Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
David Gaider risponde alle critiche sul personaggio gay di Dragon Age: Inquision

David Gaider risponde alle critiche sul personaggio gay di Dragon Age: Inquision

Dragon Age: Inquisition

PC, PS3, PS4, X360, XONE

Gioco di ruolo

EA

20 novembre 2014 - 6 ottobre 2015 (GOTY)

A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 04/07/2014
David Gaider, lead writer di Bioware, ha risposto duramente a tutti quelli che negli ultimi giorni hanno criticato la decisione di inserire un personaggio gay in Dragon Age: Inquision:

"Prima di tutto è piuttosto divertente che una semplice risposta a una domanda dei fan sia diventata un vero comunicato stampa: Bioware non ha rilasciato nessun comunicato stampa ufficiale per presentare Dorian. La gente non ha fatto altro che concentrarsi sulla sessualità del personaggio e ho una notizia per voi: Dorian non è semplicemente un personaggio gay, è motlo di più... anche se la sua sessualità è l'unica cosa che vi interessa. Ma questo è un vostro problema. Non è nemmeno il primo personaggio gay di cui ho scritto: Sera, per esempio, lo era già e parlando di altri giochi di Bioware possiamo citare Cortez, Traynor, e Juhani. EA non sfrutta i diritti gay per scopo di lucro."