Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Take-Two: 'La maggior parte dei titoli free-to-play non sono dei buoni giochi'

Take-Two: 'La maggior parte dei titoli free-to-play non sono dei buoni giochi'

Take-Two

APPLE, PC, PS3, PS4, PSVITA, WIIU, X360, XONE

Fondata nel 1993

A cura di Samuele “SamWolf” Zaboi del 03/12/2014
Strauss Zelnick, CEO di Take-Two Interactive, ha parlato in una recente intervista dei titoli free-to-play, fenomeno sempre più dilagante nel mondo videoludico. “Il problema con il modello free-to-play è che il 95-97% delle persone che si dedicano ai contenuti non pagano. Solo il 5-3% lo fa; in una giornata buona, il 10%” ha esordito Zelnick “Una delle ragioni per le quali aziende free-to-play come Zynga hanno fatto così bene per un periodo di tempo risiede nel fatto che non c'erano costi per l'acquisizione dato che potevano usare Facebook come piattaforma gratuita. Poi Facebook ha cambiato questo e Zynga è cambiata.

L'altro problema dei titoli free-to-play è che in molti casi, anche se non tutti, sono di gran lunga meno coinvolgenti” ha spiegato il CEO di Take-TwoAlcuni concorrenti in quello spazio hanno dichiarato strategie di non alta qualità e non ho mai visto, mai, mai, mai, una società avere successo senza contenuti di alta qualità. In effetti non tutti possono farlo me è necessario almeno provare.

Concordate con queste dichiarazioni?