Assassin's Creed Unity? Un gioco anti-rivoluzionario

Evidentemente i problemi strettamente legati al gioco e alla sua qualità non sono sufficienti per Ubisoft. Assassin's Creed Unity ha scatenato infatti alcune polemiche, soprattutto in territorio francese. L'ex ministro transalpino Jean-Luc Mélenchon non ha mancato infatti di muovere accuse nei confronti dell'ultimo capitolo della saga, definendolo un titolo anti-rivoluzionario e che si scaglia contro il popolo.

Mélenchon ha specificato come Maria Antonietta venga ritratta come “una povera ricca ragazza” mentre Robespierre viene dipinto come un mostro quando secondo il politico si tratta “dell'uomo che è stato il nostro liberatore a un certo punto della rivoluzione”. Mélenchon ha concluso dichiarando come Assassin's Creed Unity rappresenti un'immagine di odio nei confronti della rivoluzione, l'odio del popolo e della repubblica, atteggiamenti tipici degli ambienti di estrema destra e come tutto sia una propaganda contro il popolo, ritratto come dei barbari assetati di sangue.
Data di uscita: 13 novembre 2014
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.