Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Ken Levine: Ecco perché troviamo tanta violenza nei videogiochi

Ken Levine: Ecco perché troviamo tanta violenza nei videogiochi

Perché non sfruttare la violenza?

Bioshock: Infinite

PC, PS3, PS4, WIIU, X360, XONE

Sparatutto

Cidiverte

26 marzo 2013 - 4 novembre 2014 (The Complete Edition)

A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 01/07/2014
Ken Levine, creatore della serie BioShock, ha recentemente provato a spiegare le ragioni per cui troviamo così tanta violenza nei videogiochi:

"Ci sono più motivazioni: simulare una situazione di violenza è relativamente facile e il mercato risponde positivamente a giochi di questo tipo. E' un po' come per i film d'azione, credo sia un paragone in grado di rendere l'idea. Attraverso le reazioni che le persone hanno nei confronti della violenza l'industria deve essere in grado di capire in quale modo esprimersi e quali tendenze seguire. Mi sono chiesto spesso se avessi potuto realizzare un gioco come BioShock Infinite senza introdurre elementi violenti: credo che sarebbe stato strano.
Per quanto riguarda il mio prossimo progetto posso dire questo: ora abbiamo la possibilità di sperimentare di più e provare nuove strade che prima, a causa dell'enorme grandezza del nostro pubblico, non osavamo intraprendere."