Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Shinji Mikami: Non userò mai le donne come oggetti

Shinji Mikami: Non userò mai le donne come oggetti

The Evil Within

PC, PS3, PS4, WIIU, X360, XONE

Survival horror

14 ottobre 2014

A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 22/10/2014
Shinji Mikami ha recentemente rilasciato alcune dichiarazioni con cui ha criticato il modo in cui alcuni videogiochi ritraggono le donne:

"Non so se ho mai dato particolare risalto ai personaggi femminili, ma quando ne presento uno non lo tratto mai come un oggetto. In alcuni giochi le donne non sono altro che personaggi marginali caratterizzati da una ridicola fisica del seno: evito questo tipo di erotismo così evidente. Non mi piacciono i personaggi femminili troppo remissivi nei confronti dei maschili, non voglio rappresentare le donne in quel modo. Io scrivo di donne che scoprono la propria indipendenza nel corso del gioco, o che sanno già di essere indipendenti ma hanno bisogno di mettersi alla prova. Qual è il personaggio femminile che mi piace meno nei miei giochi? Rebecca Chambers: è sottomessa e non indipendente. Io non la volevo ma lo staff ha insistito per avere quel genere di personaggio che, comunque, è piuttosto popolare in Giappone."