedere le cose un po' più realisticamente – ci hanno richiesto di fare alcuni grossi e dolorosi tagli" ha spiegato de Plater.

"È un processo che ha creato un doppio dolore: innanzitutto, c'era quello dato dal lavoro perso per le feature che erano state tagliate. In secondo luogo, ci siamo creati una quantità significante di nuovo lavoro da fare per sostituire ciò che avevamo tagliato." Il problema, a suo dire, è stato che alcuni elementi, dopo il taglio, hanno avuto bisogno di essere effettivamente ridisegnati, costringendo Monolith ad una mole di lavoro che non aveva preventivato.

Al momento, de Plater non ha voluto escludere che queste feature possano prendere vita nel già chiacchierato seguito di L'Ombra di Mordor – le sue parole sono state "per ora, abbiamo solo grattato la superficie". Vi terremo come sempre informati in caso vengano comunicati più dettagli.